fbpx

Borghi più belli d’Italia, a Lucignano il prossimo Festival nazionale

Passaggio del testimone a Lucignano. Il Sindaco, ieri in Abruzzo: “nel 2023 gli oltre 300 borghi nostri ospiti, gioia e responsabilità”

Si è appena conclusa la XIV edizione del Festival nazionale de I Borghi più belli d’Italia ad Abbateggio e Caramanico Terme, a ridosso della maestosa Majella, in Abruzzo e già lo sguardo è volto all’edizione del 2023.
Un’edizione che riguarda la Toscana e specificamente il comune di Lucignano, dal 2019 membro dell’omonima associazione e che il prossimo anno ospiterà il Festival.

Il passaggio di consegna tra i borghi di Abbateggio e Caramanico Terme con la perla della Valdichiana, così definita anche grazie al suo straordinario ed immutato esempio di urbanistica medioevale con un impianto a forma ellittica ad anelli viari concentrici, è avvenuto domenica 11 settembre, al termine di una tre giorni, ricca di convegni su temi di grande attualità per l’eterogeneo mondo dei Borghi più belli d’Italia e di proposte culturali che hanno rappresentato cultura ed identità del territorio abruzzese.

Presenti delegazioni delle venti regioni italiane, suddivide in stand, che hanno offerto – dal 9 all’11 settembre – la migliore rappresentazione del proprio territorio, attraverso le eccellenti armi della promozione a loro disposizione (visiva, cartacea, enogastronomica e storica), fornendo così uno spaccato dell’intero territorio italiano fatto di autenticità, rispetto, ma anche di impegno civico e valoriale perché i Borghi non siano soltanto belli nella loro rappresentazione estetica esteriore – incredibili gioielli del nostro patrimonio culturale italiano! – ma lo siano, sempre più, nella loro anima, nella loro capacità di accogliere le sfide che la contemporaneità pone (e sono molte, a cominciare dallo spopolamento e dai servizi comuni, passando dalle infrastrutture) e maturino ulteriormente coraggiosa consapevolezza della loro capacità intrinseca, perché radicata nell’identità valoriale che essi rappresentano, di poterle vincere.
Roberta Casini, sindaco di Lucignano, nell’accogliere il passaggio di consegna dai sindaci di Abbateggio e Caramanico Terme per la prossima edizione del Festival, non ha nascosto la propria emozione: “Accolgo con gioia il testimone per l’appuntamento dl 2023 di questa straordinaria kermesse che riunisce gli oltre trecento Borghi italiani che costituiscono l’associazione – ha dichiarato il sindaco. Con gioia e con fierezza di ospitare a Lucignano, nel mio Borgo, questa manifestazione, certa che faremo tutto il possibile per rendere indimenticabile l’edizione 2023. Non posso, tuttavia, sottacere – conclude il sindaco – il senso di responsabilità che, oggi, accettando il testimone, mi assumo per Lucignano e la Toscana: sarà un grande impegno per ciascuno di noi, per tutti i ventisette Borghi toscani aderenti all’associazione, e – sia pure con umiltà – so di poter affermare che porteremo a compimento questo impegno nello spirito di servizio che guida il nostro cammino amministrativo e nella volontà di poter offrire all’intera Toscana un ulteriore contributo perchè sia sempre più terra bella, accogliente, sostenibile, vivibile nelle città così come nei piccoli Borghi”.

Parole che hanno trovato eco in Elisabetta Giudrinetti, coordinatore e presidente dell’associazione de I Borghi più belli d’Italia in Toscana, che ha donato ai due sindaci di Abbateggio e Caramanico Terme due piante d’olivo “nel raccogliere il vostro testimone per il prossimo Festival, ringraziando per il vostro impegno, i Borghi toscani desiderano rimanere idealmente sempre con voi: lo facciamo con un simbolo della nostra Toscana, due piante d’olivo che rappresentano il nostro territorio, chiedendovi di piantarle qui e di seguirne la crescita. Ogni foglia nuova che ricoprirà queste piante – ha concluso Giudrinetti – è un abbraccio simbolico tra i nostri Borghi”.

Hanno partecipato al Festival i Borghi toscani di Poppi, Raggiolo, Loro Ciuffenna, Castiglione di Garfagnana, Suvereto, Campiglia Marittima, Montescudaio, Buonconvento, oltre – naturalmente – a Lucignano.

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
ASSEMBRAMENTI DI STUDENTI, CHIESTA LA SOPPRESSIONE DELLE FERMATE 

👦🏼🚍Assembramenti di studenti lungo la Sr71, inviata lettera ad Autolinee Toscana per chiedere la soppressione della fermata negli orari di punta per motivi di sicurezza stradale 👇

https://www.sr71.it/2022/09/30/assembramenti-di-studenti-lungo-la-sr71-inviata-lettera-ad-autolinee-toscana-per-chiedere-la-soppressione-della-fermata-negli-orari-di-punta/

ASSEMBRAMENTI DI STUDENTI, CHIESTA LA SOPPRESSIONE DELLE FERMATE

👦🏼🚍Assembramenti di studenti lungo la Sr71, inviata lettera ad Autolinee Toscana per chiedere la soppressione della fermata negli orari di punta per motivi di sicurezza stradale 👇

www.sr71.it/2022/09/30/assembramenti-di-studenti-lungo-la-sr71-inviata-lettera-ad-autolinee-tosca...
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Gli sopprimono un sacco di corse costringendoli a fare a gara ad entrare negli autobus in stile Fantozziano, poi si lamentano che sono in troppi alla fermata...🤦‍♂️😂

Ma basta avete rotto il cazzo...ma scrivete cose serie...Giornale da 4 Soldi

NASCE LA STAZIONE CORTONA “CENTRO”

🚆🚌 Dal 15 ottobre sarà possibile acquistare biglietti per la nuova destinazione “Cortona Centro” sui sistema di vendita Trenitalia, sia alla biglietteria che sul sito web.

I viaggiatori potranno quindi, attraverso la logica intermodale treno+bus, raggiungere la stazione ferroviaria “virtuale” Cortona “centro”: in un solo click con la coincidenza calcolata tra la corsa in su gomma e su ferrovia.

🎤 le interviste a Marco Trotta direttore Trenitalia DR Toscana, Silvia Spensierati assessore ai
Trasporti del Comune di Cortona, Luciano Meoni sindaco di Cortona, l’assessore ai Trasporti della Regione Toscana Stefano Baccelli e Gianni Bechelli presidente Autolinee Toscane
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Evvivaaaa

Ma prevedere un bel piano risanatore per le stazioni ferroviarie esistenti quali Terontola e Camucia anziché dedicarsi a certe discutibili novità? Cortona centro, come la chiamate voi non può fare a meno di quelle stazioni in cui i treni fanno scalo tra degrado,edifici pericolanti e mancanze strutturali!!!

finalmente! bravi!

E alle dieci di sera dov'è il bus da terontola a Cortona? Ne mettete uno nuovo?

AVEVA COCAINA PARI A UN MILIONE DI EURO, ARRESTATO ALL’AEROPORTO 

Era appena rientrato in Italia dopo mesi trascorsi all’estero e viene arrestato all’aeroporto di Perugia dai Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Foligno. Nei suoi confronti, infatti, gravava un Ordine di Custodia Cautelare emesso dall’Autorità Giudiziaria di Spoleto per reati in materia di stupefacenti, cui l’uomo si era sottratto fuggendo nel suo paese d’origine. Al momento è stato collocato agli arresti domiciliari in attesa degli sviluppi della vicenda, che si innesta nell’attività d’indagine che aveva portato, nel gennaio scorso, al ritrovamento di 17 kg di cocaina occultati in un garage di Foligno, oltre a circa 70.000 Euro in denaro contante.
L’indagine, originata nell’aretino dall’attività svolta dal Nucleo Operativo Radiomobile di Arezzo, aveva condotto gli inquirenti a Foligno ove, in collaborazione coi Carabinieri di Foligno, erano state eseguite alcune perquisizioni nei confronti di persone residenti in loco, rinvenendo l’enorme quantitativo di sostanza appena precisato che, rivenduta sul mercato, avrebbe portato ad un guadagno per la malavita senz’altro superiore al milione di Euro.
In quell’occasione l’odierno arrestato era stato trovato in possesso di circa 13.000 Euro di denaro contante e sulla vettura dallo stesso utilizzata era stato scoperto un doppio fondo, sotto il sedile anteriore, presumibilmente utilizzato per l’occultamento della droga che, in quel momento, non era presente all’interno.

AVEVA COCAINA PARI A UN MILIONE DI EURO, ARRESTATO ALL’AEROPORTO

Era appena rientrato in Italia dopo mesi trascorsi all’estero e viene arrestato all’aeroporto di Perugia dai Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Foligno. Nei suoi confronti, infatti, gravava un Ordine di Custodia Cautelare emesso dall’Autorità Giudiziaria di Spoleto per reati in materia di stupefacenti, cui l’uomo si era sottratto fuggendo nel suo paese d’origine. Al momento è stato collocato agli arresti domiciliari in attesa degli sviluppi della vicenda, che si innesta nell’attività d’indagine che aveva portato, nel gennaio scorso, al ritrovamento di 17 kg di cocaina occultati in un garage di Foligno, oltre a circa 70.000 Euro in denaro contante.
L’indagine, originata nell’aretino dall’attività svolta dal Nucleo Operativo Radiomobile di Arezzo, aveva condotto gli inquirenti a Foligno ove, in collaborazione coi Carabinieri di Foligno, erano state eseguite alcune perquisizioni nei confronti di persone residenti in loco, rinvenendo l’enorme quantitativo di sostanza appena precisato che, rivenduta sul mercato, avrebbe portato ad un guadagno per la malavita senz’altro superiore al milione di Euro.
In quell’occasione l’odierno arrestato era stato trovato in possesso di circa 13.000 Euro di denaro contante e sulla vettura dallo stesso utilizzata era stato scoperto un doppio fondo, sotto il sedile anteriore, presumibilmente utilizzato per l’occultamento della droga che, in quel momento, non era presente all’interno.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Rimango sempre dell'idea che i lavori forzati siano un deterrente più che valido.

Ai domiciliari che ma che deve fa per andare in galera a vita pane acqua andare a rubare in un pollaio

E ancora co sti arresti domiciliari, galera, galera subito signor giudice. In attesa di ... che scappi ?

Ma sicuro sarà entrato uno con più merce

MAXI RITARDI 

Trasporto ferroviario, maxi ritardi sulla linea Firenze Roma, di cui fa parte anche la stazione di Arezzo. 

I disagi sono stati causati da un guasto sulla linea elettrica dopo il passaggio di un treno a Settebagni.  Si sono quindi accumulati ritardi consistenti, anche superiori ad un’ora durante tutto il pomeriggio. 

Al momento le frecce in direzione Firenze e Roma che dovranno fare tappa anche ad Arezzo mantengono un ritardo di circa mezz’ora. Così come alcuni regionali e intercity.

MAXI RITARDI

Trasporto ferroviario, maxi ritardi sulla linea Firenze Roma, di cui fa parte anche la stazione di Arezzo.

I disagi sono stati causati da un guasto sulla linea elettrica dopo il passaggio di un treno a Settebagni. Si sono quindi accumulati ritardi consistenti, anche superiori ad un’ora durante tutto il pomeriggio.

Al momento le frecce in direzione Firenze e Roma che dovranno fare tappa anche ad Arezzo mantengono un ritardo di circa mezz’ora. Così come alcuni regionali e intercity.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Mi è venuto in mente ora.... Ma i prezzi dei biglietti raddoppiano? Con quello che costa la corrente

SEMPRE PIÙ GREEN

💦💚Nuove Acque sempre più green, nel 2021 risparmiato quasi mezzo milione di metri cubi di acqua prelevato dall’ambiente 👇

https://www.sr71.it/2022/09/29/nuove-acque-sempre-piu-green-nel-2021-risparmiato-quasi-mezzo-milione-di-metri-cubi-di-acqua-prelevato-dallambiente/

SEMPRE PIÙ GREEN

💦💚Nuove Acque sempre più green, nel 2021 risparmiato quasi mezzo milione di metri cubi di acqua prelevato dall’ambiente 👇

www.sr71.it/2022/09/29/nuove-acque-sempre-piu-green-nel-2021-risparmiato-quasi-mezzo-milione-di-m...
... See MoreSee Less

USI E COSTUMI DI UN TEMPO

A Lucignano  in arrivo un fine settimana alla riscoperta di arti, mestieri, scene di vita quotidiana tra fine ‘800 e i primi del’900. C’è anche un matrimonio d’epoca

https://www.sr71.it/2022/09/29/memorie-del-passato-lucignano-torna-agli-usi-e-costumi-di-un-tempo/

Comune di Lucignano

USI E COSTUMI DI UN TEMPO

A Lucignano in arrivo un fine settimana alla riscoperta di arti, mestieri, scene di vita quotidiana tra fine ‘800 e i primi del’900. C’è anche un matrimonio d’epoca

www.sr71.it/2022/09/29/memorie-del-passato-lucignano-torna-agli-usi-e-costumi-di-un-tempo/

Comune di Lucignano
... See MoreSee Less

Load more