fbpx

Cortona, la cittadinanza onoraria alla Polizia di Stato. Castiglion Fiorentino ricorda Petri

Il Comune di Cortona ha conferito la cittadinanza onoraria alla Polizia di Stato. Nel corso della seduta straordinaria del Consiglio comunale di questa mattina, il riconoscimento è stato consegnato nelle mani di Armando Nanei, direttore dell’Ufficio centrale ispettivo del Ministero dell’Interno. Nanei è intervenuto in rappresentanza del capo della Polizia di Stato, dopo la nomina del prefetto Franco Gabrielli a Sottosegretario.
All’incontro, che si è tenuto al Centro Convegni Sant’Agostino, erano presenti le massime autorità cittadine: dal prefetto Anna Palombi ai comandanti provinciali delle forze dell’ordine. Insieme al Sindaco, Luciano Meoni e al presidente del Consiglio Comunale Nicola Carini, era presente anche il Questore di Arezzo, Dario Sallustio. Ospiti, fra gli altri, anche il Sottosegretario agli Interni, Nicola Molteni e i Consiglieri regionali Marco Casucci e Gabriele Veneri.
Dopo l’apertura dei lavori del Consiglio comunale, il sindaco Luciano Meoni ha letto le motivazioni della decisione che, come riporta la pergamena ufficiale, è stata adottata «quale segno di gratitudine per il diuturno ‘Servizio’ reso all’intera Nazione e al nostro territorio, nell’indelebile ricordo del sacrificio di uno dei suoi Figli migliori, caduto per difendere la Libertà e la Democrazia. Per i meriti che le donne e gli uomini della Polizia di Stato hanno acquisito nel quotidiano impegno, anche in questo periodo complesso segnato dalla pandemia, dalla conseguente crisi economica e dalla diffusa preoccupazione per la sicurezza delle persone e delle cose. La Polizia di Stato è stata ed è in prima linea, vigilando sul rispetto delle regole nonché svolgendo azioni di prevenzione e repressione delle condotte criminali e gli altri compiti istituzionali».
Il giorno scelto dall’amministrazione comunale non è casuale, il 2 marzo di 18 anni fa veniva ucciso il sovrintendente capo della Polizia di Stato, Emanuele Petri. Il poliziotto era in servizio al posto Polfer di Terontola e rimase vittima di un conflitto a fuoco con i brigatisti sul treno regionale Roma Firenze.
«Le donne e gli uomini della Polizia di Stato – ha detto Nanei – sono quotidianamente vicini alla gente. In questo momento molto complicato rappresentiamo un punto di riferimento, abbiamo il compito di dare fiducia e speranza. Una giornata come questa ci dà ancora più fiducia e speranza, perché da questa gente, con la quale siamo uniti in memoria di Emanuele Petri, arriva un voto unanime per riconoscerci la cittadinanza onoraria, per dire che la Polizia di Stato è parte di questa comunità».
A Nanei, oltre alla pergamena della cittadinanza onoraria, è andata anche una riproduzione della Tabula Cortonensis. Il dirigente del Viminale si è detto soddisfatto e durante l’incontro ha anche affermato di essere un grande ammiratore delle opere di Luca Signorelli e quindi di voler tornare presto a Cortona.
«Il 2 marzo è un giorno importante – dichiara Dario Sallustio, Questore di Arezzo – in cui associamo il momento della commemorazione e di ricordo che ci ha indicato la via giusta, che è la via del dovere e qui a Cortona è il momento della riconoscenza. Pertanto non può essere che una giornata toccante e impegnativa proprio per il riconoscimento che ci è stato concesso».
«Il messaggio che mandiamo a tutti – ha detto il presidente del Consiglio Comunale, Nicola Carini – è quello di unità intorno alle donne e agli uomini dello Stato».
«Abbiamo deliberato questo riconoscimento per l’importanza del lavoro che quotidianamente svolge la Polizia di Stato nel nostro territorio – ha dichiarato il sindaco – un impegno oggi reso ancora più gravoso dalla pandemia. Il nostro pensiero in questa ricorrenza non può che andare alla memoria di Emanuele Petri, ai suoi familiari e ai colleghi del posto Polfer di Terontola che riteniamo fondamentale presidio per la sicurezza».

LA CERIMONIA A CASTIGLION FIORENTINO
Anche il sottosegretario al Ministero dell’Interno, Nicola Molteni, alla cerimonia in memoria del Sovrintendente della Polizia di Stato, Emanuele Petri, l’eroe moderno ucciso per mano brigatista 18 anni fa

“Io credo che in queste circostanze debba parlare il cuore, le emozioni e le sensazioni. Ricordando Emanuele si ricordano tutti gli uomini in divisa che ogni giorno difendono quei valori, quei principi di unità, di appartenenza, di partecipazione e di unità. È doveroso, necessario ed importante, in un momento come questo, in un momento di sacrificio e di sofferenza, riaffermare il principio delle Istituzioni. Il Viminale è il cuore pulsante della democrazia del paese e all’interno dello stesso ho imparato ad amare e rispettare la Polizia di Stato che gode della fiducia e della stima del cittadino.

In un momento di dolore e di sofferenza, nonostante i 18 anni trascorsi, credo che non sia un gesto di banale retorica ricordare un grande servitore dello Stato, un uomo, un padre e un marito, un grande poliziotto che ha lavorato con dovere sacrificando la propria vita per il bene del nostro paese. Il dovere delle Istituzioni e della Comunità è quello di tramandare il ricordo, la memoria e questi principi per la costruzione e il futuro della nostra società. Ringrazio il Sindaco non solo di avermi invitato ma di avermi fatto vivere questo importante momento”. Queste le parole del sottosegretario al Ministero dell’Interno Nicola Molteni intervenuto questa mattina alla cerimonia in memoria del Sovrintendente della Polizia di Stato, Emanuele Petri. Il 2 marzo 2003 è una data significativa per il Paese, per Castiglion Fiorentino e per l’intero territorio. Quel giorno, quella drammatica domenica mattina Emanuele Petri durante un normale controllo sul treno interregionale Roma-Firenze ha portato alla luce le nuove Brigate Rosse. Una semplice attività lavorativa che gli è costata la vita. È successo 18 anni fa e da allora Castiglion Fiorentino ricorda questo eroe moderno per non dimenticare un pezzo di storia contemporanea così importante per tutti noi. Il dovere della memoria, quindi, il senso del ricordo delle gesta di un eroe valoroso, Emanuele Petri, grazie alle quali sono state sconfitte quelle associazioni criminali che hanno portato nel paese la violenza e il terrore. La cerimonia di questa mattina si è svolta a “porte chiuse” alla sola presenza delle autorità civili e militari. Sono intervenuti, nell’ordine, Tommaso Baroncini, rappresentante del CCR, il Questore della Provincia di Arezzo, Dario Sallustio, il Dirigente Generale di Pubblica Sicurezza, in rappresentanza del Capo della Polizia, Arnaldo Nanei.

Erano, inoltre, presenti il Prefetto di Arezzo, Anna Palombi, S.E. Arcivescovo-Vescovo di Arezzo – Cortona – Sansepolcro, Riccardo Fontana, Roberto Rossi, Procuratore di Arezzo, e Marco Casucci, Vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana. “In questi 18 anni su questa piazza abbiamo vissuto forti emozioni. La presenza di un esponente del Governo ci lusinga, Emanuele faceva semplicemente il suo lavoro, è diventato un eroe perché rispettato e mai dimenticato dalle Istituzioni e dalle comunità di Castiglion Fiorentino e di Tuoro” ha concluso il Sindaco Mario Agnelli. Al termine della cerimonia il primo cittadino ha donato alla vedova Alma Petri un mazzo di fiori.

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
TRASFERTA ROMANA DA SGARBI

Cortona, incontro con il sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi 

Si è tenuto questo pomeriggio a Roma l’incontro fra il sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi, il sindaco Luciano Meoni e l’assessore alla Cultura Francesco Attesti. L’incontro è stato richiesto dall’Amministrazione comunale nei giorni immediatamente successivi alla formazione del nuovo esecutivo nazionale. Al centro della discussione con Sgarbi c’è stato il programma di iniziative per le celebrazioni dedicate a Luca Signorelli che caratterizzeranno il 2023 cortonese. L’obiettivo è quello di ottenere il supporto da parte del Ministero della Cultura e di rafforzare il programma che vede Cortona in una posizione cruciale nel Cinquecentenario dalla morte del grande artista, insieme ai Comuni firmatari del protocollo d’intesa di Città della Pieve.
«Ringraziamo il professor Sgarbi - hanno dichiarato il sindaco Meoni e l’assessore Attesti - per aver dato seguito velocemente alla nostra richiesta di incontro. Stiamo seguendo la formazione del comitato nazionale delle celebrazioni di Signorelli e l’obiettivo è quello di dare seguito a quanto è stato fatto con il percorso portato avanti fino alla conclusione della passata legislatura. Pensiamo che le iniziative che contraddistingueranno Cortona nel 2023 meritino la massima attenzione da parte del Ministero della Cultura e siamo certi che il professor Sgarbi vorrà dare il giusto sostegno ad un programma così importante».
Il calendario delle celebrazioni di Luca Signorelli a Cortona prenderà il via nelle prossime settimane con i primi appuntamenti per culminare con l’apertura della mostra il prossimo 23 giugno.

TRASFERTA ROMANA DA SGARBI

Cortona, incontro con il sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi

Si è tenuto questo pomeriggio a Roma l’incontro fra il sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi, il sindaco Luciano Meoni e l’assessore alla Cultura Francesco Attesti. L’incontro è stato richiesto dall’Amministrazione comunale nei giorni immediatamente successivi alla formazione del nuovo esecutivo nazionale. Al centro della discussione con Sgarbi c’è stato il programma di iniziative per le celebrazioni dedicate a Luca Signorelli che caratterizzeranno il 2023 cortonese. L’obiettivo è quello di ottenere il supporto da parte del Ministero della Cultura e di rafforzare il programma che vede Cortona in una posizione cruciale nel Cinquecentenario dalla morte del grande artista, insieme ai Comuni firmatari del protocollo d’intesa di Città della Pieve.
«Ringraziamo il professor Sgarbi - hanno dichiarato il sindaco Meoni e l’assessore Attesti - per aver dato seguito velocemente alla nostra richiesta di incontro. Stiamo seguendo la formazione del comitato nazionale delle celebrazioni di Signorelli e l’obiettivo è quello di dare seguito a quanto è stato fatto con il percorso portato avanti fino alla conclusione della passata legislatura. Pensiamo che le iniziative che contraddistingueranno Cortona nel 2023 meritino la massima attenzione da parte del Ministero della Cultura e siamo certi che il professor Sgarbi vorrà dare il giusto sostegno ad un programma così importante».
Il calendario delle celebrazioni di Luca Signorelli a Cortona prenderà il via nelle prossime settimane con i primi appuntamenti per culminare con l’apertura della mostra il prossimo 23 giugno.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Chi è quel signore con la riga in mezzo

Poi si fanno anche la foto😄

😳😳😳

I bancomat della Valdichiana gli garbano...😂😂😂

📚❤️LIBRIAMOCI

“Libriamoci2022” giornate di lettura nelle scuole.

“La voce dei libri è risuonata anche quest’anno nelle Scuole italiane di ogni ordine e grado con Libriamoci, Giornate di Lettura nelle Scuole, campagna nazionale rivolta alle Scuole di ogni ordine e grado, in Italia e all’estero, che invita a ideare e a organizzare iniziative di lettura a voce alta, sia in presenza che online. L’obiettivo del progetto promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, attraverso il Centro per il libro e la lettura e dal Ministero dell’Istruzione – Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento Scolastico, è da sempre quello di diffondere e accrescere l’amore per i libri e l’abitudine alla lettura proponendo occasioni originali e coinvolgenti di ascolto e partecipazione attiva”.

 

Anche l’I. C “Città di Castiglion Fiorentino” ha aderito, come ogni anno, all’iniziativa con alcuni incontri che quest’anno si sono svolti presso la Biblioteca Comunale. “Anche quest’anno l’Amministrazione Comunale è accanto e a supporto degli insegnanti nel progetto Libriamoci. Questa iniziativa vuole essere un momento divertente e coinvolgente che aiuti a riflettere sull’importanza della lettura fin da piccoli. Un libro è, oggi più che mai, un dono prezioso per la crescita di ognuno di noi, bambini ed adulti; e ‘soffermarsi’ a leggere è una pratica che aiuta a cogliere ciò che è essenziale in un mondo che va così veloce, a volte troppo. Un ringraziamento a tutte le insegnanti che si sono adoperate per la buona riuscita dell’iniziativa!” conclude l’assessore all’Istruzione, Stefania Franceschini.

📚❤️LIBRIAMOCI

“Libriamoci2022” giornate di lettura nelle scuole.

“La voce dei libri è risuonata anche quest’anno nelle Scuole italiane di ogni ordine e grado con Libriamoci, Giornate di Lettura nelle Scuole, campagna nazionale rivolta alle Scuole di ogni ordine e grado, in Italia e all’estero, che invita a ideare e a organizzare iniziative di lettura a voce alta, sia in presenza che online. L’obiettivo del progetto promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, attraverso il Centro per il libro e la lettura e dal Ministero dell’Istruzione – Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento Scolastico, è da sempre quello di diffondere e accrescere l’amore per i libri e l’abitudine alla lettura proponendo occasioni originali e coinvolgenti di ascolto e partecipazione attiva”.



Anche l’I. C “Città di Castiglion Fiorentino” ha aderito, come ogni anno, all’iniziativa con alcuni incontri che quest’anno si sono svolti presso la Biblioteca Comunale. “Anche quest’anno l’Amministrazione Comunale è accanto e a supporto degli insegnanti nel progetto Libriamoci. Questa iniziativa vuole essere un momento divertente e coinvolgente che aiuti a riflettere sull’importanza della lettura fin da piccoli. Un libro è, oggi più che mai, un dono prezioso per la crescita di ognuno di noi, bambini ed adulti; e ‘soffermarsi’ a leggere è una pratica che aiuta a cogliere ciò che è essenziale in un mondo che va così veloce, a volte troppo. Un ringraziamento a tutte le insegnanti che si sono adoperate per la buona riuscita dell’iniziativa!” conclude l’assessore all’Istruzione, Stefania Franceschini.
... See MoreSee Less

INNEGGIAVA AL DUCE CON DELLE SCRITTE SUL FURGONE: DENUNCIATO

Si tratta di un uomo di 40 anni, residente in Casentino. Sul suo furgone aveva delle scritte inneggianti il Duce, cosi come nei pressi della sua abitazione erano presenti delle pietre con scolpita sia la parola Dux sia la Ss. Per luomo è scattata la denuncia per apologia al fascismo.

INNEGGIAVA AL DUCE CON DELLE SCRITTE SUL FURGONE: DENUNCIATO

Si tratta di un uomo di 40 anni, residente in Casentino. Sul suo furgone aveva delle scritte inneggianti il Duce, cosi come nei pressi della sua abitazione erano presenti delle pietre con scolpita sia la parola "Dux" sia la "Ss". Per l'uomo è scattata la denuncia per apologia al fascismo.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Dura lex sed lex. Non mi pronuncio sulla norma del codice penale, peraltro da voi erroneamente riportata, in quanto essendo legge dello stato non spetta a me criticarla. Tuttavia mi sorgono alcune perplessità; in primis, ma davvero non ci sono altre notizie da riportare? In secondo luogo, ma davvero le nostre forze dell'ordine non hanno problemi più urgenti da affrontare che non andare in prossimità dell'abitazione di un denunciato per cercare delle pietre con delle incisioni equivoche?

Io voglio anche ľapologia al comunismo!

Ma mi domando ognuno di noi non è libero di dire e pensare.

È reato.

Che. Notiziona mamma mia.... E soprattutto che bella democrazia che è l'Italia

WLF non piace più a nessuno che tristezza

Dividi et impera.

Che notiziona 😅

Ci sono "consiglieri comunali" con tatuaggi che riguardano Benito Mussolini, ci si scandalizza per cosa? De che se parla? Quello no ma quell'altro si..siamo il bel paese..

Jovanotti canta viva la libertà peccato che sia dolo una splendida canzone

Ok facciano pure la denuncia ma poi vadano a prendere a casa anche Giuseppe Conte che sono giorno che invoca la piazza ed il disordine per il RDC. Ipocrita schifoso.

Manuel Sfameni 🤣🤣🤣

Marco Dragoni

Mentre chi inneggia oggi al comunismo e soprattutto alle cooperative rosse sponsorizzate da pantalone quello sì va più che bene ehhh

Il disagio sociale è forte

ma i manifestanti che inneggiavano la morte della Meloni,sono tutti liberi, come mai?

View more comments

SINDACO, GRAZIE È STATO IL REGALO PIÙ BELLO DI TUTTI!

Così Roberto Benigni. Sì proprio lui. Dallaltra parte Mario Agnelli che quasi stava per non rispondere, ero in bici in una bella domenica mattina e poi mi ha chiamato un numero sconosciuto: chi se lo aspettava?. E invece, ne è venuta fuori unaltra chiacchierata con il Premio Oscar che, con voce cordiale e affettuosa, ha ringraziato il primo cittadino per il regalo fatto. Ma quale? Ora ci arriviamo 👇

🖋 di Luca Amodio

https://www.sr71.it/2022/11/27/grazie-sindaco-mi-ha-fatto-il-regalo-piu-bello-benigni-chiama-il-sindaco-agnrlli/

"SINDACO, GRAZIE È STATO IL REGALO PIÙ BELLO DI TUTTI!"

Così Roberto Benigni. Sì proprio lui. Dall'altra parte Mario Agnelli che quasi stava per non rispondere, "ero in bici in una bella domenica mattina e poi mi ha chiamato un numero sconosciuto: chi se lo aspettava?". E invece, ne è venuta fuori un'altra chiacchierata con il Premio Oscar che, con voce cordiale e affettuosa, ha ringraziato il primo cittadino per il regalo fatto. Ma quale? Ora ci arriviamo 👇

🖋 di Luca Amodio

www.sr71.it/2022/11/27/grazie-sindaco-mi-ha-fatto-il-regalo-piu-bello-benigni-chiama-il-sindaco-a...
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Mica pizza e fichi!!!!

Solo a te Mario riescono tutte.

chi viene viene e chi non viene non c'e ...

INIZIA IL NATALE A CORTONA

INIZIA IL NATALE A CORTONA

🎄🧑‍🎄Cortona, Babbo Natale sulla Zipline accende «Natale di Stelle». Oggi l’inaugurazione 👇

www.sr71.it/2022/11/27/inaugurato-natale-di-stelle-zipline-videomapping-e-spettacoli-accendono-le...
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Che meraviglia!! Bella Cortona addobbata x le feste Natalizie!

Stupenda la mia cortona

Ivan Borriello

View more comments

SCONFIGGERE LA VIOLENZA DI GENERE DI CORSA

SCONFIGGERE LA VIOLENZA DI GENERE DI CORSA

🏃🏻‍♀️🏃🏻‍♀️Seconda edizione della “City Trail”: oltre 200 atleti in gara nella Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne 👇

www.sr71.it/2022/11/26/sconfiggere-la-violenza-di-genere-di-corsa/
... See MoreSee Less

Load more