fbpx

Sequestrato un impianto di raccolta del ferro

I Carabinieri Forestali su disposizione del GIP Dott. Piergiorgio Ponticelli, hanno posto sotto sequestro a Castiglion Fiorentino un impianto di raccolta, recupero e gestione dei rifiuti.
Il provvedimento è scaturito da un’indagine svolta dagli stessi militari dell’Arma, in particolare dal Gruppo di Lavoro specializzato in materia ambientale operante presso la Procura di Arezzo e dal NIPAAF di Arezzo, dalla quale era emerso che in molti casi a conferire materiali ferrosi all’impianto di raccolta erano soggetti non autorizzati alla gestione, alla raccolta e al trasporto di rifiuti speciali non pericolosi e comunque non iscritti all’albo nazionale dei gestori ambientali.
Inoltre i conferimenti di materiali ferrosi erano avvenuti in assenza dei prescritti formulari identificativi.
Dato che il destinatario deve per legge verificare che chi conferisce il rifiuto sia in regola con le disposizioni di legge, i materiali ferrosi trasportati presso l’impianto sequestrato dovevano essere rifiutati.
Configurandosi quindi a carico del responsabile dell’impianto il reato di gestione di rifiuti non autorizzata, il PM Angela Masiello ha chiesto il sequestro preventivo dello stesso, che è stato poi effettivamente disposto dal GIP.