fbpx

Semestre positivo per Aisa Impianti. Migliorano le performance ambientali della centrale di recupero

La Centrale di Recupero ZERO SPRECO di Aisa Impianti Spa, di proprietà dei Comuni di Arezzo, Civitella, Monte San Savino, Marciano, Foiano, Lucignano, Castiglion Fiorentino, Cortona, Castiglion Fibocchi,
Subbiano, Capolona per il 96% del capitale sociale conferma, alla luce dei risultati dei primi 6 mesi dell’esercizio 2019, un andamento produttivo ed economico positivo e in linea con gli ultimi 4 anni.
L’andamento della produzione del primo semestre dell’anno corrente ha evidenziato i seguenti risultati:
– energia elettrica prodotta: 11 milioni di kilowattora (equivalenti a circa 25.300 lampadine da 100 W sempre accese)
– tonnellate di petrolio equivalenti risparmiate: 2.420
– rifiuti lavorati: 76.500 tonnellate
– recupero di materia: 13.700 tonnellate;
– abitanti complessivamente serviti: circa 320.000
– conferma del punteggio massimo sul rating di legalità, pari a 3 stelle;
– conferma dell’iscrizione nella White list delle aziende italiane.
Lo scorso 27 aprile è stato inoltre approvato dai Soci all’unanimità il bilancio dell’esercizio 2018 che ha portato un utile pari a circa 235.000 euro. La centrale di recupero di San Zeno, in cui sono tra loro organizzati i vari processi di lavorazione dei rifiuti solidi urbani finalizzati al recupero di materia ed energia, ha consentito di abbattere in cinque anni il costo medio della tonnellata di rifiuto organico avviato a recupero di materia del 34%.
Tutti i dati produttivi, economici e gestionali dell’Azienda sono disponibili sul sito aziendale
www.aisaimpianti.it, nella sezione “società trasparente”.

Nuovi casi quotidiani

Nuovi casi settimanali

Ricoverati Covid San Donato

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
14 hours ago

COVID19, RISALITA A 97 NUOVI CONTAGI IN PROVINCIA: 22 AD AREZZO E 13 IN VALDICHIANA. ANCORA FOCOLAI A SANSEPOLCRO. DUE DECESSI AL SAN DONATO.
www.sr71.it/2021/05/14/covid19-report-97-4/
... See MoreSee Less

14 hours ago

IL PROFESSOR ALESSANDRO BARBERO FA VISITA AL MUSEO DI LUCIGNANO

Il Professor Alessandro Barbero Storico, lo storico che ha incantato il web con le sue pillole del passato, ha fatto visita al museo di Comune di Lucignano.

Dopo aver ammirato #trionfodellamorte è stato guidato tra le altre bellezze artistiche fino l’Albero D’oro, dove ha scattato questa foto con il Sindaco Roberta Casini.
... See MoreSee Less

IL PROFESSOR ALESSANDRO BARBERO FA VISITA AL MUSEO DI LUCIGNANO

Il Professor Alessandro Barbero Storico, lo storico che ha incantato il web con le sue pillole del passato, ha fatto visita al museo di Comune di Lucignano.

Dopo aver ammirato #trionfodellamorte è stato guidato tra le altre bellezze artistiche fino l’Albero D’oro, dove ha scattato questa foto con il Sindaco Roberta Casini.Image attachment
15 hours ago

AREZZO, CHIUDE ALLEVAMENTO. APPELLO PER L’ADOZIONE DEGLI ANIMALI

www.sr71.it/2021/05/14/arezzo-allevamento-etico-appello-adozioni/
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Salve mi può mandare il suo numero???

Lara a casa dei tuoi ci starebbero da Dio!!

16 hours ago

CASTIGLION FIORENTINO, APPROVATO IL RENDICONTO: MEZZO MILIONE DI AVANZO

📊 Comune di Castiglion Fiorentino www.sr71.it/2021/05/14/castiglion-fiorentino-approvato-rendiconto/
... See MoreSee Less

CASTIGLION FIORENTINO, APPROVATO IL RENDICONTO: MEZZO MILIONE DI AVANZO

📊 Comune di Castiglion Fiorentino https://www.sr71.it/2021/05/14/castiglion-fiorentino-approvato-rendiconto/
18 hours ago

AREZZO, BAMBINI E MALATTIE CRONICHE, IL PROGETTO DI LUCREZIA VINCE IL PREMIO DELLA FEDERAZIONE INFERMIERI

Lucrezia ha compiuto 14 anni l’8 maggio. “La mia ragazza è caparbia ma anche sorridente ed estremamente combattiva. Piange solo quando sta veramente male”. Mamma Tessa spiega che non tutti i bimbi disabili sono eguali perché ognuno ha il suo carattere. E quello di Lucrezia è forte. Sorride ma nella sua breve storia ci sono 16 broncopolmoniti: la prima a 4 mesi. Diversi ricoveri in terapia intensiva. Crisi epilettiche. Difficoltà con l’udito, la vista, l’alimentazione. Un solo mese apparentemente privo di problemi: il primo della vita.
“Dal secondo mese ha cominciato a manifestare i problemi che poi si sarebbero aggravati con il tempo – racconta mamma Tessa. Un primo mese di terapia intensiva, poi le crisi epilettiche. A sette mesi il sondino per l’alimentazione. Dalle terapie intensive alla neuropsichiatria infantile”.

www.sr71.it/2021/05/14/bambini-malattie-croniche-lucrezia-arezzo/
... See MoreSee Less

Load more