fbpx

Banca Popolare di Cortona, più di 900mila euro di utile netto nel 2021

L’Assemblea dei Soci della Banca Popolare di Cortona, ad oggi la più antica banca popolare italiana, ha approvato domenica 22 maggio il bilancio dell’esercizio 2021, con un utile netto di euro 904.567 in aumento rispetto allo scorso anno del 11,41%. Quest’anno, afferma il Presidente Giulio Burbi, abbiamo deciso di tornare in presenza per dare un piccolo segnale di normalità ai nostri Soci e Clienti. Anche nell’ultimo esercizio, la Banca ha proseguito il suo percorso di solida e prudente crescita, confermando buoni risultati in tutti i principali indicatori economici e patrimoniali, compreso il numero dei Soci, cresciuto nell’anno di altre 30 unità al netto delle uscite. A questi, che continuano a supportare lo sviluppo di questa nostra Banca fondata nel 1881, va un dividendo di euro 0,30 ad azione.
L’esercizio 2021, sottolinea il Direttore Roberto Calzini, si è chiuso con una crescita del prodotto bancario complessivo (la somma di impieghi e raccolta totale) del 7,15%, Gli impieghi netti per cassa alla clientela crescono del 4,27%. La raccolta diretta da clientela registra un progresso del 6,25%, mentre per la raccolta indiretta il progresso è del 16,07%. Sul fronte reddituale, il margine di interesse registra un incremento del 5,62% e le commissioni nette del 8,68%, mentre l’aggregato dei costi operativi registra una diminuzione del 1,03%, in virtù principalmente di minori accantonamenti ai fondi rischi e oneri. Il rapporto tra i costi operativi e il margine di intermediazione subisce un aumento passando dal 72,11% al 73,93%. Sul fronte della solidità patrimoniale, il tasso di copertura dei crediti deteriorati si mantiene sempre su buoni livelli, pure a seguito di operazioni di cartolarizzazione e di write-off contabile di crediti verso la clientela effettuate nel corso dell’anno, passando dal 46,52% al 39,11%, mentre l’incidenza degli stessi non performing loans migliora passando dal 9,27% al 7,30% (considerando anche le esposizioni creditizie verso banche il dato è ancora migliore, al 6,30%). Cresce il patrimonio netto contabile (+ 0,77%), mentre i Fondi Propri si riducono del 2,94%. I ratios patrimoniali si mantengono su buoni livelli, ben al di sopra dei coefficienti minimi di vigilanza, con CET1 ratio, TIER1 ratio e TCR al 15,64%.
L’Assemblea ordinaria, prosegue il Presidente, ha approvato tutti i punti previsti all’Ordine del giorno, compresa la nomina degli Amministratori. Per gli esercizi 2022 – 2023 – 2024 sono stati nominati il Dott. Giulio Burbi e la Dott.ssa Michela Camorri; per l’esercizio 2022 il Prof. Christian Cavazzoni.
All’Assemblea ha partecipato anche il Segretario generale dell’Associazione nazionale delle Banche Popolari Dott. Giuseppe De Lucia Lumeno, che è intervenuto sottolineando la genesi e l’importanza del Credito Popolare e del ruolo fondamentale ed insostituibile delle banche di Comunità.