fbpx

Operai feriti, Cgil: servono maggiori investimenti per la sicurezza. Crescono gli incidenti sul lavoro in edilizia

Operai finiti col pick up in un dirupo a Rofelle (Arezzo), Pagliantini (Fillea Cgil Arezzo): “In quel cantiere una miriade di appalti e forniture, serve la contrattazione d’anticipo per aumentare regole e controlli sulla sicurezza sul lavoro”. In edilizia infortuni aumentati del 5% nel 2021 in Toscana. Bartoli (Fillea Cgil Toscana): “La Regione investa sulla prevenzione, serve il coraggio di fare le scelte giuste. Col Pnrr e i superbonus le attività edili aumenteranno, dobbiamo dotarci degli strumenti giusti per combattere l’emergenza degli incidenti sul lavoro”

Ieri a Rofelle, nel comune di Badia Tedalda (Arezzo), al confine con le Marche e l’Emilia Romagna, nell’area dei lavori di rifacimento del metanodotto Rimini-Sansepolcro, è finito in un dirupo un pick-up con cinque operai di una delle imprese a cui sono stati affidati i lavori. I cinque operai hanno riportato ferite di varia entità.

Si tratta di ‘una grande opera’ come si direbbe, di quelle che nell’aretino non si vedono da tempo. Sono impiegati circa 200 lavoratori: di loro una parte sono meccanici, circa 150, il resto edili e operano su diversi lotti di cantiere sparsi sulle montagne al confine con la Romagna.

Dice Antonella Pagliantini (segretaria generale Fillea Cgil Arezzo): “Un grande lavoro come questo avrebbe dovuto essere preceduto da un confronto con il committente, da una contrattazione d’anticipo con l’appaltatore, ma difficilmente ci si confronta col sindacato per introdurre strumenti efficaci come il badge all’ingresso così da monitorare tutte le aziende e i lavoratori presenti, le ore lavorate e controllare quasi in tempo reale cosa accade in cantiere, quali sono i contratti applicati inerenti all’appalto, tutte cose che ci eviterebbero ogni volta lo sgradevole compito di giocare a ‘indovina chi’, cercando disperatamente notizie confortanti dai colleghi quando succede un incidente sul lavoro. Siamo di fronte a una miriade di imprese tra appalti, sub appalti, affidamenti, forniture, sub forniture per cui spesso è difficile venirne a capo”.

“E’ un ennesimo incidente di una strage che continua, manca il coraggio di fare le scelte giuste – spiega Giulia Bartoli, segretaria generale Fillea Cgil Toscana –. La Regione Toscana, a partire dal Presidente Giani che solo pochi giorni fa ha dichiarato, sottolineando che tutti sono chiamati a responsabilità, la volontà di investire sui controlli e sulla prevenzione, deve introdurre urgentemente la timbratura obbligatoria per monitorare i cantieri da parte degli organi ispettivi, le Prefetture, le Casse Edili e la Committenza stessa. Occorre aumentare i controlli, le regole legislative ci sono, è necessario farle rispettare”.

Purtroppo gli ispettori tra Inps, Inail e Ispettorato si riducono da tempo, dal 2017 ne sono venuti meno in Italia più di mille, e se rapportiamo il numero degli ispettori alle imprese sempre più frammentate e destrutturate viene fuori un numero impressionante: un ‘impresa ha la possibilità di essere controllata praticamente una volta ogni 40 anni e, considerando che la durata media di un’impresa è di 7 anni, praticamente mai.

Se prendiamo a riferimento i primi 3 mesi dell’anno 2021 con i primi 3 mesi nell’anno 2020, in Toscana gli infortuni in edilizia sono cresciuti del 5%; negli anni precedenti la situazione non è migliore, dal 2015 calano in valore assoluto ma crescono se rapportati al numero degli addetti (in media il 10% dei lavoratori subisce un infortunio nell’arco dell’anno), e solo nel 2019 abbiamo un lieve calo ma vi è un picco degli infortuni mortali.

Aggiunge Bartoli: “Nei prossimi mesi il lavoro in edilizia, nelle infrastrutture, nei grandi e piccoli cantieri dovrebbe aumentare grazie alle varie risorse messe a disposizione dal Pnrr al super bonus ai fondi nazionali: come pensiamo di affrontare tutto questo? Vogliamo ancora una volta che le cose vadano come vadano o invece, urgentemente, ci dotiamo degli strumenti giusti per combattere questa ’emergenza nazionale’? Patente a punti in edilizia per la partecipazione alle gare e l’accesso ai fondi, legalità, applicazione contrattuale e verifica col badge delle presenze in cantiere sono i punti centrali da attuare. Il tema della sicurezza, ce lo diciamo sempre, non può essere di interesse ‘comune’ solo quando succede il dramma ma alle parole devono corrispondere i fatti”.

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
SIMULA IL FURTO PER AVERE ALTRO METADONE

Va dai Carabinieri per denunciare il furto di 6 flaconi di metadone ma in verità ne voleva altro. 

I carabinieri della stazione di Castiglion Fiorentino hanno denunciato all’autorità giudiziaria un trentenne residente nella Valdichiana per simulazione di un reato. 

Il giovane, in cura terapeutica al Serd castiglionese, si era presentanto ai carabinieri per denunciare il furt del suo zaino contenente sei flaconi di metadone in un autogrill di Roma.

Tuttavia, dai successivi accertamenti risultava che le dichiarazioni risultavano false, ed anzi, le dichiarazioni mendaci erano state rese per ottenere altro metadone in sostituzione di quello che diceva rubato.

SIMULA IL FURTO PER AVERE ALTRO METADONE

Va dai Carabinieri per denunciare il furto di 6 flaconi di metadone ma in verità ne voleva altro.

I carabinieri della stazione di Castiglion Fiorentino hanno denunciato all’autorità giudiziaria un trentenne residente nella Valdichiana per simulazione di un reato.

Il giovane, in cura terapeutica al Serd castiglionese, si era presentanto ai carabinieri per denunciare il furt del suo zaino contenente sei flaconi di metadone in un autogrill di Roma.

Tuttavia, dai successivi accertamenti risultava che le dichiarazioni risultavano false, ed anzi, le dichiarazioni mendaci erano state rese per ottenere altro metadone in sostituzione di quello che diceva rubato.
... See MoreSee Less

NATI PER LEGGERE 

📚Sei nuovi incontri in biblioteca con Nati per leggere: il calendario parte il 12 ottobre a Camucia
 
Un autunno dedicato ai libri e alle famiglie grazie ai nuovi incontri con «Nati per leggere insieme», l’iniziativa per promuovere la lettura torna alla biblioteca di Camucia. Il nuovo ciclo di incontri riparte dal 12 ottobre, continua il 26, prosegue il 9 e il 23 novembre e si conclude il 7 e il 21 dicembre, sempre di mercoledì, sempre fra le 16,30 e le 17,30 alla biblioteca di via Sandrelli a Camucia, con la consueta formula: genitori, figli e libri.
«Nati per leggere» è un’iniziativa fondata sulla «Carta del diritto alle storie». Avviare alla lettura i bambini sin dai primi mesi di vita è essenziale per la crescita e lo sviluppo delle capacità cognitive, inoltre leggere ai bambini fin dalla più tenera età è una attività molto coinvolgente che rafforza la relazione adulto-bambino. Leggere crea labitudine allascolto, aumenta la capacità di attenzione e accresce il desiderio di imparare a leggere quando il bambino sarà più grande. Leggere ad alta voce permette al bambino di acquisire un vocabolario più ricco, stimolare l’immaginazione, la capacità di esprimersi e la curiosità nello scoprire il mondo.
«Invitiamo tutte le famiglie ad aderire a questa iniziativa - dichiara l’assessore all’Istruzione Silvia Spensierati - crediamo che il progetto Nati per leggere sia un modo fondamentale per crescere ed educare i figli».
Il motto dell’iniziativa è «apprendere l’amore della lettura attraverso un dono: un adulto che legge una storia» ed è organizzata dalla Biblioteca del Comune e dell’Accademia Etrusca, con la collaborazione della cooperativa Athena e Polis. Il progetto è pensato per bambini da 0 a tre anni, ma è possibile iscriversi con figli fino a 6 anni d’età. Il programma di incontri ricomprende anche la «Settimana nazionale Nati per leggere» che si terrà dal 19 al 27 di novembre 2022. La prenotazione è obbligatoria per informazioni è possibile telefonare allo 0575/678382 o scrivere una email a segreteria@coopathena.org

NATI PER LEGGERE

📚Sei nuovi incontri in biblioteca con Nati per leggere: il calendario parte il 12 ottobre a Camucia

Un autunno dedicato ai libri e alle famiglie grazie ai nuovi incontri con «Nati per leggere insieme», l’iniziativa per promuovere la lettura torna alla biblioteca di Camucia. Il nuovo ciclo di incontri riparte dal 12 ottobre, continua il 26, prosegue il 9 e il 23 novembre e si conclude il 7 e il 21 dicembre, sempre di mercoledì, sempre fra le 16,30 e le 17,30 alla biblioteca di via Sandrelli a Camucia, con la consueta formula: genitori, figli e libri.
«Nati per leggere» è un’iniziativa fondata sulla «Carta del diritto alle storie». Avviare alla lettura i bambini sin dai primi mesi di vita è essenziale per la crescita e lo sviluppo delle capacità cognitive, inoltre leggere ai bambini fin dalla più tenera età è una attività molto coinvolgente che rafforza la relazione adulto-bambino. Leggere crea l'abitudine all'ascolto, aumenta la capacità di attenzione e accresce il desiderio di imparare a leggere quando il bambino sarà più grande. Leggere ad alta voce permette al bambino di acquisire un vocabolario più ricco, stimolare l’immaginazione, la capacità di esprimersi e la curiosità nello scoprire il mondo.
«Invitiamo tutte le famiglie ad aderire a questa iniziativa - dichiara l’assessore all’Istruzione Silvia Spensierati - crediamo che il progetto Nati per leggere sia un modo fondamentale per crescere ed educare i figli».
Il motto dell’iniziativa è «apprendere l’amore della lettura attraverso un dono: un adulto che legge una storia» ed è organizzata dalla Biblioteca del Comune e dell’Accademia Etrusca, con la collaborazione della cooperativa Athena e Polis. Il progetto è pensato per bambini da 0 a tre anni, ma è possibile iscriversi con figli fino a 6 anni d’età. Il programma di incontri ricomprende anche la «Settimana nazionale Nati per leggere» che si terrà dal 19 al 27 di novembre 2022. La prenotazione è obbligatoria per informazioni è possibile telefonare allo 0575/678382 o scrivere una email a segreteria@coopathena.org
... See MoreSee Less

LA PIAZZA CAMBIA VOLTO

LA PIAZZA CAMBIA VOLTO

🅿️ “Il futuro di piazza Sergardi si chiama pedonalizzazione – dichiara il sindaco di Cortona Luciano Meoni – come abbiamo spiegato durante l’incontro pubblico di presentazione del progetto, questa piazza diventerà luogo centrale di socializzazione e di incontro”

🎤 l'intervista a Luciano Meoni, sindaco di Comune di Cortona, di Francesca Scartoni

www.sr71.it/2022/09/26/cortona-gara-a-aperta-per-i-lavori-pnrr-a-camucia-si-parte-da-piazza-serga...
... See MoreSee Less

🔴 INCIDENTE MORTALE, LA VITTIMA È L’EX COMMISSARIO DI MONTEVARCHI

È Mancini Proietti, ex commissionario di Montevarchi, la vittima dell’incidente di oggi pomeriggio in località Levanella. Proietti era a bordo della sua moto quando, dopo essere caduto sull’asfalto per cause ancora da accertare, è stato investito da un furgone che stava percorrendo il tratto opposto della strada.  

https://www.sr71.it/2022/09/27/incidente-mortale-a-montevarchi-perde-la-vita-lex-commissario-mancini-proietti/

🔴 INCIDENTE MORTALE, LA VITTIMA È L’EX COMMISSARIO DI MONTEVARCHI

È Mancini Proietti, ex commissionario di Montevarchi, la vittima dell’incidente di oggi pomeriggio in località Levanella. Proietti era a bordo della sua moto quando, dopo essere caduto sull’asfalto per cause ancora da accertare, è stato investito da un furgone che stava percorrendo il tratto opposto della strada.

www.sr71.it/2022/09/27/incidente-mortale-a-montevarchi-perde-la-vita-lex-commissario-mancini-proi...
... See MoreSee Less

MINACCIANO UN GIOVANE CON UNA BOTTIGLIA ROTTA E GLI RUBANO 300 EURO

🔴Saione, rapina nella notte. Minacciano un giovane con una bottiglia rotta e gli rubano 300 euro in contanti. 👇

https://www.sr71.it/2022/09/27/saione-rapina-nella-notte-minacciano-un-giovane-con-una-bottiglia-rotta-e-gli-rubano-300-euro-in-contanti/

MINACCIANO UN GIOVANE CON UNA BOTTIGLIA ROTTA E GLI RUBANO 300 EURO

🔴Saione, rapina nella notte. Minacciano un giovane con una bottiglia rotta e gli rubano 300 euro in contanti. 👇

www.sr71.it/2022/09/27/saione-rapina-nella-notte-minacciano-un-giovane-con-una-bottiglia-rotta-e-...
... See MoreSee Less

IL CONCERTO DI BENNATO A CASTIGLIONI

🎶 Edoardo Bennato torna a Castiglion Fiorentino stavolta con una sorpresa per tutti i suoi fan: si esibirà in un concerto il prossimo 26 ottobre al teatro Mario Spina di Castiglion Fiorentino.

🖼 ma non finisce qui perchè il cantautore esporrà al museo di Castiglioni alcuni dei suoi disegni raccolti in una mostra ad hoc.

VARIAZIONE: il concerto è stato anticipato al 26 settembre, anziché al 27 come precedentemente comunicato, a seguito dell’ indisponibilità di un componente.
... See MoreSee Less

Load more