fbpx

Castiglion Fiorentino vola a Lampedusa: prevista un’amichevole con la Castiglionese

 

Il comune di Castiglion Fiorentino tiene a battesimo il primo volo Perugia-Lampedusa della compagnia HelloFly. 18, 19, e 20 marzo, sono queste le date che daranno il via ad un progetto di relazioni tra la Città Castiglionese, la Regione Umbria e l’Isola Siciliana che prevede, tra le altre cose, una partita amichevole tra l’U.S. Castiglionese e la squadra locale.

“Con 3 ore circa di viaggio raggiungiamo Lampedusa, un’opportunità per questa terra meravigliosa ma anche per il nostro indotto turistico-ricettivo” spiega il sindaco Mario Agnelli.

Noi andiamo sempre dietro a queste nuove nicchie di mercato” afferma Teodosio Longo, CEO della compagnia aerea HelloFly che aggiungeLampedusa è un’isola meravigliosa ed offre tantissimo tra turismo, cultura e storia. Ogni venerdì dal 28 giugno al 5 ottobre con un volo diretto da Perugia in un’ora e mezzo atterriamo nella splendida Isola.

“Il gemellaggio tra Castiglion Fiorentino e Lampedusa rappresenta una importante opportunità per rafforzare i legami tra le comunità e promuovere il turismo e lo sviluppo economico. Per questo il Comune di Perugia è ben felice di essere coinvolto in questa iniziativa vista la nuova rotta aerea Perugia – Lampedusa che permetterà di rendere ancora più vicini questi territori” dichiara l’assessore Assessore al Turismo, Sviluppo Economico e Partecipazione del Comune di Perugia,Gabriele Giottoli.

All’indomani del conferimento al sindaco Filippo Mannino del Premio San Michele d’Oro come riconoscimento per l’impegno sostenuto dalla comunità in prima linea negli sbarchi degli immigrati, si è ulteriormenteconsolidata l’amicizia tra le due cittadine con l’obiettivo di proseguire il rapporto di scambi sociali, culturali e anche turistici. Il 27 novembre, infatti, è stato deliberato il “Patto di Amicizia” tra Castiglion Fiorentino e Lampedusa per la “sperimentazione di forme di valorizzazione integrata negli ambiti dell’inclusione e della crescita sociale” – così recita il testo – “al fine di suggellare il rapporto sorto tra la comunità castiglionese e quella lampedusana e linosana; i due enti si impegnano a definire programmi pluriennali ed iniziative in campo culturale e sociale che prevedono il coinvolgimento delle scuole, ma anche di carattere sportivo oltre che operazioni di carattere turistico”.

“Siamo contenti per questo Patto di Amicizia con la città di Castiglion Fiorentino altresì siamo contenti di questa nuova tratta che permetterà ai turisti di venire da noi ma soprattutto permetterà ai lampedusani di conoscere il vostro territorio così ricco di storia e di bellezze artistiche” afferma Vincenzo Cantafia, assessore al Turismo di Lampedusa

Il progetto rappresenta, dunque, una sfida per l’isola sia per uscire dalle difficoltà legate alla gestione degli sbarchi e dell’emergenza immigrazione che per iniziare un nuovo e vivace percorso di rinascita sociale, economico e turistico.

Disponibilità da parte dei direttore dell’aeroporto di Perugia, Umberto Solimeo, e quello di Lampedusa, Biagio Picarella, nel realizzare questo nuovo programma per l’estate 2024.

Quel conferimento del Premio San Michele d’Oro da parte del sindaco Mario Agnelli al collega Mannino, oggi, quindi, ha un sapore diverso: quello della fratellanza che accorcia le distanze, della speranza per il futuro migliore, del riscatto di un Isola che vuole passare alla storia per le sue spiagge incontaminate di sabbia bianca, di acque cristalline e di fondali incontaminati oltre che per l’accoglienza di un popolo, qual è quello siciliano.

Volevamo dare un seguito al gemellaggio istituzionale che si è consolidato in un rapporto di amicizia promuovendo sia l’isola di Lampedusa che Castiglion Fiorentino e la Toscana. La disponibilità della U.S. Castiglionese e della squadra locale di Lampedusa permetterà una partita amichevole decisamente suggestiva direi anche speciale” conclude il sindaco Mario Agnelli.