fbpx

Match for Life, la partita di beneficenza fra la selezione Meoni e la Nazionale infermieri apre il Premio Fair Play

Si intitola “Match For Life” l’iniziativa benefica che inaugurerà la tre giorni del XXV Premio Internazionale Fair Play Menarini: una partita di calcio di solidarietà che si terrà lunedì 30 agosto, alle ore 18.30, allo stadio “Emanuele Faralli” di Castiglion Fiorentino. Nato da un’idea del sindaco del Comune di Castiglion Fiorentino, Mario Agnelli, con la volontà di sostenere i progetti della Fondazione Fabrizio Meoni Onlus e omaggiare la memoria del grande campione castiglionese e della figlia Chiara, prematuramente scomparsa, il match vedrà scendere in campo due squadre di eccezione: la Selezione Meoni, formata da sportivi e personaggi dello spettacolo, e la neonata Nazionale Italiana Infermieri che, lo scorso 12 agosto, ha affidato il ruolo di commissario tecnico a Sinisa Mihajlovic.

“Il Match For Life interpreta nel migliore dei modi lo spirito di solidarietà per cui è nata questa partita – ha esordito il sindaco di Castiglion Fiorentino, Mario Agnelli, durante la conferenza stampa di presentazione – Un’occasione che sintetizza, e ricorda a tutti, la profonda umanità dimostrata dalla famiglia di Fabrizio Meoni, lo spirito di altruismo e coraggio rappresentato dalla Nazionale Italiana Infermieri, guidata da un uomo simbolo come Sinisa Mihajlovic, e i valori del Premio Fair Play Menarini che non poteva aprire in modo migliore, a Castiglion Fiorentino, l’importante edizione del suo venticinquennale”.

Capitanata dal grande campione aretino Daniele Bennati che, nel 2019 ha ricevuto il Premio Fair Play nella categoria “Fair play modello di vita”, il team della Selezione Meoni vedrà giocare tra le sue fila illustri campioni del passato e personaggi del calibro di Amedeo Carboni, Fabio Galante, Guido Carboni, Roberto Muzzi, Evaristo Beccalossi, Ringo DJ, Davide Moscardelli, Giovanni Galli, Francesco Colonnese, Juri Chechi, Stefano Butti, Marco Carrara, Andrea Mangoni, Horacio Erpen, Pino Pellicanò, Massimiliano Benassi, Marco Sansonetti, Paolo Bettini, Alessandro Ballan, Filippo Pozzato, Michele Bartoli, Rinaldo Nocentini, Ivan Basso e Davide Cassani.

“Dopo la tragica scomparsa di Chiara, assieme a Mario abbiamo pensato di organizzare una partita benefica che potesse coinvolgere diversi personaggi sportivi a favore di una buona causa – ha raccontato il ciclista Daniele Bennati che il 30 agosto giocherà con la fascia da capitano al braccio; – mi sono, quindi, immediatamente attivato con tanto entusiasmo per contattare molti campioni che hanno, fin da subito, dato la loro disponibilità e siamo ancora più felici di affrontare questo incontro insieme alla Nazionale Italiana Infermieri guidata dal grande Sinisa.”

Aggiunge inoltre l’ex calciatore e allenatore Fabrizio Ravanelli: “Tornare a calcare un campo da calcio è sempre una grande emozione; lo è ancora di più saper di giocare a favore di una causa che vale la pena essere sostenuta, e contro un avversario nobile come la categoria degli infermieri che, nei difficili mesi della pandemia, ha giocato una partita per la vita di grandissimo valore”.

A raccogliere la sfida di beneficenza lanciata dalla Selezione Meoni, è stata la Nazionale Italiana Infermieri, la rappresentativa calcistica di recente formazione della FNOPI (Premio speciale Fair Play Menarini 2020 per l’impegno civile e sociale) che, proprio in occasione di Match For Life, scenderà in campo per il suo primo impegno ufficiale. Capitanata da Daiana Campani, la squadra avrà tra i convocati quegli stessi infermieri che, da Nord a Sud, in questi mesi di pandemia hanno dato il loro fondamentale contributo alla lotta al Covid-19 aiutando quotidianamente i cittadini.

“Per noi il bene di pazienti e cittadini viene prima di tutto: per questo, pur consci del delicatissimo momento che stiamo vivendo, abbiamo accettato immediatamente l’invito a giocare questa partita – spiega Barbara Mangiacavalli, presidente della FNOPI, la Federazione che rappresenta in Italia gli oltre 456mila infermieri iscritti all’Ordine – Gli infermieri rappresentano la categoria professionale più colpita dal virus per questo, da più di un anno, il nostro fondo di solidarietà #NoiConGliInfermieri sta dando risposte ai colleghi in difficoltà e alle famiglie degli infermieri deceduti a causa del virus: in tantissimi ci sono stati vicini e hanno contribuito ad alimentare questo fondo, ma questa emergenza non deve farci dimenticare le tante zone d’ombra presenti ancora nel nostro pianeta, dove alla pandemia si affiancano sacche di povertà e disagio sociale”.

E se il vero significato dell’iniziativa Match for Life è davvero quello di lottare uniti per la vita, i proventi raccolti nell’ambito dell’iniziativa saranno destinati a sostenere i progetti avviati in Sierra Leone dalla Fondazione Meoni, un’organizzazione umanitaria che opera a diverse latitudini del continente africano. Sarà possibile aderire alla raccolta fondi promossa dalla manifestazione acquistando il 30 agosto il biglietto per assistere alla partita o effettuando una donazione a favore della Fondazione Fabrizio Meoni Onlus (coordinate bancarie rintracciabili al link http://www.fondazionefabriziomeoni.it/index.php/donazioni). I biglietti di Match For Life saranno disponibili in prevendita già da martedì 24 agosto presso la Pro Loco di Castiglion Fiorentino, in orario

“Non poteva esserci iniziativa migliore di questa per inaugurare la tre giorni del Premio Internazionale Fair Play Menarini – ha dichiarato Angelo Morelli, presidente del comitato organizzatore – Un evento benefico di grande portata che avesse come destinataria la Fondazione Meoni è sempre stato un nostro obiettivo e siamo orgogliosi che i proventi di Match For Life servano per finanziare un progetto ambizioso e di carattere umanitario in quella terra d’Africa tanto amata da Fabrizio, diventato Ambasciatore del Fair Play nel 1998. Quando il sindaco Agnelli, dopo la prematura scomparsa di Chiara Meoni, ci ha coinvolto in questa iniziativa ne siamo stati lusingati e abbiamo subito sposato l’idea. Ci preme ringraziare la Nazionale di Calcio Infermieri per aver accolto la proposta di scendere in campo contro la Selezione Meoni, aderendo ad una partita che, sono certo, saprà diventare un ulteriore veicolo per i messaggi di solidarietà e impegno che da sempre cerchiamo di lanciare alle nuove generazioni”.

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
ASSEMBRAMENTI DI STUDENTI, CHIESTA LA SOPPRESSIONE DELLE FERMATE 

👦🏼🚍Assembramenti di studenti lungo la Sr71, inviata lettera ad Autolinee Toscana per chiedere la soppressione della fermata negli orari di punta per motivi di sicurezza stradale 👇

https://www.sr71.it/2022/09/30/assembramenti-di-studenti-lungo-la-sr71-inviata-lettera-ad-autolinee-toscana-per-chiedere-la-soppressione-della-fermata-negli-orari-di-punta/

ASSEMBRAMENTI DI STUDENTI, CHIESTA LA SOPPRESSIONE DELLE FERMATE

👦🏼🚍Assembramenti di studenti lungo la Sr71, inviata lettera ad Autolinee Toscana per chiedere la soppressione della fermata negli orari di punta per motivi di sicurezza stradale 👇

www.sr71.it/2022/09/30/assembramenti-di-studenti-lungo-la-sr71-inviata-lettera-ad-autolinee-tosca...
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Ma basta avete rotto il cazzo...ma scrivete cose serie...Giornale da 4 Soldi

Gli sopprimono un sacco di corse costringendoli a fare a gara ad entrare negli autobus in stile Fantozziano, poi si lamentano che sono in troppi alla fermata...🤦‍♂️😂

🤦‍♀️

Da quando c'è autolinee toscane mi sembra diventata tutta una barzelletta

NASCE LA STAZIONE CORTONA “CENTRO”

🚆🚌 Dal 15 ottobre sarà possibile acquistare biglietti per la nuova destinazione “Cortona Centro” sui sistema di vendita Trenitalia, sia alla biglietteria che sul sito web.

I viaggiatori potranno quindi, attraverso la logica intermodale treno+bus, raggiungere la stazione ferroviaria “virtuale” Cortona “centro”: in un solo click con la coincidenza calcolata tra la corsa in su gomma e su ferrovia.

🎤 le interviste a Marco Trotta direttore Trenitalia DR Toscana, Silvia Spensierati assessore ai
Trasporti del Comune di Cortona, Luciano Meoni sindaco di Cortona, l’assessore ai Trasporti della Regione Toscana Stefano Baccelli e Gianni Bechelli presidente Autolinee Toscane
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Evvivaaaa

Ma prevedere un bel piano risanatore per le stazioni ferroviarie esistenti quali Terontola e Camucia anziché dedicarsi a certe discutibili novità? Cortona centro, come la chiamate voi non può fare a meno di quelle stazioni in cui i treni fanno scalo tra degrado,edifici pericolanti e mancanze strutturali!!!

finalmente! bravi!

E alle dieci di sera dov'è il bus da terontola a Cortona? Ne mettete uno nuovo?

AVEVA COCAINA PARI A UN MILIONE DI EURO, ARRESTATO ALL’AEROPORTO 

Era appena rientrato in Italia dopo mesi trascorsi all’estero e viene arrestato all’aeroporto di Perugia dai Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Foligno. Nei suoi confronti, infatti, gravava un Ordine di Custodia Cautelare emesso dall’Autorità Giudiziaria di Spoleto per reati in materia di stupefacenti, cui l’uomo si era sottratto fuggendo nel suo paese d’origine. Al momento è stato collocato agli arresti domiciliari in attesa degli sviluppi della vicenda, che si innesta nell’attività d’indagine che aveva portato, nel gennaio scorso, al ritrovamento di 17 kg di cocaina occultati in un garage di Foligno, oltre a circa 70.000 Euro in denaro contante.
L’indagine, originata nell’aretino dall’attività svolta dal Nucleo Operativo Radiomobile di Arezzo, aveva condotto gli inquirenti a Foligno ove, in collaborazione coi Carabinieri di Foligno, erano state eseguite alcune perquisizioni nei confronti di persone residenti in loco, rinvenendo l’enorme quantitativo di sostanza appena precisato che, rivenduta sul mercato, avrebbe portato ad un guadagno per la malavita senz’altro superiore al milione di Euro.
In quell’occasione l’odierno arrestato era stato trovato in possesso di circa 13.000 Euro di denaro contante e sulla vettura dallo stesso utilizzata era stato scoperto un doppio fondo, sotto il sedile anteriore, presumibilmente utilizzato per l’occultamento della droga che, in quel momento, non era presente all’interno.

AVEVA COCAINA PARI A UN MILIONE DI EURO, ARRESTATO ALL’AEROPORTO

Era appena rientrato in Italia dopo mesi trascorsi all’estero e viene arrestato all’aeroporto di Perugia dai Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Foligno. Nei suoi confronti, infatti, gravava un Ordine di Custodia Cautelare emesso dall’Autorità Giudiziaria di Spoleto per reati in materia di stupefacenti, cui l’uomo si era sottratto fuggendo nel suo paese d’origine. Al momento è stato collocato agli arresti domiciliari in attesa degli sviluppi della vicenda, che si innesta nell’attività d’indagine che aveva portato, nel gennaio scorso, al ritrovamento di 17 kg di cocaina occultati in un garage di Foligno, oltre a circa 70.000 Euro in denaro contante.
L’indagine, originata nell’aretino dall’attività svolta dal Nucleo Operativo Radiomobile di Arezzo, aveva condotto gli inquirenti a Foligno ove, in collaborazione coi Carabinieri di Foligno, erano state eseguite alcune perquisizioni nei confronti di persone residenti in loco, rinvenendo l’enorme quantitativo di sostanza appena precisato che, rivenduta sul mercato, avrebbe portato ad un guadagno per la malavita senz’altro superiore al milione di Euro.
In quell’occasione l’odierno arrestato era stato trovato in possesso di circa 13.000 Euro di denaro contante e sulla vettura dallo stesso utilizzata era stato scoperto un doppio fondo, sotto il sedile anteriore, presumibilmente utilizzato per l’occultamento della droga che, in quel momento, non era presente all’interno.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Rimango sempre dell'idea che i lavori forzati siano un deterrente più che valido.

Ai domiciliari che ma che deve fa per andare in galera a vita pane acqua andare a rubare in un pollaio

E ancora co sti arresti domiciliari, galera, galera subito signor giudice. In attesa di ... che scappi ?

Ma sicuro sarà entrato uno con più merce

MAXI RITARDI 

Trasporto ferroviario, maxi ritardi sulla linea Firenze Roma, di cui fa parte anche la stazione di Arezzo. 

I disagi sono stati causati da un guasto sulla linea elettrica dopo il passaggio di un treno a Settebagni.  Si sono quindi accumulati ritardi consistenti, anche superiori ad un’ora durante tutto il pomeriggio. 

Al momento le frecce in direzione Firenze e Roma che dovranno fare tappa anche ad Arezzo mantengono un ritardo di circa mezz’ora. Così come alcuni regionali e intercity.

MAXI RITARDI

Trasporto ferroviario, maxi ritardi sulla linea Firenze Roma, di cui fa parte anche la stazione di Arezzo.

I disagi sono stati causati da un guasto sulla linea elettrica dopo il passaggio di un treno a Settebagni. Si sono quindi accumulati ritardi consistenti, anche superiori ad un’ora durante tutto il pomeriggio.

Al momento le frecce in direzione Firenze e Roma che dovranno fare tappa anche ad Arezzo mantengono un ritardo di circa mezz’ora. Così come alcuni regionali e intercity.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Mi è venuto in mente ora.... Ma i prezzi dei biglietti raddoppiano? Con quello che costa la corrente

SEMPRE PIÙ GREEN

💦💚Nuove Acque sempre più green, nel 2021 risparmiato quasi mezzo milione di metri cubi di acqua prelevato dall’ambiente 👇

https://www.sr71.it/2022/09/29/nuove-acque-sempre-piu-green-nel-2021-risparmiato-quasi-mezzo-milione-di-metri-cubi-di-acqua-prelevato-dallambiente/

SEMPRE PIÙ GREEN

💦💚Nuove Acque sempre più green, nel 2021 risparmiato quasi mezzo milione di metri cubi di acqua prelevato dall’ambiente 👇

www.sr71.it/2022/09/29/nuove-acque-sempre-piu-green-nel-2021-risparmiato-quasi-mezzo-milione-di-m...
... See MoreSee Less

USI E COSTUMI DI UN TEMPO

A Lucignano  in arrivo un fine settimana alla riscoperta di arti, mestieri, scene di vita quotidiana tra fine ‘800 e i primi del’900. C’è anche un matrimonio d’epoca

https://www.sr71.it/2022/09/29/memorie-del-passato-lucignano-torna-agli-usi-e-costumi-di-un-tempo/

Comune di Lucignano

USI E COSTUMI DI UN TEMPO

A Lucignano in arrivo un fine settimana alla riscoperta di arti, mestieri, scene di vita quotidiana tra fine ‘800 e i primi del’900. C’è anche un matrimonio d’epoca

www.sr71.it/2022/09/29/memorie-del-passato-lucignano-torna-agli-usi-e-costumi-di-un-tempo/

Comune di Lucignano
... See MoreSee Less

Load more