fbpx

Biografie del cambiamento, l’incontro dell’Università di Siena e del Premio Semplicemente Donna

Il Premio Internazionale Semplicemente Donna sbarca nella sede aretina dell’Università degli Studi di Siena. L’intensificarsi della fruttuosa collaborazione con il Dipartimento di Scienze della formazione, scienze umane e della comunicazione interculturale ha infatti portato all’organizzazione congiunta dell’iniziativa “Biografie del cambiamento, Storie, Donne, Educazione”. Un incontro che si svolgerà venerdì 11 giugno alle ore 10 presso l’Aula Magna del Campus del Pionta di Arezzo e che permetterà agli studenti e alle studentesse del Corso di Laurea in Scienze dell’educazione e della formazione di dialogare e confrontarsi direttamente con le premiate dell’VIII edizione della manifestazione.

“L’obiettivo del Premio Internazionale Semplicemente Donna è sempre stato, fin dalla sua prima edizione, quello di rivolgersi ai giovani perché solo svolgendo una costante e completa azione culturale si può sperare di contrastare il fenomeno della violenza sulle donne – spiega Angelo Morelli, presidente dell’associazione Premio Semplicemente Donna. – Siamo pertanto onorati di aver ricevuto questo invito da parte del Dipartimento di Scienze della formazione, delle scienze umane e della comunicazione interculturale dell’Università degli Studi di Siena, che ci consentirà, attraverso la presenza delle nostre premiate, di affrontare un argomento così complicato sotto vari aspetti. L’iniziativa ci permetterà infatti di affrontare non solo il tema della violenza fisica, ma anche quelli di parità di genere e delle discriminazioni razziali e di religione”.

Organizzata in modalità blended (sia in presenza sia attraverso collegamento online), l’iniziativa porrà l’accento sulle storie e le testimonianze delle premiate configurandosi come il coronamento di un laboratorio riflessivo sui temi dell’educazione di genere, precedentemente condotto con le studentesse e gli studenti del Corso di laurea in Scienze dell’educazione e della formazione. Protagoniste dell’incontro saranno la dottoressa Margherita Cassano, recentemente nominata Presidente aggiunto della Corte di Cassazione; la missionaria comboniana Suor Gabriella Bottani, coordinatrice internazionale della Rete Mondiale della Vita Consacrata contro la tratta degli esseri umani; l’attivista Khady Koita, sostenitrice dei diritti delle donne, impegnata contro le mutilazioni genitali femminili; l’attrice e drammaturga Isabel Russinova; Melita Cavallo, giudice televisivo di Forum, che ha dedicato la propria carriera alla tutela degli orfani e alle adozioni internazionali, la stilista toscana Eleonora Lastrucci, il professor Enrico Cassano, oncologo impegnato nella lotta contro il cancro al seno e volontario della Fondazione Rava ad Haiti; Laura Roveri, vittima di violenza, oggi impegnata in una serrata attività di testimonianza, e la direttrice d’orchestra Cinzia Pennesi che, nel 2019, è stata insignita del riconoscimento nella categoria “Arte e cultura per il sociale”.

L’incontro sarà introdotto dal direttore del Dipartimento di Scienze della formazione, scienze umane e della comunicazione interculturale, Ferdinando Abbri, e moderato dalla presidente del Corso di laurea in Scienze dell’educazione e della formazione, Loretta Fabbri e dalle professoresse Francesca Bianchi, Alessandra Romano, Laura Occhini e Nicolina Bosco.

“Da tempo, il Dipartimento di Scienze della formazione, scienze umane e della comunicazione interculturale – spiega il direttore, Ferdinando Abbri – propone una ricca offerta formativa che punta sulla professionalizzazione dei corsi di studio, favorendo percorsi laboratoriali, incoraggiando l’internazionalizzazione e facilitando incontri con stakeholder del territorio nazionale e testimoni privilegiate”.

“Il corso di laurea in Scienze dell’educazione e della formazione del dipartimento – aggiunge la professoressa Loretta Fabbri, presidente del Corso di laurea in Scienze dell’educazione e della formazione- da anni, organizza workshop finalizzati allo sviluppo di identità professionali creative in grado di adattarsi alle sfide di un mercato del lavoro in continuo cambiamento. L’incontro dell’11 giugno fa parte, in questo quadro, di un laboratorio sull’educazione di genere che analizza le storie di carriere professionali che hanno avuto un ruolo d’eccellenza nel loro settore o che si sono distinte nella difesa di comunità esposte a marginalizzazione”.

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
SIMULA IL FURTO PER AVERE ALTRO METADONE

Va dai Carabinieri per denunciare il furto di 6 flaconi di metadone ma in verità ne voleva altro. 

I carabinieri della stazione di Castiglion Fiorentino hanno denunciato all’autorità giudiziaria un trentenne residente nella Valdichiana per simulazione di un reato. 

Il giovane, in cura terapeutica al Serd castiglionese, si era presentanto ai carabinieri per denunciare il furt del suo zaino contenente sei flaconi di metadone in un autogrill di Roma.

Tuttavia, dai successivi accertamenti risultava che le dichiarazioni risultavano false, ed anzi, le dichiarazioni mendaci erano state rese per ottenere altro metadone in sostituzione di quello che diceva rubato.

SIMULA IL FURTO PER AVERE ALTRO METADONE

Va dai Carabinieri per denunciare il furto di 6 flaconi di metadone ma in verità ne voleva altro.

I carabinieri della stazione di Castiglion Fiorentino hanno denunciato all’autorità giudiziaria un trentenne residente nella Valdichiana per simulazione di un reato.

Il giovane, in cura terapeutica al Serd castiglionese, si era presentanto ai carabinieri per denunciare il furt del suo zaino contenente sei flaconi di metadone in un autogrill di Roma.

Tuttavia, dai successivi accertamenti risultava che le dichiarazioni risultavano false, ed anzi, le dichiarazioni mendaci erano state rese per ottenere altro metadone in sostituzione di quello che diceva rubato.
... See MoreSee Less

NATI PER LEGGERE 

📚Sei nuovi incontri in biblioteca con Nati per leggere: il calendario parte il 12 ottobre a Camucia
 
Un autunno dedicato ai libri e alle famiglie grazie ai nuovi incontri con «Nati per leggere insieme», l’iniziativa per promuovere la lettura torna alla biblioteca di Camucia. Il nuovo ciclo di incontri riparte dal 12 ottobre, continua il 26, prosegue il 9 e il 23 novembre e si conclude il 7 e il 21 dicembre, sempre di mercoledì, sempre fra le 16,30 e le 17,30 alla biblioteca di via Sandrelli a Camucia, con la consueta formula: genitori, figli e libri.
«Nati per leggere» è un’iniziativa fondata sulla «Carta del diritto alle storie». Avviare alla lettura i bambini sin dai primi mesi di vita è essenziale per la crescita e lo sviluppo delle capacità cognitive, inoltre leggere ai bambini fin dalla più tenera età è una attività molto coinvolgente che rafforza la relazione adulto-bambino. Leggere crea labitudine allascolto, aumenta la capacità di attenzione e accresce il desiderio di imparare a leggere quando il bambino sarà più grande. Leggere ad alta voce permette al bambino di acquisire un vocabolario più ricco, stimolare l’immaginazione, la capacità di esprimersi e la curiosità nello scoprire il mondo.
«Invitiamo tutte le famiglie ad aderire a questa iniziativa - dichiara l’assessore all’Istruzione Silvia Spensierati - crediamo che il progetto Nati per leggere sia un modo fondamentale per crescere ed educare i figli».
Il motto dell’iniziativa è «apprendere l’amore della lettura attraverso un dono: un adulto che legge una storia» ed è organizzata dalla Biblioteca del Comune e dell’Accademia Etrusca, con la collaborazione della cooperativa Athena e Polis. Il progetto è pensato per bambini da 0 a tre anni, ma è possibile iscriversi con figli fino a 6 anni d’età. Il programma di incontri ricomprende anche la «Settimana nazionale Nati per leggere» che si terrà dal 19 al 27 di novembre 2022. La prenotazione è obbligatoria per informazioni è possibile telefonare allo 0575/678382 o scrivere una email a segreteria@coopathena.org

NATI PER LEGGERE

📚Sei nuovi incontri in biblioteca con Nati per leggere: il calendario parte il 12 ottobre a Camucia

Un autunno dedicato ai libri e alle famiglie grazie ai nuovi incontri con «Nati per leggere insieme», l’iniziativa per promuovere la lettura torna alla biblioteca di Camucia. Il nuovo ciclo di incontri riparte dal 12 ottobre, continua il 26, prosegue il 9 e il 23 novembre e si conclude il 7 e il 21 dicembre, sempre di mercoledì, sempre fra le 16,30 e le 17,30 alla biblioteca di via Sandrelli a Camucia, con la consueta formula: genitori, figli e libri.
«Nati per leggere» è un’iniziativa fondata sulla «Carta del diritto alle storie». Avviare alla lettura i bambini sin dai primi mesi di vita è essenziale per la crescita e lo sviluppo delle capacità cognitive, inoltre leggere ai bambini fin dalla più tenera età è una attività molto coinvolgente che rafforza la relazione adulto-bambino. Leggere crea l'abitudine all'ascolto, aumenta la capacità di attenzione e accresce il desiderio di imparare a leggere quando il bambino sarà più grande. Leggere ad alta voce permette al bambino di acquisire un vocabolario più ricco, stimolare l’immaginazione, la capacità di esprimersi e la curiosità nello scoprire il mondo.
«Invitiamo tutte le famiglie ad aderire a questa iniziativa - dichiara l’assessore all’Istruzione Silvia Spensierati - crediamo che il progetto Nati per leggere sia un modo fondamentale per crescere ed educare i figli».
Il motto dell’iniziativa è «apprendere l’amore della lettura attraverso un dono: un adulto che legge una storia» ed è organizzata dalla Biblioteca del Comune e dell’Accademia Etrusca, con la collaborazione della cooperativa Athena e Polis. Il progetto è pensato per bambini da 0 a tre anni, ma è possibile iscriversi con figli fino a 6 anni d’età. Il programma di incontri ricomprende anche la «Settimana nazionale Nati per leggere» che si terrà dal 19 al 27 di novembre 2022. La prenotazione è obbligatoria per informazioni è possibile telefonare allo 0575/678382 o scrivere una email a segreteria@coopathena.org
... See MoreSee Less

LA PIAZZA CAMBIA VOLTO

LA PIAZZA CAMBIA VOLTO

🅿️ “Il futuro di piazza Sergardi si chiama pedonalizzazione – dichiara il sindaco di Cortona Luciano Meoni – come abbiamo spiegato durante l’incontro pubblico di presentazione del progetto, questa piazza diventerà luogo centrale di socializzazione e di incontro”

🎤 l'intervista a Luciano Meoni, sindaco di Comune di Cortona, di Francesca Scartoni

www.sr71.it/2022/09/26/cortona-gara-a-aperta-per-i-lavori-pnrr-a-camucia-si-parte-da-piazza-serga...
... See MoreSee Less

🔴 INCIDENTE MORTALE, LA VITTIMA È L’EX COMMISSARIO DI MONTEVARCHI

È Mancini Proietti, ex commissionario di Montevarchi, la vittima dell’incidente di oggi pomeriggio in località Levanella. Proietti era a bordo della sua moto quando, dopo essere caduto sull’asfalto per cause ancora da accertare, è stato investito da un furgone che stava percorrendo il tratto opposto della strada.  

https://www.sr71.it/2022/09/27/incidente-mortale-a-montevarchi-perde-la-vita-lex-commissario-mancini-proietti/

🔴 INCIDENTE MORTALE, LA VITTIMA È L’EX COMMISSARIO DI MONTEVARCHI

È Mancini Proietti, ex commissionario di Montevarchi, la vittima dell’incidente di oggi pomeriggio in località Levanella. Proietti era a bordo della sua moto quando, dopo essere caduto sull’asfalto per cause ancora da accertare, è stato investito da un furgone che stava percorrendo il tratto opposto della strada.

www.sr71.it/2022/09/27/incidente-mortale-a-montevarchi-perde-la-vita-lex-commissario-mancini-proi...
... See MoreSee Less

MINACCIANO UN GIOVANE CON UNA BOTTIGLIA ROTTA E GLI RUBANO 300 EURO

🔴Saione, rapina nella notte. Minacciano un giovane con una bottiglia rotta e gli rubano 300 euro in contanti. 👇

https://www.sr71.it/2022/09/27/saione-rapina-nella-notte-minacciano-un-giovane-con-una-bottiglia-rotta-e-gli-rubano-300-euro-in-contanti/

MINACCIANO UN GIOVANE CON UNA BOTTIGLIA ROTTA E GLI RUBANO 300 EURO

🔴Saione, rapina nella notte. Minacciano un giovane con una bottiglia rotta e gli rubano 300 euro in contanti. 👇

www.sr71.it/2022/09/27/saione-rapina-nella-notte-minacciano-un-giovane-con-una-bottiglia-rotta-e-...
... See MoreSee Less

IL CONCERTO DI BENNATO A CASTIGLIONI

🎶 Edoardo Bennato torna a Castiglion Fiorentino stavolta con una sorpresa per tutti i suoi fan: si esibirà in un concerto il prossimo 26 ottobre al teatro Mario Spina di Castiglion Fiorentino.

🖼 ma non finisce qui perchè il cantautore esporrà al museo di Castiglioni alcuni dei suoi disegni raccolti in una mostra ad hoc.

VARIAZIONE: il concerto è stato anticipato al 26 settembre, anziché al 27 come precedentemente comunicato, a seguito dell’ indisponibilità di un componente.
... See MoreSee Less

Load more