fbpx

Riconoscimenti a Bennati e Menchetti dal Premio Fair Play

Nuovi ambasciatori e tanti partner: il Premio Internazionale Fair Play – Menarini allarga di anno in anno il proprio raggio d’azione cercando, al tempo stesso, di valorizzare il territorio che l’ha visto nascere. In questa XXIII edizione la provincia di Arezzo sarà infatti ancora una volta protagonista della manifestazione, preparandosi ad accogliere vere e proprie leggende dello sport mondiale. Location principale della tre giorni dedicata all’etica e al fair play sarà ancora una volta il comune di Castiglion Fiorentino che, oltre ad allestire l’iniziativa “Sport in piazza” e a curare il seminario formativo “Il fair play elettorale all’interno delle associazioni sportive”, ospiterà nella splendida cornice di piazza del Municipio l’evento clou della cerimonia di consegna dei premi (4 luglio). “Stiamo cercando di preparare al meglio insieme al comitato organizzare del premio, l’edizione 2019 – ha dichiarato Mario Agnelli, sindaco di Castiglion Fiorentino – Oltre a trasmettere valori in cui credo fermamente, Il Premio Fair Play – Menarini si colloca all’interno di un percorso che ha portato la mia città ad aggiudicarsi un bando europeo diventando capitale per la promozione dei valori del fair play. Un riconoscimento a cui il premio ha sicuramente contribuito e che ci permette finalmente di trattare lo sport a 360 gradi”.
Scenario del talk “I campioni si raccontano” sarà invece il comune di Montevarchi. “Considero questo premio un progetto importantissimo- spiega Silvia Chiassai, sindaco di Montevarchi e presidente della Provincia di Arezzo.- Portare nel nostro territorio personaggi di fama internazionale è un’operazione complessa e, per noi, un’opportunità che ci permette di avvicinare i cittadini allo sport dando loro la possibilità di conoscere i grandi campioni in quanto uomini e donne, e non soltanto per le loro imprese”.
Al fianco del Premio Fair Play-Menarini c’è anche Consultinvest, realtà finanziaria tutta italiana legata alla manifestazione da ormai sette anni in qualità di main partner. “Non possiamo che sostenere chi si impegna a promuovere il messaggio positivo del fair play- ricorda Mauro Sereni.- La nostra società da sempre si batte per la correttezza e la trasparenza, idee applicabili tanto nella vita che nello sport”.
Nel corso della conferenza stampa tenutasi lunedì 17 giugno presso il Salone d’Onore del Coni sono stati inoltre consegnati dei riconoscimenti a delle eccellenze, non solo sportive, che nel tempo hanno contribuito all’immagine e all’economia del Premio Fair Play – Menarini. Prima fra tutte la targa di “Ambasciatore del Fair Play” all’azienda Menchetti, panificio che esporta in tutto il mondo i propri prodotti rivolgendo particolare attenzione al rispetto dell’ambiente e alla coltivazione. “Sono orgoglioso di ricevere questo titolo in quanto anche la nostra azienda è formata da grandi campioni- spiega il titolare Corrado Menchetti, main partner del premio- Senza dimenticare la tradizione, siamo riusciti a superare i confini nazionali impegnandoci per andare avanti nonostante le difficoltà che il nostro paese attraversa e, soprattutto, senza rinunciare agli alti valori morali che da sempre ci contraddistinguono e che ben si coniugano con lo spirito del premio.”
A ricevere la targa “Modello di vita” e diventare ambasciatore per la città di Castiglion Fiorentino è stato Daniele Bennati, asso plurivittorioso del ciclismo italiano e sostenitore dell’associazione benefica “Gli occhi della speranza”. “Le strade di Castiglioni mi hanno permesso più volte di allenarmi godendo della bellezza della mia terra. Adesso che la mia carriera è quasi in dirittura di arrivo, ricevere questo titolo è un onore, ma soprattutto una responsabilità che mi sprona a mettermi al servizio del mondo dello sport anche in futuro”.

Nuovi casi quotidiani

Nuovi casi settimanali

Ricoverati Covid San Donato

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
13 hours ago

COVID19, RISALITA A 97 NUOVI CONTAGI IN PROVINCIA: 22 AD AREZZO E 13 IN VALDICHIANA. ANCORA FOCOLAI A SANSEPOLCRO. DUE DECESSI AL SAN DONATO.
www.sr71.it/2021/05/14/covid19-report-97-4/
... See MoreSee Less

14 hours ago

IL PROFESSOR ALESSANDRO BARBERO FA VISITA AL MUSEO DI LUCIGNANO

Il Professor Alessandro Barbero Storico, lo storico che ha incantato il web con le sue pillole del passato, ha fatto visita al museo di Comune di Lucignano.

Dopo aver ammirato #trionfodellamorte è stato guidato tra le altre bellezze artistiche fino l’Albero D’oro, dove ha scattato questa foto con il Sindaco Roberta Casini.
... See MoreSee Less

IL PROFESSOR ALESSANDRO BARBERO FA VISITA AL MUSEO DI LUCIGNANO

Il Professor Alessandro Barbero Storico, lo storico che ha incantato il web con le sue pillole del passato, ha fatto visita al museo di Comune di Lucignano.

Dopo aver ammirato #trionfodellamorte è stato guidato tra le altre bellezze artistiche fino l’Albero D’oro, dove ha scattato questa foto con il Sindaco Roberta Casini.Image attachment
14 hours ago

AREZZO, CHIUDE ALLEVAMENTO. APPELLO PER L’ADOZIONE DEGLI ANIMALI

www.sr71.it/2021/05/14/arezzo-allevamento-etico-appello-adozioni/
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Salve mi può mandare il suo numero???

Lara a casa dei tuoi ci starebbero da Dio!!

16 hours ago

CASTIGLION FIORENTINO, APPROVATO IL RENDICONTO: MEZZO MILIONE DI AVANZO

📊 Comune di Castiglion Fiorentino www.sr71.it/2021/05/14/castiglion-fiorentino-approvato-rendiconto/
... See MoreSee Less

CASTIGLION FIORENTINO, APPROVATO IL RENDICONTO: MEZZO MILIONE DI AVANZO

📊 Comune di Castiglion Fiorentino https://www.sr71.it/2021/05/14/castiglion-fiorentino-approvato-rendiconto/
18 hours ago

AREZZO, BAMBINI E MALATTIE CRONICHE, IL PROGETTO DI LUCREZIA VINCE IL PREMIO DELLA FEDERAZIONE INFERMIERI

Lucrezia ha compiuto 14 anni l’8 maggio. “La mia ragazza è caparbia ma anche sorridente ed estremamente combattiva. Piange solo quando sta veramente male”. Mamma Tessa spiega che non tutti i bimbi disabili sono eguali perché ognuno ha il suo carattere. E quello di Lucrezia è forte. Sorride ma nella sua breve storia ci sono 16 broncopolmoniti: la prima a 4 mesi. Diversi ricoveri in terapia intensiva. Crisi epilettiche. Difficoltà con l’udito, la vista, l’alimentazione. Un solo mese apparentemente privo di problemi: il primo della vita.
“Dal secondo mese ha cominciato a manifestare i problemi che poi si sarebbero aggravati con il tempo – racconta mamma Tessa. Un primo mese di terapia intensiva, poi le crisi epilettiche. A sette mesi il sondino per l’alimentazione. Dalle terapie intensive alla neuropsichiatria infantile”.

www.sr71.it/2021/05/14/bambini-malattie-croniche-lucrezia-arezzo/
... See MoreSee Less

Load more