fbpx

Dal mercato di Campagna Amica alla tavola dei bisognosi. Iniziativa sociale di Coldiretti

Gli agricoltori aretini in soccorso dei nuovi poveri. Presentata questa mattina presso la sede del nuovo Mercato coperto di Campagna Amica in via Mincio, 3 l’iniziativa di solidarietà promossa da Coldiretti, Campagna Amica, Filiera Italia e Codacons con la partecipazione delle più rilevanti realtà economiche e sociali del Paese.

“L’obiettivo – spiega Lidia Castellucci, Presidente Coldiretti Arezzo – è dare la possibilità a tutti di gustare il meglio della gastronomia tricolore e toscana per ricordare che insieme all’emergenza sanitaria bisogna combattere quella economica ed occupazionale. La povertà purtroppo coinvolge, anche a causa della pandemia, sempre più famiglie che sono davvero molte a triste conferma di un disagio economico, e quindi sociale, in espansione. Come associazione proseguiamo con la distribuzione dei pacchi così come abbiamo iniziato a fare dal 2020. Ci preme evidenziare ancora una volta il ruolo chiave degli agricoltori – asserisce il Presidente Castellucci – che affermano la continuità delle attività economiche e solidali delle loro aziende oltre ad un prodotto sano e garantito al cittadino consumatore finale”.

Secondo l’ultimo dossier Caritas le fasce più in difficoltà sono i giovani, gli stranieri e le famiglie numerose. L’indice di povertà individuale è passato dal 7,7% all’8,5% nel 2020. I nuovi poveri sono 16 mila in più rispetto ad un anno prima.

“I pacchi degli agricoltori – spiega Leonardo Belperio Presidente Agrimercato Arezzo – saranno distribuiti ad Arezzo ai nuclei famigliari in stato di bisogno individuati grazie alla collaborazione con le Associazioni Alò Saione e Donne Insieme, realtà che come il nostro mercato hanno sede qui a Saione proprio per testimoniare l’impegno condiviso ed il ruolo sociale di una collaborazione come questa. Stamani partiranno anche per le vallate aretine i pacchi che saranno consegnati ad alcuni comuni che si faranno carico, insieme ai servizi sociali, della distribuzione nei territori. Ogni famiglia è destinataria di un pacco di oltre 50 chili con prodotti 100% Made in Italy: dalla pasta ai legumi, dalla passata di pomodoro alle lenticchie, dal prosciutto crudo alla farina, dal Grana Padano al Parmigiano Reggiano, dal Provolone al latte UHT, dall’olio extra vergine di oliva alla mortadella, dalla carne in scatola al mascarpone, dai biscotti per bambini agli omogeneizzati per un totale di oltre 5 tonnellate di cibo”.

Alla conferenza stampa hanno inoltre preso parte oltre al Presidente Castellucci ed al Presidente Belperio, il Delegato Giovani Impresa Francesca Lombardi, la Responsabile Donne Impresa Elena Bertini, il Direttore di Coldiretti Raffaello Betti, il Presidente dell’Associazione Alò Saione Debora Testi e la Presidente dell’Associazione Donne Insieme Bruna Cantaluppi.

“Aló Saione nasce dal quartiere per il quartiere – afferma il Presidente Testi – la lodevole iniziativa di Coldiretti ci permette di occuparci in modo concreto delle necessità dei nostri residenti, e ci consente di fare un primo passo al servizio della comunità”.

Oltre ad Alò Saione anche l’Associazione Donne Insieme con la sua Presidente Cantaluppi all’incontro “La solidarietà ha molte facce e Campagna Amica con le associazioni di volontariato crea una sinergia che tiene conto della difficile realtà del territorio e rappresenta un valore aggiunto poiché volontariato e impresa condividono l’attenzione al territorio con la solidarietà che risponde ai bisogni di persone in difficoltà soprattutto in questo momento di grande fragilità”.