fbpx

Cinque arresti per il maxi furto di rame. Trecentomila euro di metallo da una centrale a biomasse

Nelle prime ore della mattinata odierna, i carabinieri della Comando Provinciale e della Compagnia di Rieti, collaborati da quelli del Comando Provinciale di Latina, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare emessa dall’Ufficio G.I.P. del Tribunale di Rieti, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di quattro soggetti di nazionalità rumena, tutti residenti a Latina e ritenuti responsabili di numerosi furti di rame.

Il provvedimento è stato emesso sulla scorta delle risultanze investigative raccolte nel corso di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Rieti ed avviata nel luglio 2018, quando fu perpetrato il primo dei furti accertati. Nell’occasione, i malfattori si erano introdotti all’interno di un capannone momentaneamente in disuso sito nel nucleo industriale del capoluogo reatino, dove avevano asportato un’ingente quantitativo di cavi in rame, prelevandoli dagli impianti elettrici dell’opificio.

Dopo una prima fase di analisi, le attività d’indagine si sono indirizzate fin da subito verso alcuni soggetti di nazionalità rumena, gravati da alcuni precedenti di polizia, estranei al contesto reatino, in quanto gravitanti nella città di Latina, ma dei quali era stata accertata la presenza nel capoluogo in occasione del furto.

Il monitoraggio dei soggetti ha consentito di individuare altri componenti del gruppo e di verificarne gli spostamenti, a cui corrispondevano altri episodi furtivi perpetrati non solo nella provincia di Rieti, ma anche in quella di Terni e finanche in quella di Arezzo, ove venivano asportai circa 3.000 kg di cavo di rame di grossa sezione presso una società di produzione di energia elettrica ubicata nel comune di Civitella in Vali di Chiana (AR).

Dall’avvio delle attività d’indagine, è stato possibile accertare complessivamente dodici episodi furtivi, di cui uno non consumato grazie all’intervento delle forze dell’ordine, che riuscivano a mettere in fuga i componenti della banda. Bersaglio del gruppo criminale sono stati opifici e capannoni industriali, spesso in disuso, ma anche un elettrodotto e persino un impianto per la produzione di energia elettrica ad olio vegetale.

Il rame asportato, secondo quanto ricostruito sulla base delle denunce, ammonterebbe a circa 5 tonnellate, mentre i danni arrecati complessivamente ammonterebbero ad oltre 500.000 euro.

Sulla scorta degli elementi raccolti, in accoglimento delle richieste formulate dalla locale Procura, il G.I.P. del Tribunale di Rieti ha disposto l’applicazione della custodia cautelare in carcere per quattro degli indagati e quella degli arresti domiciliari per un quinto. Questa mattina nel corso di un’operazione condotta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Rieti, collaborati nell’esecuzione da quelli del Comando Provinciale di Latina, i componenti del gruppo criminale sono stati tutti tratti in arresto ad eccezione di uno, attivamente ricercato, che al momento si troverebbe all’estero. Gli arrestati si trovano ora uno agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, i restanti invece sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Latina.

Nuovi casi rilevati

Ricoverati malattie infettive

Ricoverati Terapia intensiva

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

2 hours ago

SR 71

FESTA DELLA TOSCANA
⚪️🔴 a #cortona e #lucignano i #Comuni si tingono dei colori della #Regione #FestadellaToscana @regionetoscana
... See MoreSee Less

FESTA DELLA TOSCANA 
⚪️🔴 a #cortona e #lucignano i #comuni si tingono dei colori della #regione #festadellatoscana @regionetoscanaImage attachment

4 hours ago

SR 71

CESA, FALCIATO DA UN’AUTO MENTRE PORTA IL CANE A SPASSO. 31ENNE GRAVISSIMO
🔴 www.sr71.it/2020/11/30/cesa-incidente-cane-gravissimo-31enne/

(Foto di repertorio)
... See MoreSee Less

CESA, FALCIATO DA UN’AUTO MENTRE PORTA IL CANE A SPASSO. 31ENNE GRAVISSIMO
🔴 https://www.sr71.it/2020/11/30/cesa-incidente-cane-gravissimo-31enne/

(Foto di repertorio)

Comment on Facebook

Ma il cane come sta

Le strisce non vengono più rispettate oramai è il pedono che deve dare precedenza all'autoveicolo😔

Io non mi fido delle macchine anche se passo sopra le strisce,specialmente quando la strada è poco visibile,comunque speriamo che il ragazzo si salve è che anche il cane stia bene.

Sicuramente mi sbaglio ma penso che questo covid abbia fatto saltare molti cervelli...

Nessuno. Sa. Come,sta,il,cane,,

Le strisce nemmeno si vedono o si vedono male in quel punto, c'è il cartello, ci abito vicino quindi lo so. A 2 metri dall' incidente.

View more comments

10 hours ago

SR 71

INTERVENTO DA 400 MILA EURO PER IL PLESSO SCOLASTICO DELLA PIEVE
🏫 Comune di Lucignano oggi ha riaperto la scuola materna, fra sette giorni torna qui anche il nido. Le interviste al sindaco Roberta Casini all’assessore alla Scuola e Sociale Matteo Scarpelli e all’insegnante Anna Chiara Farese
🏗 www.sr71.it/2020/11/29/lucignano-riapre-scuola-infanzia/
... See MoreSee Less

14 hours ago

SR 71

CORTONA, SCATTA LA PULIZIA DELLE STRADE. STOP ALLA SOSTA NEI GIORNI 1 E 3 DICEMBRE IN VIA SANTA MARIA NUOVA E PIAZZA MAZZINI
🚙 Comune di Cortona www.sr71.it/2020/11/30/cortona-pulizia-strade-stop-sosta/
... See MoreSee Less

17 hours ago

SR 71

CASTIGLION FIORENTINO, OGGI AL CONSIGLIO COMUNALE ONLINE IL VOTO SU BILANCIO E RINVIO SCADENZA TARI
🙋🏻‍♂️ www.sr71.it/2020/11/30/castiglion-fiorentino-bilancio-tari/
... See MoreSee Less

CASTIGLION FIORENTINO, OGGI AL CONSIGLIO COMUNALE ONLINE IL VOTO SU BILANCIO E RINVIO SCADENZA TARI
🙋🏻‍♂️ https://www.sr71.it/2020/11/30/castiglion-fiorentino-bilancio-tari/
Load more