fbpx

Fdi-Fi: il sindaco Meoni mente sapendo di mentire: si a metano e acqua alla Pietraia

Come è accaduto spesso nel corso di questa legislatura il Sindaco Meoni travisa i fatti oggettivi e li piega al suo personale tornaconto.

In questi 5 anni, abbiamo esercitato il mandato affidato dagli elettori con grande senso di responsabilità e cercando di ottenere il massimo possibile dall’attuale legislatura. 

Potevamo fare di meglio, certamente, ma sempre meglio di chi ha condannato Cortona al declino e alle consorterie per oltre settant’anni.

Nell’ultimo consiglio comunale, ci siamo trovati di fronte all’ennesimo tentativo autoritario che non siamo più disposti a sopportare da parte del primo cittadino. Conosciamo bene gli atti e l’importante progetto per la frazione di Pietraia che sarà portato a compimento da questa maggioranza, al fine di raggiungere con acqua e metano zone fino ad oggi scoperte dal servizio, un investimento di oltre 2 milioni di euro che vede un impegno di 300 mila euro da parte del Comune, però questo non può essere usato a fini personali.

 

Non siamo disposti a far passare uno spostamento di risorse ingenti come ottantamila euro, nascosti dietro ad un intervento meritevole e necessario. 

Lo stesso Sindaco ha ammesso che gli ottantamila euro costituiscono interventi di manutenzione ordinaria, che quindi potevano essere svolti durante tutto l’arco della legislatura e non a ridosso delle elezioni comunali.

Fin dai lavori della Commissione competente abbiamo cercato di far ragionare la Giunta, dicendoci disposti a sostenere l’intervento di Pietraia ma diviso da quello manutentivo, anche perché non hanno alcuna attinenza tra di loro. Le variazioni di bilancio si possono dividere in più atti a seconda della competenza.

Vista la consueta chiusura del Sindaco a ogni dialogo, come è successo in numerose altre occasioni, ci siamo visti costretti ad abbandonare l’Aula, restando disponibili a convocare in meno di una settimana un nuovo Consiglio comunale per votare le pratiche opportunamente divise.

Precisiamo che per rispetto del corretto svolgimento dei lavori consiliari e verso le altre pratiche in votazione, abbiamo chiesto che il punto fosse spostato in coda all’ordine del giorno; questo spostamento, che il Sindaco Meoni ha osteggiato in barba ai regolamenti, è stato accettato solo dopo la votazione.

Invitiamo il Sindaco, se davvero tiene al bene dei suoi cittadini, a ritornare sui suoi passi e a presentare la variazione in Consiglio la prossima settimana, con 300 mila euro in un’iniziativa e 80 mila nell’altra.

 

Vogliamo ricordare al Sindaco il detto “le bugie hanno le gambe corte” e in questa legislatura di gambe corte ne abbiamo viste e documentate tante, sottaciute ai cittadini e sopportate solo per senso di responsabilità e rispetto per le Istituzioni pubbliche che rappresentiamo.

I Partiti del centro destra sono al loro posto per aiutare la frazione di Pietraia a rinascere, mentre il Sindaco minaccia e pretende voti favorevoli a condizione che sia soddisfatto il suo esclusivo interesse personale.