fbpx

Orti in comodato, scuola di cucina e smaltimento delle potature: presentata la “city farm” Zero Spreco

La “City Farm”, progetto da sempre caro a “Zero Spreco”, prende forma grazie ad un nuovo accordo con Coldiretti Arezzo, già partner di progetti ed eventi sotto la bandiera della salute alimentare, del benessere e dell’eco sostenibilità in agricoltura.
I terreni agricoli adiacenti all’impianto integrato di San Zeno verranno suddivisi in appezzamenti per la realizzazione di orti urbani da assegnare ai cittadini che ne faranno richiesta, interessati alla coltivazione di ortaggi secondo i criteri del risparmio energetico, della sostenibilità e dell’agricoltura biologica: corretto utilizzo dell’acqua, energia solo da fonti rinnovabili, solo fertilizzati biologici. Inoltre il progetto garantirà agli utenti assegnatari di un lotto, l’utilizzo di un locale a loro uso per la gestione del proprio appezzamento di terreno e per poter seguire i corsi di preparazione e aggiornamento destinati non solo a chi gestisce un orto urbano, ma soprattutto a chi vuole gestire in modo green ed ecosostenibile la propria coltivazione. Si prevede l’allestimento di una struttura dove poter insegnare a cucinare, in modo altrettanto sostenibile, i prodotti coltivati.

L’accordo tra Zero Spreco e Coldiretti Arezzo prevede anche un servizio di gestione del fenomeno dell’abbruciamento delle potature, molto diffuso presso hobbisti privati ed operatori agricoli professionali: fumi e polveri sono pericolose per la salute, nonché fastidiose, la sensibilizzazione su un loro corretto riutilizzo è un tema sul quale anche il Comune si impegna da tempo.
La soluzione offerta da Aisa Impianti e Coldiretti si propone di predisporre un servizio di cippatura sul posto, su prenotazione e ad un costo calmierato. Il prodotto trasformato e polverizzato potrà essere utilizzato a sua volta come ammendante o fertilizzante biologico sul medesimo terreno dove è stato svolto il servizio.

“Abbiamo sostenuto con entusiasmo questo servizio che consente ai soggetti di potersi disfare di ramaglie e tagli di potatura in modo da non impattare sulla salute e l’ambiente- ha detto l’assessore all’ambiente del Comune di Arezzo Marco Sacchetti.
Auspichiamo che il fenomeno dell’abbruciamento e delle emissioni si riduca drasticamente, noi daremo massima informazione della possibilità di accedere a questo servizio, che comunque accompagneremo all’attività ispettiva ed eventualmente sanzionatoria”.

“Aisa Impianti è sempre più convinta e decisa a compiere una svolta verde: ci siamo resi conto della necessità di un cambio di atteggiamento di fronte a fenomeni come i cambiamenti climatici che preoccupano sempre di più. La svolta verde consiste a livello industriale, nello sviluppo di una filiera fatta di impianti protesi al recupero di materia, recupero energetico e all’abbattimento delle emissioni in atmosfera ma anche di iniziative che servono a formare la coscienza dei cittadini- ha detto il presidente di Aisa Impianti Giacomo Cherici.
Coldiretti è per noi un supporto tecnico fondamentale fatto di esperti che ci può dare una marcia in più. Insieme siamo sicuri di dotare la provincia di Arezzo di una “terza via”, quella di una impiantistica all’avanguardia, secondo le normative europee e le migliori tecnologie. Quindi ben vengano le iniziative che portano i cittadini dentro gli impianti ma anche gli impianti dai cittadini”.

“L’idea è di essere di supporto in modo sistematico alle persone che hanno il problema di cosa fare con il residuo delle potature. Crediamo che sarà un servizio molto apprezzato dai cittadini mettere a disposizione, attraverso imprese professionali, quanto necessario per cippare le potature e trasformarli in ammendante biologico per il proprio terreno- ha detto il direttore di Coldiretti Arezzo Raffaello Betti. Il progetto della City Farm inoltre non si limita alla classica assegnazione di un orto urbano ma si impegna a offrire assistenza e formazione. Dal corretto consumo dell’acqua attraverso impianti di irrigazione specifici e il corretto utilizzo delle risorse senza sprechi, allo studio e alla sperimentazione di soluzioni innovative per l’agricoltura”.

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
STAGIONE AL MARIO SPINA

FUORI I NOMI DELLA PROSSIMA STAGIONE TEATRALE, SI INIZIA CON BENNATO

🎭 Dal 26 Ottobre al 28 Aprile, otto titoli in Cartellone. Si comincia con Edoardo Bennato 👇

www.sr71.it/2022/10/03/al-via-la-stagione-al-teatro-mario-spina-di-castiglion-fiorentino-ecco-tut...

Comune di Castiglion Fiorentino
Mario Agnelli Sindaco
Massimiliano Lachi
Kilowatt Festival
Teatro Comunale Mario Spina
... See MoreSee Less

185 PERSONE E 74 VEICOLI CONTROLLATI: DROGA, ALCOL E ARMI

 🔴Nel corso dello scorso fine settimana, la Compagnia Carabinieri di Arezzo ha svolto un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato al contrasto alla microcriminalità in genere e alla prevenzione dei reati connessi alla guida in stato di ebrezza oltre che all’uso di sostanze stupefacenti.
Nel corso del servizio sono state denunciate 8 persone per vari reati ed elevate tre sanzioni amministrative per guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche essendo il valore alcolemico riscontrato inferiore ai 0,80 g/litro.
Quattro sono state le persone controllate e deferite per guida in stato di ebbrezza alcolica, oltre ad una quinta persona deferita per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti (da metadone). Si tratta di persone eterogene, tutte di nazionalità italiana, tra i 18 e i 50 anni di età.
Nel corso del servizio due donne, entrambe conosciute alle forze dell’ordine perché annoverano precedenti di polizia, sono state deferite all’Autorità Giudiziaria per furto aggravato in concorso, in quanto sarebbero responsabili della sottrazione di alcuni utensili da un supermercato dopo averne rimosso i dispositivi antitaccheggio. La refurtiva è stata recuperata e restituita al direttore dell’esercizio commerciale.
Nel corso dei controlli un 58enne è stato deferito per porto di armi od oggetti atti ad offendere, in quanto trovato in possesso, in questo Parco Pionta di un coltello a serramanico di genere proibito che naturalmente è stato sottoposto a sequestro.
Qualche soggetto, trovato in possesso di piccole dosi di sostanza stupefacente, è stato segnalato alla Prefettura.
Durante il servizio sono stati eseguiti accertamenti complessivi su 74 veicoli e 185 persone, molte delle quali controllate a piedi.

185 PERSONE E 74 VEICOLI CONTROLLATI: DROGA, ALCOL E ARMI

🔴Nel corso dello scorso fine settimana, la Compagnia Carabinieri di Arezzo ha svolto un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato al contrasto alla microcriminalità in genere e alla prevenzione dei reati connessi alla guida in stato di ebrezza oltre che all’uso di sostanze stupefacenti.
Nel corso del servizio sono state denunciate 8 persone per vari reati ed elevate tre sanzioni amministrative per guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche essendo il valore alcolemico riscontrato inferiore ai 0,80 g/litro.
Quattro sono state le persone controllate e deferite per guida in stato di ebbrezza alcolica, oltre ad una quinta persona deferita per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti (da metadone). Si tratta di persone eterogene, tutte di nazionalità italiana, tra i 18 e i 50 anni di età.
Nel corso del servizio due donne, entrambe conosciute alle forze dell’ordine perché annoverano precedenti di polizia, sono state deferite all’Autorità Giudiziaria per furto aggravato in concorso, in quanto sarebbero responsabili della sottrazione di alcuni utensili da un supermercato dopo averne rimosso i dispositivi antitaccheggio. La refurtiva è stata recuperata e restituita al direttore dell’esercizio commerciale.
Nel corso dei controlli un 58enne è stato deferito per porto di armi od oggetti atti ad offendere, in quanto trovato in possesso, in questo Parco Pionta di un coltello a serramanico di genere proibito che naturalmente è stato sottoposto a sequestro.
Qualche soggetto, trovato in possesso di piccole dosi di sostanza stupefacente, è stato segnalato alla Prefettura.
Durante il servizio sono stati eseguiti accertamenti complessivi su 74 veicoli e 185 persone, molte delle quali controllate a piedi.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Bravi ma tutti i giorni e le notti ci dovrebbero essere controlli a tappeto ,solo così si contrasta la delinquenza .

IL COMUNE DONA 8 DEFIBRILLATORI PORTATILI AI CACCIATORI

🐗Cortona, cacciatori cardioprotetti: il Comune dona otto defibrillatori. Venerdì 7 ottobre la consegna 👇

https://www.sr71.it/2022/10/03/cortona-cacciatori-cardioprotetti-il-comune-dona-otto-defibrillatori-venerdi-7-ottobre-la-consegna/

IL COMUNE DONA 8 DEFIBRILLATORI PORTATILI AI CACCIATORI

🐗Cortona, cacciatori cardioprotetti: il Comune dona otto defibrillatori. Venerdì 7 ottobre la consegna 👇

www.sr71.it/2022/10/03/cortona-cacciatori-cardioprotetti-il-comune-dona-otto-defibrillatori-vener...
... See MoreSee Less

ASSEMBRAMENTI PERICOLOSI ALLA FERMATA DEL BUS, ECCO LA SITUAZIONE

ASSEMBRAMENTI PERICOLOSI ALLA FERMATA DEL BUS, ECCO LA SITUAZIONE

🚍 fermate del Bus pericolose lungo la Sr71, all'incrocio con via adua. Chiesta la soppressione

🎤 le interviste a Marcellino Lunghini, comandante della polizia municipale di Castiglion Fiorentino, e a Chiara Cappelletti, assessore alla mobilità del Comune di Castiglion Fiorentino che dichiara “L’incolumità dei ragazzi prima di tutto, ciò significa anche che, come è stato chiesto e come si pretende da una buona gestione del servizio, sugli autobus debbano essere garantiti i posti per gli abbonati, non è accettabile che gli utenti debbano “inseguire” il mezzo”.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Una soluzione molto più semplice dì sopprimere la fermata è dare più corse.....dato che autolinee Toscane sono a conoscenza degli abbonamenti fatti.....E se là matematica non è un opinione,il risultato è presto fatto Totale ragazzi diviso i posti utili dì un bus = bus necessari. I ragazzi si accalcano a quella fermata per evitare di non tornare a casa i un orario decente..... costringendo noi genitori ad andare a prenderli a scuola.

Mette più autobus!!! I ragazzi si precipitano in quel punto per avere un posto!!! Sono stracolmi!!! Mancano i mezzi!!! Le scuole sono riaperte dal 15 settembre!!! Non ve ne siete ricordati!!! Mezzi insufficienti!!

Mancano i mezzi per riportarli a casa, si assembrano lì, per assicurarsi il posto, invece di prendere il pullman in piazza Garibaldi, dove, spesso, sono costretti a posti in piedi o addirittura a non poter salire, rimanendo a terra. Ma questo non viene riportato. Non si fa richiesta di qualche pullman in più, che potrebbe dar sicurezza, ai giovani, di trovare posto per il quale si paga un abbonamento...no... si toglie la fermata...si sposta.... Gli adulti risolvono così.

Ma perché non aumentare i bus? Sarebbe stato semplice. Adesso i ragazzi come fanno ad andare a scuola?

Il Progetto c era da tempo..... E voi che aspettate a risolvere questo grave problema????? Natale????? È una vita che è così la situazione 😡 buongiorno..... I trasporti sono sempre stati uno schifo. Risolvere il problema per il bene di tutti. Chiuso. Non è con la chiusura della fermata che si risolve. PIÙ CORSE. Geniale......

Indecente, I nostri amministratori devono Intervenire subito!

Pura pazzia!!!Strada pericolosissima, incroci,curva,cunetta senza visibilità,tutti i giorni c è da aspettarsi il morto!!!Poi c è il Covid.Per dei gruppi di ragazzi che non pensano ad altro che scappare da scuola , perché evidentemente la odiano come il veleno,si può scatenare una reazione a catena di contagi pericolosi per la popolazione.E'necessari che qualcuno faccia un ordine ferreo!!!

Aumentate i bussss.... Quella strada è pure molto pericolosa....

Bravi

Non potete far entrare i bus nella piazzetta davanti al negozio di elettrodomestici, così da togliere i ragazzi da lungo la statale ed aspettare la corriera nella piazzetta ?

È si giusto , invece di aumentare le corriere , si tolgono le fermate .....che geni che siete ! Bravi complimenti!!

Ma autolinee toscane è in grado di gestire questo servizio? Mi sa che si stava meglio prima

View more comments

🔴AGGREDITO CON UNA BOTTIGLIA, FINISCE AL PRONTO SOCCORSO  

Ecco cosa è successo:

https://www.sr71.it/2022/10/02/castiglion-fiorentino-aggredito-piena-notte-bottiglia-giovane-24enne-finisce-pronto-soccorso/

🔴AGGREDITO CON UNA BOTTIGLIA, FINISCE AL PRONTO SOCCORSO

Ecco cosa è successo:

www.sr71.it/2022/10/02/castiglion-fiorentino-aggredito-piena-notte-bottiglia-giovane-24enne-finis...
... See MoreSee Less

AREZZO: MINORE IN COMA ETILICO SOCCORSO NELLA NOTTE
È successo nei pressi di piazza San Domenico 👇🏻

https://www.sr71.it/2022/10/02/arezzo-minore-in-coma-etilico-soccorso-nella-notte-lallarme-dagli-amici/

AREZZO: MINORE IN COMA ETILICO SOCCORSO NELLA NOTTE
È successo nei pressi di piazza San Domenico 👇🏻

www.sr71.it/2022/10/02/arezzo-minore-in-coma-etilico-soccorso-nella-notte-lallarme-dagli-amici/
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Ma i genitori dove sono finiti? Possibile che questi ragazzi siano lasciati così liberi ? ......non si può lasciare specialmente un minorenne libero così senza controllo . Un genitore deve controllare quello che fa suo figlio o figlia è un suo dovere , non si può dare tutta questa libertà ,ci vogliono regole da rispettare da ambedue due le parti .

Io spero che si riprenda velocemente e non ci ricaschi. Roberto Pastonchi lei ha figli o nipoti? Se li ha le auguro che non gli succeda. Buonagiornata

Che schifo di mondo

Chi glielo ha venduto? locale da chiudere

😓🥺

View more comments

Load more