fbpx

Sanificazioni, oggi è stato il turno di Camucia. Proseguono i controlli, Meoni ringrazia i carabinieri

Il comune di Cortona, d’intesa con Sei Toscana, prosegue gli interventi di sanificazione delle principali strade del territorio. Gli incaricati hanno provveduto a igienizzare alcune strade di Camucia. Gli addetti al servizio sono intervenuti in varie zone urbane, utilizzando l’apposita macchina spazzatrice, dotata di una soluzione a base di composti di cloro diluita nell’acqua di lavaggio.
È proseguita, inoltre, la sanificazione di tutti i contenitori posizionati nel territorio comunale.
Gli interventi eseguiti rientrano nel piano operativo predisposto nei giorni scorsi.
«Abbiamo deciso di procedere con interventi di sanificazione di strade, marciapiedi e aree urbane come azioni preventive di carattere igienico-sanitario e per dare alla cittadinanza un senso di maggiore tranquillità», commentano il sindaco di Cortona, Luciano Meoni e l’assessore all’ambiente, Paolo Rossi.
«In un momento difficile come quello che stiamo vivendo, crediamo sia importante dare un segnale di vicinanza e mettere in campo azioni che aumentino la percezione di sicurezza dei nostri concittadini».
Gli spazzamenti manuali e del centro storico seguono il calendario già programmato. I lavaggi dei vicoli sono eseguiti utilizzando la medesima miscela igienizzante, con diluizioni di composti di cloro e sali quaternari.

L’impegno dei carabinieri contro gli irresponsabili è quotidiano. A dieci giorni dall’entrata in vigore del decreto governativo, emanato per fronteggiare l’emergenza coronavirus, i militari dell’Arma compiono continui controlli alle persone e ai veicoli in transito per accertare il rispetto delle misure di sicurezza adottate.
Dal sindaco di Cortona, Luciano Meoni, giunge un ringraziamento pubblico ai carabinieri, impegnati a monitorare il comprensorio per garantire l’osservanza delle norme anti-contagio.
«Ringrazio l’arma dei carabinieri per l’impegno profuso nel controllo del territorio. In questo difficile momento tutte le istituzioni sono impegnate per tutelare la nostra salute. Grazie».