fbpx

Locali fra degrado e spaccio, serie di controlli fra Arezzo e Sansepolcro

Nel corso della giornata di ieri la Polizia di Stato ha effettuato servizi straordinari di controllo del territorio nel centro cittadino di Arezzo e nel Comune di Sansepolcro finalizzati al contrasto dei reati soprattutto quelli legati alla “malamovida” e quelli inerenti gli stupefacenti. I controlli sono stati realizzati anche con la partecipazione della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale e si sono concentrati nelle zone del centro cittadino di Arezzo e nel centro storico di Sansepolcro ove è stato impiegato anche un team di cinofili antidroga della Questura di Firenze. Le attività condotte ieri fanno parte di una strategia di più ampio respiro condivisa in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica ed adottata con il coordinamento operativo del Questore, sia per incrementare il livello di sicurezza effettiva, sia, in questo particolare momento storico, per monitorare l’osservanza della normativa di contenimento pandemico. Controlli specifici sono stati infatti effettuati nei locali pubblici oggetto di segnalazioni e lamentele da parte dei cittadini, che hanno portato a sanzionarne uno ai sensi dell’articolo 4 co. 1 DL 19/20. Le verifiche con il team specialistico antidroga hanno invece riguardato le zone dove maggiormente ci sono state segnalazioni di spaccio di sostanze stupefacente. Proseguiranno le attività di controllo straordinarie con un potenziamento dei servizi anche durante le prossime settimane su più fronti: ordine pubblico, contrasto alla criminalità, ma anche verifiche sulle mascherine e sul loro corretto utilizzo, specie nei luoghi di assembramento e lì dove è prevista la certificazione verde Covid obbligatoria.