fbpx

Gatto ucciso a fucilate, denunciato l’autore. I carabinieri gli sequestrano le armi

I Carabinieri della stazione di Levane, frazione di Montevarchi, a conclusione di un’approfondita e tempestiva indagine, hanno deferito in stato di libertà un sessantenne di Montevarchi per l’articolo 544 bis del Codice Penale (“Uccisione di animali”), un delitto che nel nostro Ordinamento punisce con la reclusione fino a due anni “chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona la morte di un animale”.
A gennaio, i Carabinieri della Stazione di Levane avevano ricevuto la denuncia-querela da parte di una residente, che aveva trovato la propria gattina di 7 mesi riversa per terra, in fin di vita in una pozza di sangue. Inutile la corsa al pronto soccorso veterinario e l’intervento d’urgenza per estrarre i dardi mortali: un pallino aveva attinto gli organi vitali, e per la piccola gatta, che si chiamava “Luna” ed era stata adottata solo da poche settimane, non era stato possibile fare nulla. L’esame medico ha consentito di far luce su un quadro assurdo, impossibile da accettare per la proprietaria: qualcuno, nei dintorni, aveva sparato, con un’arma ad aria compressa, dei pallini, uno dei quali aveva colpito mortalmente la gattina.
Sin dall’inizio è risultata evidente la gravità del gesto, di per sé inconcepibile, ed assolutamente gratuito, se si pensa anche solo alla palese inoffensività di una gattina di sette mesi. I Carabinieri della Stazione di Levane si sono immediatamente attivati, effettuando un accurato sopralluogo sul luogo di rinvenimento della micetta, escutendo i possibili testimoni a sommarie informazioni, e soprattutto consultandosi con un esperto per le valutazioni di carattere balistico.
A quel punto, il quadro indiziario ha portato a restringere il cerchio, e ad ipotizzare la responsabilità di un soggetto, un uomo sui 60 anni, incensurato, che vive nella zona e che in più circostanze aveva manifestato la propria insofferenza nei confronti degli animali, in senso lato. Immediatamente, i Carabinieri hanno chiesto alla Procura della Repubblica di Arezzo di emettere un decreto di perquisizione e sequestro. L’obbiettivo era rinvenire e sequestrare l’arma utilizzata per esplodere i colpi mortali, sia per prevenire ulteriori analoghi episodi, sia per scongiurare possibili tragedie ancor più gravi (basta pensare che i proiettili esplosi avrebbero potuto colpire anche accidentalmente un passante, o un bambino).
Ieri pomeriggio, ottenuto il decreto di perquisizione e sequestro, i Carabinieri della stazione di Levane hanno proceduto a darvi esecuzione, rinvenendo nella disponibilità dell’indiziato ben tre armi ad aria compressa (una carabina e due pistole), di libera vendita e quindi legalmente detenute, potenzialmente compatibili con le ferite che hanno portato alla morte della gattina. Le armi sono state immediatamente sequestrate, unitamente a 4 bombolette di CO-2 utilizzate quale propellente per i dardi mortali, andando a corroborare il già preciso quadro indiziario nei confronti dell’indagato.

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
SINDACO, GRAZIE È STATO IL REGALO PIÙ BELLO DI TUTTI!

Così Roberto Benigni. Sì proprio lui. Dallaltra parte Mario Agnelli che quasi stava per non rispondere, ero in bici in una bella domenica mattina e poi mi ha chiamato un numero sconosciuto: chi se lo aspettava?. E invece, ne è venuta fuori unaltra chiacchierata con il Premio Oscar che, con voce cordiale e affettuosa, ha ringraziato il primo cittadino per il regalo fatto. Ma quale? Ora ci arriviamo 👇

🖋 di Luca Amodio

https://www.sr71.it/2022/11/27/grazie-sindaco-mi-ha-fatto-il-regalo-piu-bello-benigni-chiama-il-sindaco-agnrlli/

"SINDACO, GRAZIE È STATO IL REGALO PIÙ BELLO DI TUTTI!"

Così Roberto Benigni. Sì proprio lui. Dall'altra parte Mario Agnelli che quasi stava per non rispondere, "ero in bici in una bella domenica mattina e poi mi ha chiamato un numero sconosciuto: chi se lo aspettava?". E invece, ne è venuta fuori un'altra chiacchierata con il Premio Oscar che, con voce cordiale e affettuosa, ha ringraziato il primo cittadino per il regalo fatto. Ma quale? Ora ci arriviamo 👇

🖋 di Luca Amodio

www.sr71.it/2022/11/27/grazie-sindaco-mi-ha-fatto-il-regalo-piu-bello-benigni-chiama-il-sindaco-a...
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Mica pizza e fichi!!!!

Solo a te Mario riescono tutte.

chi viene viene e chi non viene non c'e ...

INIZIA IL NATALE A CORTONA

INIZIA IL NATALE A CORTONA

🎄🧑‍🎄Cortona, Babbo Natale sulla Zipline accende «Natale di Stelle». Oggi l’inaugurazione 👇

www.sr71.it/2022/11/27/inaugurato-natale-di-stelle-zipline-videomapping-e-spettacoli-accendono-le...
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Che meraviglia!! Bella Cortona addobbata x le feste Natalizie!

Stupenda la mia cortona

SCONFIGGERE LA VIOLENZA DI GENERE DI CORSA

SCONFIGGERE LA VIOLENZA DI GENERE DI CORSA

🏃🏻‍♀️🏃🏻‍♀️Seconda edizione della “City Trail”: oltre 200 atleti in gara nella Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne 👇

www.sr71.it/2022/11/26/sconfiggere-la-violenza-di-genere-di-corsa/
... See MoreSee Less

IL FINE SETTIMANA DELL’OLIO

IL FINE SETTIMANA DELL’OLIO

🫒 è cominciato il fine settimana dell'olio a Castiglion Fiorentino, l'iniziativa che coinvolge ristoranti ed aziende 👇
... See MoreSee Less

“DEVO FARE QUELLO CHE MI CHIEDE IL MIO DIO”: PAKISTANO SI SCAGLIA CONTRO GLI AGENTI. FERMATO COL TASER

è successo ad Arezzo: 
 
​https://www.sr71.it/2022/11/26/devo-fare-quello-che-mi-chiede-il-mio-dio-pakistano-si-scaglia-contro-gli-agenti-fermato-col-taser/

“DEVO FARE QUELLO CHE MI CHIEDE IL MIO DIO”: PAKISTANO SI SCAGLIA CONTRO GLI AGENTI. FERMATO COL TASER

è successo ad Arezzo:

​https://www.sr71.it/2022/11/26/devo-fare-quello-che-mi-chiede-il-mio-dio-pakistano-si-scaglia-contro-gli-agenti-fermato-col-taser/
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Mi preoccupa la bolletta.... o vedrai che botta 😉 A parte gli scherzi....forse abbiamo trovato il vero compromesso tra un 'ingaggio" a mani nudo e/o con la pistola.

Se tutte le volte facevo quello che diceva il mio Dio, avevo riempito un cimitero.

Ci sono oltre 3000 divinità riconosciute sulla Terra ......e Pastafran è il più grande di tutti ! Buon Sugus

si va bene vai!!!!

Mo vo voglio vede che gli fanno

ora si vedi

Non voglio sbilanciare più di tanto. poi FB mi blocca il profilo quando dico o scrivo come la penso io, in maniera diversa andate a fa in culo a casa vostra stronzi. E non sono razzista

Quello che ti dice il tuo dio fallo a casa tua.... Coglioneeee

Ataccatelo al tiro

Fra Deglie Beefy

e quale sarebbe il suo dio??... che ritorni nel suo amato paese dove se dici questa falsità ti tagliano la testa..

Lo rimandassero a casa sua dal suo dio!

View more comments

24 PAIA DI CALZINI, TRE DI SCARPE POI MAGLIETTE E STIVALI: FURTO PER OLTRE MILLE EURO

https://www.sr71.it/2022/11/26/furto-alloutlet-per-oltre-mille-euro-beccata/

24 PAIA DI CALZINI, TRE DI SCARPE POI MAGLIETTE E STIVALI: FURTO PER OLTRE MILLE EURO

www.sr71.it/2022/11/26/furto-alloutlet-per-oltre-mille-euro-beccata/
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

" La donna, dopo le formalità di rito, è stata messa in libertà, non si è ritenuto di dover richiedere misure coercitive." Potevate lasciagli anche la refurtiva, tanto fra 1 giorno rifarà la stessa cosa.

Bene, allora oggi giratina all'outlet

Gli articoli sempre meno precisi nei riferimenti, per quanto ancora si usa chiamarlo Outlet Valdichiana Village, quella struttura anni fa ha mutato il nome in “Valdichiana Village”, la proprieta virrebbe darsi un tono piu elevato, ma sarà dura crollarsi quel marchio di dosso. A proposito del furto, ma quelke tenaglie non avranno suonato all’ ingresso e all’ uscita dai negozi ?

Praticamente ha "legalizzato" il furto.

Liberata. E stata riconsegnata la refurtiva????

Ma poi sarei curiosa di sapere come ha fatto a nascondere tre paia di scarpe e gli stivali... 🤦‍♀️

quindi è in libertà, ma senza il cambio di calzini.

3 o 4 mesi di galera ? A quando il prossimo furto ?

View more comments

Load more