fbpx

La vendetta dell’intimità violata. Esperti a confronto con Pronto Donna sul reato di «Revenge Porn»

Il 16 Ottobre, al Centro Convegni Sant’Agostino, patrocinato dall’associazione «Lions Corito Clanis Club Cortona» e diretto dall’Associazione «ProntoDonna» di Arezzo, si è tenuto l’incontro «Educare alla non violenza». Ma cosa si intende con questo? Hanno partecipato la presidente del centro anti-violenza «ProntoDonna», Loretta Gianni; la presidente del Lions Club, Monia Daviddi, il sindaco di Cortona, Luciano Meoni, Ginetta Matracchi e Giuliana Lacrimini del Centro studi psicologia Comete, oltre al magistrato Elisabetta Jannelli, Silvia Bucci, operatrice Pronto Donna, Paola Martini e Rita Novelli dei LC Corito Clanis. 

Negli ultimi 12 mesi i dati relativi agli accessi al Centro Anti Violenza sono in linea con quelli dell’anno precedente, circa 350, ma sono in crescita quelli più gravi, ovvero che richiedono la protezione immediata della donna vittima di violenza.

Un’altra ospite al Convegno è stata la Vice-Presidente di ProntoDonna, Piera Santoro, che ha parlato di uno dei fenomeni di violenza più tristemente in voga degli ultimi anni: il «Revenge Porn». Viene definito come una nuova frontiera per quello che riguarda la violenza di genere.

Di che cosa si tratta?

«Per Revenge Porn – spiega Santoro – si intende quella pratica di diffondere sulle piattaforme social o sulle chat, foto/video dove è presente un contenuto sessualmente esplicito, e senza il consenso della persona che viene immortalata nell’atto in questione. Una sorta di vendetta pornografica».

Complice anche la situazione pandemica, c’è da dire che negli ultimi anni questo tipo di violenza è andato dilagando, soprattutto aiutata dalle piattaforme social e purtroppo si registrano dei casi anche tra ragazzi di 12 anni. Il problema sostanziale di questo tipo di violenza è la sua diffusione, che nel mondo di oggi è velocissima. Si basa essenzialmente sulla «vendetta», quindi il vendicarsi sul proprio partner, magari per un litigio o per essere stato lasciato. 

Ma è considerato un reato? 

«Da pochi anni sì – prosegue Santoro – il Revenge Porn viene considerato un reato a sé stante, la norma è stata introdotta ad Agosto 2019 nel nostro ordinamento, con la legge “Codice Rosso” [art. 612-ter], subito dopo il reato di Stalking. Punisce sia chi diffonde il materiale, sia chi lo riceve, quindi anche chi lo ricondivide in ulteriori chat o canali social. Tra l’altro c’è anche l’aggravante per il partner in quanto implicato in un rapporto sentimentale/amoroso con la vittima. Ovviamente la pena ricade sia sul lato economico che sulla reclusione. Il problema si aggrava nel caso in cui venga caricato sul “Dark Web” considerando che è quasi impossibile rimuovere questo tipo di materiali».

E come ci si comporta quando si è vittima di Revenge Porn? 

«Molti social ad oggi riescono ad arginare il caricamento di questi materiali – dichiara Santoro – Si può agire tramite il social direttamente, come Facebook o Intagram, che hanno proprio dei protocolli da compilare per poter bloccare la visualizzazione di questi contenuti e di denunciare anche attraverso la Polizia postale. E, nell’ambito di Pronto Donna e a fronte di questo tipo di violenza, offriamo alle donne assistenza legale, così da poter procedere con la denuncia. Anche se ovviamente la cosa più consigliabile è quella di denunciare alle autorità competenti».

Martina Concordi

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
UN PROGETTO DI INTEGRAZIONE SOCIALE

UN PROGETTO DI INTEGRAZIONE SOCIALE

🍷Sabato 24 settembre si è tenuta la cena della vendemmia presso le cantine dell’azienda vinicola Icario.

👬L’evento è stato un’occasione per raccontare l’importante progetto di integrazione sociale realizzato dall’associazione L’Arca di Monte San Savino, un progetto che ha permesso ai ragazzi disabili del centro comunale L’Arca di lavorare alla vendemmia nelle vigne di Icario, fianco a fianco agli agricoltori.

🎤Le interviste nel servizio di Emma Migliacci a Cristina Del Novanta, responsabile coordinatrice del centro comunale L’’Arca, Helmut Rothenberger, proprietario Icario Winery e Luigi Pagoni, general manager di Icario
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Brava, complimenti

complimenti

COPPA ITALIA DI ENDURO

UN FINE SETTIMANA CON LA COPPA ITALIA DI ENDURO

🏍47 chilometri di percorso e 3 prove speciali. Sono questi i numeri degli Assoluti D’Italia e della Coppa Italia di Enduro in programma a Castiglion Fiorentino l’1 e il 2 ottobre

📹Novità assoluta per la competizione sarà la diretta streaming con telecamere installate su tutto il percorso comprese le prove speciali. A fare da apripista il sabato, Gioele Meoni, impegnato, tra l’altro nel progetto sportivo-umanitario denominato “Dakar 4 Dakar

🎤 le interviste a Gioele Meoni e Massimo Segantini, presidente motoclub Fabrizio Meoni di Castiglion Fiorentino
... See MoreSee Less

UN SUCCESSO PER CORTONA ON THE MOVE

UN SUCCESSO PER CORTONA ON THE MOVE

📸Grande affluenza post Covid per Cortona On The Move, quando mancano pochi giorni alla conclusione del festival internazionale di fotografia sono oltre 21 mila gli ingressi registrati alla biglietteria, mille in più rispetto al dato conclusivo del 2021

🎤 le interviste a Veronica Nicolardi, direttrice del festival e Luciano Meoni, sindaco di Cortona

Comune di Cortona
... See MoreSee Less

MACCHINA A FUOCO

Macchina a fuoco nella zona industriale di San Zeno. Nessuna persona coinvolta secondo quanto si apprende. La dinamica è ancora da ricostruire. Sul posto i vigili del fuoco. È successo verso le 18:45. 

in aggiornamento

MACCHINA A FUOCO

Macchina a fuoco nella zona industriale di San Zeno. Nessuna persona coinvolta secondo quanto si apprende. La dinamica è ancora da ricostruire. Sul posto i vigili del fuoco. È successo verso le 18:45.

in aggiornamento
... See MoreSee Less

🔴AUTO SI RIBALTA, UNA PERSONA SBALZATA FUORI

Incidente lungo la A1. Auto si ribalta e una persona viene sbalzata fuori. In tre al pronto soccorso in codice rosso 

Alle  ore 16.23 nellautostrada A1 direzione nord al km 282, tra uscite Valdichiana e Monte San Savino si è verificato un incidente con unauto che si è ribaltata. Coinvolte tre persone di cui una sbalzato fuori dallauto. 
Sul posto ambulanza della Croce Verde di  Chianciano Terme, ambulanza della Pubblica Assistenza di Foiano della Chiana  e della Misericordia di Lucignano. 
Tutti e 3 i pazienti (un uomo di 63 anni e due donne, una di 84 e una di 63)  sono stati trasportati presso ospedale Le Scotte di Siena in codice rosso

Immagine di repertorio

🔴AUTO SI RIBALTA, UNA PERSONA SBALZATA FUORI

Incidente lungo la A1. Auto si ribalta e una persona viene sbalzata fuori. In tre al pronto soccorso in codice rosso

Alle ore 16.23 nell'autostrada A1 direzione nord al km 282, tra uscite Valdichiana e Monte San Savino si è verificato un incidente con un'auto che si è ribaltata. Coinvolte tre persone di cui una sbalzato fuori dall'auto.
Sul posto ambulanza della Croce Verde di Chianciano Terme, ambulanza della Pubblica Assistenza di Foiano della Chiana e della Misericordia di Lucignano.
Tutti e 3 i pazienti (un uomo di 63 anni e due donne, una di 84 e una di 63) sono stati trasportati presso ospedale Le Scotte di Siena in codice rosso

Immagine di repertorio
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Sono 2 in una settimana fra chiusi ed Arezzo

Dio aiuta

Velocità distanza di sicurezza e cellulare. La gente deve lavorare su se stessa.

Sempre quel tratto

La Polizia un c'è mai .....

View more comments

CASA A FUOCO, AL PRONTO SOCCORSO 81ENNE

Alle  ore 17 in una abitazione a Sansepolcro in via Agio Torto si è verificato un incendio, per cause in via di accertamento, che ha coinvolto una persona, una donna di 81 anni.
La paziente è stata trasportata in codice giallo allospedale della Valtiberina. 
Sul posto Auto infermierizzata di Sansepolcro, ambulanza della misericordia di  Sansepolcro, Vigili del Fuoco e carabinieri.

Immagine di repertorio

CASA A FUOCO, AL PRONTO SOCCORSO 81ENNE

Alle ore 17 in una abitazione a Sansepolcro in via Agio Torto si è verificato un incendio, per cause in via di accertamento, che ha coinvolto una persona, una donna di 81 anni.
La paziente è stata trasportata in codice giallo all'ospedale della Valtiberina.
Sul posto Auto infermierizzata di Sansepolcro, ambulanza della misericordia di Sansepolcro, Vigili del Fuoco e carabinieri.

Immagine di repertorio
... See MoreSee Less

Load more