fbpx

Incendi e lockdown, bilancio di una stagione intensa per i volontari de La Racchetta Arezzo

Era previsto già a marzo che un progressivo abbandono delle campagne, delle colture agrarie e dei boschi dovuto al Lockdown relativo all’ emergenza sanitaria covid-19 avrebbe favorito, per abbondanza di combustibile e non curanza, lo sviluppo degli incendi nei moltissimi terreni abbandonati ad inizio anno, più che altro olivete e campi incolti.

Situazione abbastanza difficile a cui l’Associazione La Racchetta, che ormai da oltre 18 anni opera sul comune di Arezzo, ha dovuto far fronte per la prima volta. Oltre alle restrizioni dovute al Covid-19, che ne implica complesse procedure operative da parte del sistema Antincendi Boschivi Regionale, a peggiorare la situazione fin da subito è stata proprio la ripresa delle colture agrarie, Post Lockdown ad inizio estate, sono stati numerosi infatti i casi di abbruciamenti di residui vegetali incustoditi, che han dato vita a veri e propri incendi, allargandosi e bruciando per decine e decine di metri la vegetazione circostante.

Le squadre de La Racchetta, nel periodo di alto rischio incendi, hanno effettuato 8 verifiche per segnalazione d’ incendio ed effettuato 5 interventi a supporto dei Vigili del Fuoco per incendi di vegetazione, ricordando il più esteso di 3 ettari tra Campoluci e Patrignone a fine Luglio. Numerosi invece gli incendi boschivi sulle periferie della città, le nostre squadre hanno operato in ben 14 incendi diversi, fra cui l’incendio a Santa Maria della Rassinata che ha richiesto il nostro operato per ben 20 ore consecutive, due complessi incendi di pineta sulla strada che porta all’ Alpe di Poti o le operazione di bonifica e controllo dei 6 ettari dell’ incendio di Montegualandro a Cortona e l’ ultimo evento della stagione a Molin Nuovo, al confine tra Arezzo e Monterchi, dove la superficie bruciata ha percorso oltre un ettaro, tutti eventi su zone a forte pendenza con presenza di conifere, case sparse e grande estensione di fitti boschi a cui La Racchetta e tutto il sistema AIB Regionale han dovuto far fronte.

Se nel complesso a livello Regionale è stata una stagione tranquilla, è stato massivo l’impegno anche fuori provincia dove La Racchetta sezione di Arezzo ha operato per ben 6 volte consecutive in un difficile incendio, di oltre 70 ettari, in provincia di Grosseto, inviando personale altamente specializzato nella bonifica degli incendi.

Ci piace riassumere il tutto in quasi 140 ore d’intervento, portate a termine dall’ alternarsi di circa 30 volontari, sebbene la stagione estiva sia finita il nostro operato continua come Protezione Civile, quest’ anno fortemente impegnati a supporto della popolazione nell’ emergenza covid-19.

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
MASCHERINE NON PIÙ OBBLIGATORIE SUI MEZZI PUBBLICI 

Da oggi decade l’obbligo per l’uso delle mascherine ffp2 sui mezzi pubblici, treni, bus, metro, traghetti e aerei. Rimane l’obbligo, fino al 31 ottobre, per lavoratorio, utenti e visitatori per accedere a strutture sanitarie, RSA, strutture socio sanitarie e residenze per anziani.

MASCHERINE NON PIÙ OBBLIGATORIE SUI MEZZI PUBBLICI

Da oggi decade l’obbligo per l’uso delle mascherine ffp2 sui mezzi pubblici, treni, bus, metro, traghetti e aerei. Rimane l’obbligo, fino al 31 ottobre, per lavoratorio, utenti e visitatori per accedere a strutture sanitarie, RSA, strutture socio sanitarie e residenze per anziani.
... See MoreSee Less

BENTORNATA SINDACA!

🇮🇹Marciano della Chiana, dopo lunga assenza il Sindaco Maria De Palma sarà presente al prossimo consiglio comunale 👇

https://www.sr71.it/2022/09/30/marciano-della-chiana-dopo-lunga-assenza-il-sindaco-maria-de-palma-torna-sul-ponte-di-comando/

BENTORNATA SINDACA!

🇮🇹Marciano della Chiana, dopo lunga assenza il Sindaco Maria De Palma sarà presente al prossimo consiglio comunale 👇

www.sr71.it/2022/09/30/marciano-della-chiana-dopo-lunga-assenza-il-sindaco-maria-de-palma-torna-s...
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Un abbraccio Maria!!!

Un forte abbraccio Maria!!😘

Bentornata 🍀🍀

Bentornata ❤️😘

Bentornata sindaca

Io direi, bentornata sindaca

👏👏👏👏

👏👏👏👏

View more comments

ASSEMBRAMENTI DI STUDENTI, CHIESTA LA SOPPRESSIONE DELLE FERMATE 

👦🏼🚍Assembramenti di studenti lungo la Sr71, inviata lettera ad Autolinee Toscana per chiedere la soppressione della fermata negli orari di punta per motivi di sicurezza stradale 👇

https://www.sr71.it/2022/09/30/assembramenti-di-studenti-lungo-la-sr71-inviata-lettera-ad-autolinee-toscana-per-chiedere-la-soppressione-della-fermata-negli-orari-di-punta/

ASSEMBRAMENTI DI STUDENTI, CHIESTA LA SOPPRESSIONE DELLE FERMATE

👦🏼🚍Assembramenti di studenti lungo la Sr71, inviata lettera ad Autolinee Toscana per chiedere la soppressione della fermata negli orari di punta per motivi di sicurezza stradale 👇

www.sr71.it/2022/09/30/assembramenti-di-studenti-lungo-la-sr71-inviata-lettera-ad-autolinee-tosca...
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Invece di far passare un pullman in più tolgono la fermata. Chi è il genio che le pensa? Lo sanno vero che l'assembramento è dovuto al fatto che IL SOLO pullman che dovrebbe far salire i ragazzi è troppo pieno? I ragazzi fanno a spintoni per salire e la metà resta a terra. Complimenti, davvero. Nella fermata dopo la cosa migliorerà vero?

Vergogna...aumentate gli autobus piuttosto...questi ragazzi devono fare le "guerre" per salire e c'è sempre qualcuno che cade e rischia di farsi male...per non dire di quanti rimangono a piedi...vergognatevi anche solo a pensare di risolvere il problema sopprimendo le fermate...AUMENTARE IL NUMERO DI AUTOBUS...NON È DIFFICILE .. visto che paghiamo belle somme per l'abbonamento! VERGOGNA

Se si vogliono tenere le scuole nel centro storico, gli si fornisce un servizio navetta gratuito che li porta in un luogo più sicuro per la salita nell'autobus di linea. Che lì la fermata non sia più idonea per la quantità di ragazzi è vero ed è pericoloso ma è facile dire sopprimiamo la fermata e facciano 2 passi in più quando tutti posiamo il culo in macchina anche per fare 100mt..... (Io non usufruisco in nessun modo della fermata ma immagino i ragazzi che si fanno il passaggio in sù e in giù quanto possano essere contenti....)

Pagliacci 🤡🤡🤡 tanto sti ragazzi già restano a piedi perché gli autobus sono stracolmi.... Adesso tolgono la fermata. Manco avessero aperto le scuole all'improvviso 😒😒😒 Un'idea di quello che potrebbero fare io ce l'ho... AUMENTARE I MEZZI 🤔🤔🤔

Sempre peggio

Servono più pulmann...altroché abolire le fermate..i ragazzi sono tutti ammassati uno sopra l altro...dov è la sicurezza? E il covid?

Tanto ce ne sono parecchie questo anno ... 🤔🤦

Gli sopprimono un sacco di corse costringendoli a fare a gara ad entrare negli autobus in stile Fantozziano, poi si lamentano che sono in troppi alla fermata...🤦‍♂️😂

🤦‍♀️

Da quando c'è autolinee toscane mi sembra diventata tutta una barzelletta

Ma basta avete rotto il cazzo...ma scrivete cose serie...Giornale da 4 Soldi

View more comments

NASCE LA STAZIONE CORTONA “CENTRO”

🚆🚌 Dal 15 ottobre sarà possibile acquistare biglietti per la nuova destinazione “Cortona Centro” sui sistema di vendita Trenitalia, sia alla biglietteria che sul sito web.

I viaggiatori potranno quindi, attraverso la logica intermodale treno+bus, raggiungere la stazione ferroviaria “virtuale” Cortona “centro”: in un solo click con la coincidenza calcolata tra la corsa in su gomma e su ferrovia.

🎤 le interviste a Marco Trotta direttore Trenitalia DR Toscana, Silvia Spensierati assessore ai
Trasporti del Comune di Cortona, Luciano Meoni sindaco di Cortona, l’assessore ai Trasporti della Regione Toscana Stefano Baccelli e Gianni Bechelli presidente Autolinee Toscane

www.sr71.it/2022/09/30/a-cortona-in-trenobus-con-un-click-ecco-la-stazione-virtuale-centro/
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Ma prevedere un bel piano risanatore per le stazioni ferroviarie esistenti quali Terontola e Camucia anziché dedicarsi a certe discutibili novità? Cortona centro, come la chiamate voi non può fare a meno di quelle stazioni in cui i treni fanno scalo tra degrado,edifici pericolanti e mancanze strutturali!!!

Speriamo che con l'arrivo dei treni ci siano anche i bus per adesso la domenica non ci sono grandi corse speriamo che dal 15 ottobre sia meglio

Evvivaaaa

Ora l'AV senza esitazioni

Abbiamo partecipato con grande curiosità alla conferenza indetta venerdì 30 settembre nella Sala del Consiglio Comunale di Cortona per la presentazione del servizio di trasporto intermodale Treno + Bus. Questo perché la Lista Cortona Patria Nostra nei mesi scorsi ha presentato agli organi d’informazione un progetto molto interessante per la proficua integrazione del servizio su rotaia con quello su gomma allo scopo di valorizzare il ruolo che assolvono i due impianti ferroviari del nostro Comune. Abbiamo capito che con un unico titolo di viaggio comprensivo della tratta ferroviaria e dell’autobus sarà possibile viaggiare, ad esempio, dalla stazione di Milano C.le al Centro Storico di Cortona. Non abbiamo assolutamente capito come verranno realizzate le coincidenze treno/autobus nelle stazioni di Terontola e di Camucia. Ci limitiamo a ricordare lo scenario attuale che non appare confortante:  nei giorni festivi sono soltanto 4 le corse Andata e Ritorno da Terontola e da Camucia per il Centro Storico;  Il 1 gennaio, il 6 gennaio, Pasqua e Pasquetta, 25 aprile, 1 maggio, 2 giugno, 15 agosto, 1 novembre, 8 - 25 - 26 dicembre, proprio quando l’afflusso dei turisti è più consistente, sono state soppresse finora tutte le corriere;  Neanche i due sbandierati Frecciarossa a Terontola, partenza alle ore 5.56 per Milano/Torino ed arrivo alle ore 21.52 da Torino/Milano sono serviti da pullman ed i malcapitati turisti si trovano a sbarcare nel deserto. Intendiamoci, il progetto annunciato è ambizioso e sfidante ma resta da capire con quali risorse verrà realizzato, autisti e mezzi di trasporto. Quanti saranno i treni Regionali ed Intercity che fermano nelle nostre stazioni ad essere servite da un Bus per garantire alla clientela il proseguimento su Cortona? Al momento non è dato sapere ma attendiamo con giustificata trepidazione e fiducia, tenendo presente che si tratta di un progetto molto complesso. Siamo sicuri che non è soltanto la semplice enunciazione di un ottimo proposito a cui occorre dare corpo e sostanza per tradurlo in realtà.

finalmente! bravi!

E alle dieci di sera dov'è il bus da terontola a Cortona? Ne mettete uno nuovo?

View more comments

AVEVA COCAINA PARI A UN MILIONE DI EURO, ARRESTATO ALL’AEROPORTO 

Era appena rientrato in Italia dopo mesi trascorsi all’estero e viene arrestato all’aeroporto di Perugia dai Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Foligno. Nei suoi confronti, infatti, gravava un Ordine di Custodia Cautelare emesso dall’Autorità Giudiziaria di Spoleto per reati in materia di stupefacenti, cui l’uomo si era sottratto fuggendo nel suo paese d’origine. Al momento è stato collocato agli arresti domiciliari in attesa degli sviluppi della vicenda, che si innesta nell’attività d’indagine che aveva portato, nel gennaio scorso, al ritrovamento di 17 kg di cocaina occultati in un garage di Foligno, oltre a circa 70.000 Euro in denaro contante.
L’indagine, originata nell’aretino dall’attività svolta dal Nucleo Operativo Radiomobile di Arezzo, aveva condotto gli inquirenti a Foligno ove, in collaborazione coi Carabinieri di Foligno, erano state eseguite alcune perquisizioni nei confronti di persone residenti in loco, rinvenendo l’enorme quantitativo di sostanza appena precisato che, rivenduta sul mercato, avrebbe portato ad un guadagno per la malavita senz’altro superiore al milione di Euro.
In quell’occasione l’odierno arrestato era stato trovato in possesso di circa 13.000 Euro di denaro contante e sulla vettura dallo stesso utilizzata era stato scoperto un doppio fondo, sotto il sedile anteriore, presumibilmente utilizzato per l’occultamento della droga che, in quel momento, non era presente all’interno.

AVEVA COCAINA PARI A UN MILIONE DI EURO, ARRESTATO ALL’AEROPORTO

Era appena rientrato in Italia dopo mesi trascorsi all’estero e viene arrestato all’aeroporto di Perugia dai Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Foligno. Nei suoi confronti, infatti, gravava un Ordine di Custodia Cautelare emesso dall’Autorità Giudiziaria di Spoleto per reati in materia di stupefacenti, cui l’uomo si era sottratto fuggendo nel suo paese d’origine. Al momento è stato collocato agli arresti domiciliari in attesa degli sviluppi della vicenda, che si innesta nell’attività d’indagine che aveva portato, nel gennaio scorso, al ritrovamento di 17 kg di cocaina occultati in un garage di Foligno, oltre a circa 70.000 Euro in denaro contante.
L’indagine, originata nell’aretino dall’attività svolta dal Nucleo Operativo Radiomobile di Arezzo, aveva condotto gli inquirenti a Foligno ove, in collaborazione coi Carabinieri di Foligno, erano state eseguite alcune perquisizioni nei confronti di persone residenti in loco, rinvenendo l’enorme quantitativo di sostanza appena precisato che, rivenduta sul mercato, avrebbe portato ad un guadagno per la malavita senz’altro superiore al milione di Euro.
In quell’occasione l’odierno arrestato era stato trovato in possesso di circa 13.000 Euro di denaro contante e sulla vettura dallo stesso utilizzata era stato scoperto un doppio fondo, sotto il sedile anteriore, presumibilmente utilizzato per l’occultamento della droga che, in quel momento, non era presente all’interno.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Rimango sempre dell'idea che i lavori forzati siano un deterrente più che valido.

Ai domiciliari che ma che deve fa per andare in galera a vita pane acqua andare a rubare in un pollaio

E ancora co sti arresti domiciliari, galera, galera subito signor giudice. In attesa di ... che scappi ?

Ma sicuro sarà entrato uno con più merce

Strano...

View more comments

MAXI RITARDI 

Trasporto ferroviario, maxi ritardi sulla linea Firenze Roma, di cui fa parte anche la stazione di Arezzo. 

I disagi sono stati causati da un guasto sulla linea elettrica dopo il passaggio di un treno a Settebagni.  Si sono quindi accumulati ritardi consistenti, anche superiori ad un’ora durante tutto il pomeriggio. 

Al momento le frecce in direzione Firenze e Roma che dovranno fare tappa anche ad Arezzo mantengono un ritardo di circa mezz’ora. Così come alcuni regionali e intercity.

MAXI RITARDI

Trasporto ferroviario, maxi ritardi sulla linea Firenze Roma, di cui fa parte anche la stazione di Arezzo.

I disagi sono stati causati da un guasto sulla linea elettrica dopo il passaggio di un treno a Settebagni. Si sono quindi accumulati ritardi consistenti, anche superiori ad un’ora durante tutto il pomeriggio.

Al momento le frecce in direzione Firenze e Roma che dovranno fare tappa anche ad Arezzo mantengono un ritardo di circa mezz’ora. Così come alcuni regionali e intercity.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Mi è venuto in mente ora.... Ma i prezzi dei biglietti raddoppiano? Con quello che costa la corrente

Load more