fbpx

Il Natale di cartapesta, a Foiano un presepe speciale e tanti appuntamenti per celebrare le feste

L’inaugurazione ufficiale delle feste natalizie avrà luogo sabato 11 dicembre a Foiano quando si potrà assistere all’accensione dell’albero, delle luci e delle scenografie natalizie che da qualche anno colorano il centro storico di Foiano durante le feste. Verrà poi inaugurato il presepe di cartapesta che sfoggerà nuovi personaggi ad altezza naturale realizzati dai Cantieri del Carnevale di Foiano.
Ogni fine settimana ci saranno poi iniziative dedicate ai bambini con spettacoli di strada, giocoleria, clownerie, teatro dei burattini oltre che iniziative musicali con le associazioni del territorio, tra le quali ricordiamo in particolare il Concerto di Santa Cecilia organizzato dalla Filarmonica Mascagni, il concerto per i 10 anni del coro giovanile organizzato dall’Associazione Effetti Sonori, il Concerto di Natale organizzato dal Gruppo Polifonico
Foianese.
Sabato 6 gennaio torna la tradizionale Befana dei Cantieri organizzata dall’Associazione Carnevale di Foiano. Evento che chiuderà il periodo natalizio per passare il testimone alla nuova edizione del Carnevale.
Per tutto il periodo delle feste sarà inoltre possibile portare le letterine natalizie presso la Casa di Babbo Natale a Pozzo della Chiana all’interno dell’installazione realizzata da “Associazione per il Pozzo”.
«Un Natale organizzato in collaborazione con tante Associazioni del territorio», ha commentato il Vice Sindaco Jacopo Franci, «non mancheranno eventi ludici e di intrattenimento dedicato ai più piccoli assieme alla buona musica e alla valorizzazione del nostro patrimonio artistico.»
Soddisfatto Stefano Scricciolo rappresentante di Ascom “Belle iniziative Natalizie a Foiano che vedono coinvolte molte Associazioni del paese. Grazie all’;impegno dell’Amministrazione Comunale che bisogna ringraziare anche per le luminarie che rallegrano il paese e la frazione di Pozzo. L'augurio è che queste iniziative possano
vedere tanti Foianesi in giro per il paese, magari anche a fare acquisti nei nostri negozi, negozi non virtuali, sarebbe un aiuto ai nostri commercianti e al paese tutto”.