fbpx

Martina, un anno fa la prima aretina vaccinata: “così ho protetto anche le mie bambine”

Martina Erdas Operatrice Sanitaria e prima vaccinata ad Arezzo: “Sono contenta di esseremi vaccinata, per me stessa, per gli altri, ma soprattutto per proteggere le mie bambine Giorgia e Chiara.”

Sembra passata una vita, e abbiamo quella strana sensazione di abitudine alla convivenza con il Covid, ma esattamente un anno fa, il 27 dicembre 2020, veniva somministrata la prima dose di vaccino ad Arezzo, nel corso del Vaccine-Day.
Un evento che ha cambiato profondamente la nostra società, riportandola ad un percorso di quasi normalità.
Da allora circa 600mila vaccinazioni nella sola provincia di Arezzo.
La prima fu Martina Erdas, una giovane operatrice sanitaria impegnata da un anno alla centrale di tracciamento del Centro Affari e Convegni di Arezzo.

“Di quella giornata ho un ricordo bellissimo, era una domenica piena di sole e di speranza, e per me fu molto emozionante. Mi sono ritrovata ad essere testimonial di questa grande impresa medica ed a lanciare un messaggio molto importante di sicurezza e salute. Ho anche rappresentato, con orgoglio, la mia figura professionale quella degli assistenti sanitari del Dipartimento delle Professioni Tecnico Sanitarie, della Riabilitazione e della Prevenzione. Da allora, infatti, lavoro stabilmente alla centrale di tracciamento con dei colleghi fantastici.
Purtroppo i contagi stanno aumentando, ma non dobbiamo scoraggiarci, prosegue Martina. Abbiamo un’arma straordinaria a nostra disposizione: i vaccini.

Questi strumenti hanno cambiato radicalmente la nostra vita, ci hanno permesso di riprendere le nostre abitudini e di tornare, in parte, alla normalità. Sono contenta di essermi vaccinata per me stessa, per gli altri ma soprattutto per proteggere le mie bambine Giorgia e Chiara.
Per chi ancora, tra dubbi e paure infondate, non si è vaccinato, ribadisce Martina, dico solo vaccinatevi, vaccinatevi, vaccinatevi….affidatevi alla scienza. Sono i dati e risultati che parlano.
Grazie alla vaccinazione sono diminuiti, rispetto a un anno fa, i ricoveri ospedalieri, gli accessi in terapia intensiva e i decessi. Da mamma di una bambina di 7 anni, inoltre, provvederò anche a vaccinare al più presto anche lei. I bambini, come gli anziani vanno protetti e guidati in un percorso di sicurezza.
Un anno fa eravamo in zona rossa e in pieno lockdown, oggi, nonostante il Covid, i negozi sono aperti e riusciamo a fare vita sociale, ma il virus, purtroppo, è ancora tra noi e io lo posso testimoniare in maniera diretta. Ogni giorno parlo con decine di persone per comunicare le diagnosi, tracciarne gli spostamenti e rispondere a domande e dubbi.
Ora più che mai c’è bisogno di responsabilità e prudenza da parte di tutti. Sono giornate in cui siamo abituati a stare insieme a condividere pranzi e cene.Cerchiamo di non abbassare la guardia. Tuteliamo i nostri anziani, usiamo le mascherini e cerchiamo di vaccnarci.”

“Sono stati dodici mesi intensi, dichiara il Direttore Generale Antonio D’Urso, che ci hanno impegnato in uno sforzo organizzativo che non ha precedenti nella storia sanitaria nazionale. Abbiamo avviato un percorso che ci ha portato a vaccinare in ogni luogo possibile: dai reparti ospedalieri, alle RSA, dai luoghi di lavoro, alle scuole e da allora non ci siamo mai fermati.
In questo momento sono attivi 24 hub vaccinali in tutto il territorio della nostra azienda ed abbiamo somministrato oltre 1.460.000 dosi, e circa l’85% dei nostri residenti hanno completato il ciclo vaccinale in due dosi.
Dobbiamo imparare da ciò che è successo in questi dodici mesi in cui da una parte vi è stata una grande risposta civica da parte dei nostri concittadini, e i dati vaccinali sono qui a dimostrarlo, dall’altra dobbiamo continuare a predicare prudenza e responsabilità. Questa è forse la fase della pandemia più delicata da affrontare: un periodo in cui tutte le attività economiche, produttive e di socializzazione sono aperte e sentiamo una grande spinta a tornare alla piena normalità, ma è proprio ora che dobbiamo avere più attenzione ai nostri comportamenti. Sono convinto che se continuiamo a vaccinare con questo ritmo e rispetteremo le regole usciremo da questo momento critico più forti”.

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
AREZZO: MINORE IN COMA ETILICO SOCCORSO NELLA NOTTE
È successo nei pressi di piazza San Domenico 👇🏻

https://www.sr71.it/2022/10/02/arezzo-minore-in-coma-etilico-soccorso-nella-notte-lallarme-dagli-amici/

AREZZO: MINORE IN COMA ETILICO SOCCORSO NELLA NOTTE
È successo nei pressi di piazza San Domenico 👇🏻

www.sr71.it/2022/10/02/arezzo-minore-in-coma-etilico-soccorso-nella-notte-lallarme-dagli-amici/
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Ma i genitori dove sono finiti? Possibile che questi ragazzi siano lasciati così liberi ? ......non si può lasciare specialmente un minorenne libero così senza controllo . Un genitore deve controllare quello che fa suo figlio o figlia è un suo dovere , non si può dare tutta questa libertà ,ci vogliono regole da rispettare da ambedue due le parti .

Io spero che si riprenda velocemente e non ci ricaschi. Roberto Pastonchi lei ha figli o nipoti? Se li ha le auguro che non gli succeda. Buonagiornata

Che schifo di mondo

Chi glielo ha venduto? locale da chiudere

😓🥺

View more comments

CONSIGLI CONTRO LO SPRECO ALIMENTARE

CONSIGLI CONTRO LO SPRECO ALIMENTARE

🥕🥩 "Zero Spreco” dalla parte dei consumi intelligenti, anche in cucina, e dell’impegno sociale al servizio di e ragazzi. Anche Aisa Impianti s.p.a si è unita a infatti a “COLORArte, sinergie arte e riuso 2022”, l'iniziativa di ToscanAbile, associazione per ragazzi con disabilità che ha scelto l’arte e la bellezza come mezzo di incontro, partecipazione e inclusione.

🎤 le interviste a Barbara Lapini, nutrizionista, e Salvatore Mauro presidente di Toscana Abile onlus
... See MoreSee Less

MALTEMPO, GIANI CHIAMA AGNELLI

Quasi 600 mila euro, per la precisione 580 mila euro, è il totale quantificato dei danni occorsi dopo il maltempo dello scorso 15 settembre. Nello specifico si tratta di 350 mila euro a immobili privati e di 230 mila a beni di proprietà pubbliche. 

Il comune di Castiglion Fiorentino ha chiesto alla Regione Toscana lo stato di Emergenza per gli eventi meteorologici dello scorso 15 settembre. 

https://www.sr71.it/2022/10/01/maltempo-giani-chiam-agnelli-il-comune-chiede-lo-stato-di-emergenza-per-gli-eventi-dello-scorso-15-settembre/

MALTEMPO, GIANI CHIAMA AGNELLI

Quasi 600 mila euro, per la precisione 580 mila euro, è il totale quantificato dei danni occorsi dopo il maltempo dello scorso 15 settembre. Nello specifico si tratta di 350 mila euro a immobili privati e di 230 mila a beni di proprietà pubbliche.

Il comune di Castiglion Fiorentino ha chiesto alla Regione Toscana lo stato di Emergenza per gli eventi meteorologici dello scorso 15 settembre.

www.sr71.it/2022/10/01/maltempo-giani-chiam-agnelli-il-comune-chiede-lo-stato-di-emergenza-per-gl...
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Ora paga Salvini che problemi ci sono.

x come si occupano del territorio gli enti addetti e successo poco, adesso chiedete la calamità alla regione, dovrebbero essere i cittadini a prendere i responsabili a calci nel culo visto che si mangiano tutti i nostri soldi

Avevi a usarli bene prima invece di intascarli ladro

CORTONA IN PIAZZA A SOSTEGNO DELLE DONNE IRANIANE

Cortona scende in piazza a sostegno delle donne e del popolo Iraniano.

📹 le immagini della manifestazione in piazza del comune a Cortona

🎤le parole di Mina Azmoodeh, iraniana residente a Cortona dal 2015
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Donna vita libertà

Donna vita libertà

✊🏻✊🏻✊🏻✊🏻✊🏻✊🏻✊🏻

Bellissima iniziativa e pieno sostegno alle donne di tutto il mondo.... L'unica cosa che però Andrebbe spiegata a questa ragazza è che in questo caso il fascismo c'entra come i cavoli a merenda..... Il problema è religioso e non politico.....

View more comments

MASCHERINE NON PIÙ OBBLIGATORIE SUI MEZZI PUBBLICI 

Da oggi decade l’obbligo per l’uso delle mascherine ffp2 sui mezzi pubblici, treni, bus, metro, traghetti e aerei. Rimane l’obbligo, fino al 31 ottobre, per lavoratorio, utenti e visitatori per accedere a strutture sanitarie, RSA, strutture socio sanitarie e residenze per anziani.

MASCHERINE NON PIÙ OBBLIGATORIE SUI MEZZI PUBBLICI

Da oggi decade l’obbligo per l’uso delle mascherine ffp2 sui mezzi pubblici, treni, bus, metro, traghetti e aerei. Rimane l’obbligo, fino al 31 ottobre, per lavoratorio, utenti e visitatori per accedere a strutture sanitarie, RSA, strutture socio sanitarie e residenze per anziani.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Una gran c...a

BENTORNATA SINDACA!

🇮🇹Marciano della Chiana, dopo lunga assenza il Sindaco Maria De Palma sarà presente al prossimo consiglio comunale 👇

https://www.sr71.it/2022/09/30/marciano-della-chiana-dopo-lunga-assenza-il-sindaco-maria-de-palma-torna-sul-ponte-di-comando/

BENTORNATA SINDACA!

🇮🇹Marciano della Chiana, dopo lunga assenza il Sindaco Maria De Palma sarà presente al prossimo consiglio comunale 👇

www.sr71.it/2022/09/30/marciano-della-chiana-dopo-lunga-assenza-il-sindaco-maria-de-palma-torna-s...
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Un abbraccio Maria!!!

Un forte abbraccio Maria!!😘

Bentornata 🍀🍀

Bentornata ❤️😘

Bentornata 😘

Bentornata

Bentornata sindaca

Io direi, bentornata sindaca

👏👏👏👏

👏👏👏👏

Ciao, scusa per questo modo di contattarmi, ho appena visto il tuo profilo e ho pensato che tu fossi la persona di cui avevo bisogno. In breve, mi chiamo Marie Stella, sono di origine olandese e vivo in Francia. Soffro di una grave malattia che mi sta condannando a morte certa, è un cancro alla gola e ho una somma di 500.000 euro che vorrei donare a una persona affidabile e onesta per farne buon uso. Possiedo un'attività di importazione di petrolio rosso in Francia e ho perso mio marito 6 anni fa, il che mi ha colpito duramente e non ho potuto risposare fino ad oggi, non avevo figli. Vorrei fare una donazione di questo importo prima di morire in modo che i miei giorni siano contati perché non ho una cura per questa malattia, ma un tranquillante in Francia non vuole sapere se puoi beneficiare di questa donazione. Ecco il mio numero WhatsApp: +40 752 627 234 Dio ti benedica 🙏🙏🙏🙏

View more comments

Load more