fbpx

Rincari energetici e pratiche sleali, Coldiretti incontra i vertici regionali

Al lavoro contro le pratiche sleali per fermare la speculazione in atto sul prezzo del latte alla stalla che costringe gli allevatori a lavorare sottocosto per l’esplosione dei costi energetici e dell’alimentazione.

“Abbiamo rappresentato la situazione di grave criticità delle stalle toscane ed aretine – spiega Lidia Castellucci, presidente di Coldiretti Arezzo – non possiamo aspettare oltre per fermare la speculazione in atto sul prezzo del latte alla stalla perché a rischio c’è il futuro degli allevamenti ai quali va riconosciuto il giusto compenso che tenga conto dei costi di produzione sempre più alti, dalla bolletta energetica ai mangimi”.

Coldiretti dà dunque seguito all’azione di protesta e trasparenza a tutela delle imprese agricole e dei consumatori a tutela delle imprese agricole e dei consumatori incontrando nella mattinata di martedì 22 febbraio il Direttore dell’Ispettorato Centrale Repressioni Frodi del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali della Toscana, Flavio Berilli. L’incontro precede il vertice convocato dal Prefetto di Firenze Valerio Valenti proprio con il Direttore dell’ICQRF Flavio Berilli e la Vicepresidente della Giunta Regionale Stefania Saccardi.

Secondo l’indicatore sintetico Milk Feed, elaborato dall’Ismea, che confronta il prezzo del latte alla stalla con quello di un pasto tipo per le mucche composto da mais e farina di soia, nell’ultimo anno – spiega Coldiretti Toscana – si è scesi sotto la soglia ritenuta “critica”, segnale della sofferenza degli allevamenti.

Il latte agli allevatori – insiste Coldiretti – non deve essere pagato sotto i costi di produzione considerato che gli aumenti vanno dal +70% per l’energia con picchi del 110% al +40% per i mangimi. Il costo di produzione del latte ha infatti raggiunto – sottolinea Coldiretti – i 46 centesimi al litro, un costo molto superiore rispetto al prezzo di 38 centesimi riconosciuto a una larga fascia di allevatori. Una crisi che colpisce un sistema che all’anno esprime un valore di oltre 16 miliardi di euro, gestisce 1,6 milioni di capi e occupa oltre 100.000 persone.

L’incontro del Presidente di Coldiretti Toscana, Fabrizio Filippi, del Presidente di Coldiretti Firenze Prato, Roberto Nocentini e del Direttore regionale, Angelo Corsetti, con il Direttore dell’ICQRF arriva a soli 5 giorni dalla grande mobilitazione avvenuta con la partecipazione di Coldiretti Arezzo; è infatti necessario vigilare contro le pratiche commerciali sleali con l’avvio di una indagine dell’Autorità Ispettorato del Mipaaf su tutte le industrie e le catene della GDO che stanno speculando sul prezzo del latte e degli altri prodotti.

“Serve – conclude Coldiretti – poi lo sblocco immediato dei pagamenti Agea per aiuti agli allevatori di bovini da latte fermi da agosto 2021, lo sblocco dei pagamenti dei fondi zootecnia Covid del Mipaaf e aiuti per gli allevatori di razze autoctone in crisi a valere sui fondi per le filiere”. Coldiretti valuta infine positivamente la convocazione del tavolo del latte da parte del vice presidente regionale, Stefania Saccardi previsto nei primi giorni di marzo.

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
CONSIGLI CONTRO LO SPRECO ALIMENTARE

CONSIGLI CONTRO LO SPRECO ALIMENTARE

🥕🥩 "Zero Spreco” dalla parte dei consumi intelligenti, anche in cucina, e dell’impegno sociale al servizio di e ragazzi. Anche Aisa Impianti s.p.a si è unita a infatti a “COLORArte, sinergie arte e riuso 2022”, l'iniziativa di ToscanAbile, associazione per ragazzi con disabilità che ha scelto l’arte e la bellezza come mezzo di incontro, partecipazione e inclusione.

🎤 le interviste a Barbara Lapini, nutrizionista, e Salvatore Mauro presidente di Toscana Abile onlus
... See MoreSee Less

MALTEMPO, GIANI CHIAMA AGNELLI

Quasi 600 mila euro, per la precisione 580 mila euro, è il totale quantificato dei danni occorsi dopo il maltempo dello scorso 15 settembre. Nello specifico si tratta di 350 mila euro a immobili privati e di 230 mila a beni di proprietà pubbliche. 

Il comune di Castiglion Fiorentino ha chiesto alla Regione Toscana lo stato di Emergenza per gli eventi meteorologici dello scorso 15 settembre. 

https://www.sr71.it/2022/10/01/maltempo-giani-chiam-agnelli-il-comune-chiede-lo-stato-di-emergenza-per-gli-eventi-dello-scorso-15-settembre/

MALTEMPO, GIANI CHIAMA AGNELLI

Quasi 600 mila euro, per la precisione 580 mila euro, è il totale quantificato dei danni occorsi dopo il maltempo dello scorso 15 settembre. Nello specifico si tratta di 350 mila euro a immobili privati e di 230 mila a beni di proprietà pubbliche.

Il comune di Castiglion Fiorentino ha chiesto alla Regione Toscana lo stato di Emergenza per gli eventi meteorologici dello scorso 15 settembre.

www.sr71.it/2022/10/01/maltempo-giani-chiam-agnelli-il-comune-chiede-lo-stato-di-emergenza-per-gl...
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Ora paga Salvini che problemi ci sono.

x come si occupano del territorio gli enti addetti e successo poco, adesso chiedete la calamità alla regione, dovrebbero essere i cittadini a prendere i responsabili a calci nel culo visto che si mangiano tutti i nostri soldi

Avevi a usarli bene prima invece di intascarli ladro

CORTONA IN PIAZZA A SOSTEGNO DELLE DONNE IRANIANE

Cortona scende in piazza a sostegno delle donne e del popolo Iraniano.

📹 le immagini della manifestazione in piazza del comune a Cortona

🎤le parole di Mina Azmoodeh, iraniana residente a Cortona dal 2015
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Donna vita libertà

Donna vita libertà

✊🏻✊🏻✊🏻✊🏻✊🏻✊🏻✊🏻

MASCHERINE NON PIÙ OBBLIGATORIE SUI MEZZI PUBBLICI 

Da oggi decade l’obbligo per l’uso delle mascherine ffp2 sui mezzi pubblici, treni, bus, metro, traghetti e aerei. Rimane l’obbligo, fino al 31 ottobre, per lavoratorio, utenti e visitatori per accedere a strutture sanitarie, RSA, strutture socio sanitarie e residenze per anziani.

MASCHERINE NON PIÙ OBBLIGATORIE SUI MEZZI PUBBLICI

Da oggi decade l’obbligo per l’uso delle mascherine ffp2 sui mezzi pubblici, treni, bus, metro, traghetti e aerei. Rimane l’obbligo, fino al 31 ottobre, per lavoratorio, utenti e visitatori per accedere a strutture sanitarie, RSA, strutture socio sanitarie e residenze per anziani.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Una gran c...a

BENTORNATA SINDACA!

🇮🇹Marciano della Chiana, dopo lunga assenza il Sindaco Maria De Palma sarà presente al prossimo consiglio comunale 👇

https://www.sr71.it/2022/09/30/marciano-della-chiana-dopo-lunga-assenza-il-sindaco-maria-de-palma-torna-sul-ponte-di-comando/

BENTORNATA SINDACA!

🇮🇹Marciano della Chiana, dopo lunga assenza il Sindaco Maria De Palma sarà presente al prossimo consiglio comunale 👇

www.sr71.it/2022/09/30/marciano-della-chiana-dopo-lunga-assenza-il-sindaco-maria-de-palma-torna-s...
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Un abbraccio Maria!!!

Un forte abbraccio Maria!!😘

Bentornata 🍀🍀

Bentornata ❤️😘

Bentornata 😘

Bentornata

Bentornata sindaca

Io direi, bentornata sindaca

👏👏👏👏

👏👏👏👏

Ciao, scusa per questo modo di contattarmi, ho appena visto il tuo profilo e ho pensato che tu fossi la persona di cui avevo bisogno. In breve, mi chiamo Marie Stella, sono di origine olandese e vivo in Francia. Soffro di una grave malattia che mi sta condannando a morte certa, è un cancro alla gola e ho una somma di 500.000 euro che vorrei donare a una persona affidabile e onesta per farne buon uso. Possiedo un'attività di importazione di petrolio rosso in Francia e ho perso mio marito 6 anni fa, il che mi ha colpito duramente e non ho potuto risposare fino ad oggi, non avevo figli. Vorrei fare una donazione di questo importo prima di morire in modo che i miei giorni siano contati perché non ho una cura per questa malattia, ma un tranquillante in Francia non vuole sapere se puoi beneficiare di questa donazione. Ecco il mio numero WhatsApp: +40 752 627 234 Dio ti benedica 🙏🙏🙏🙏

View more comments

ASSEMBRAMENTI DI STUDENTI, CHIESTA LA SOPPRESSIONE DELLE FERMATE 

👦🏼🚍Assembramenti di studenti lungo la Sr71, inviata lettera ad Autolinee Toscana per chiedere la soppressione della fermata negli orari di punta per motivi di sicurezza stradale 👇

https://www.sr71.it/2022/09/30/assembramenti-di-studenti-lungo-la-sr71-inviata-lettera-ad-autolinee-toscana-per-chiedere-la-soppressione-della-fermata-negli-orari-di-punta/

ASSEMBRAMENTI DI STUDENTI, CHIESTA LA SOPPRESSIONE DELLE FERMATE

👦🏼🚍Assembramenti di studenti lungo la Sr71, inviata lettera ad Autolinee Toscana per chiedere la soppressione della fermata negli orari di punta per motivi di sicurezza stradale 👇

www.sr71.it/2022/09/30/assembramenti-di-studenti-lungo-la-sr71-inviata-lettera-ad-autolinee-tosca...
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Invece di far passare un pullman in più tolgono la fermata. Chi è il genio che le pensa? Lo sanno vero che l'assembramento è dovuto al fatto che IL SOLO pullman che dovrebbe far salire i ragazzi è troppo pieno? I ragazzi fanno a spintoni per salire e la metà resta a terra. Complimenti, davvero. Nella fermata dopo la cosa migliorerà vero?

Vergogna...aumentate gli autobus piuttosto...questi ragazzi devono fare le "guerre" per salire e c'è sempre qualcuno che cade e rischia di farsi male...per non dire di quanti rimangono a piedi...vergognatevi anche solo a pensare di risolvere il problema sopprimendo le fermate...AUMENTARE IL NUMERO DI AUTOBUS...NON È DIFFICILE .. visto che paghiamo belle somme per l'abbonamento! VERGOGNA

Se si vogliono tenere le scuole nel centro storico, gli si fornisce un servizio navetta gratuito che li porta in un luogo più sicuro per la salita nell'autobus di linea. Che lì la fermata non sia più idonea per la quantità di ragazzi è vero ed è pericoloso ma è facile dire sopprimiamo la fermata e facciano 2 passi in più quando tutti posiamo il culo in macchina anche per fare 100mt..... (Io non usufruisco in nessun modo della fermata ma immagino i ragazzi che si fanno il passaggio in sù e in giù quanto possano essere contenti....)

Pagliacci 🤡🤡🤡 tanto sti ragazzi già restano a piedi perché gli autobus sono stracolmi.... Adesso tolgono la fermata. Manco avessero aperto le scuole all'improvviso 😒😒😒 Un'idea di quello che potrebbero fare io ce l'ho... AUMENTARE I MEZZI 🤔🤔🤔

Servono più pulmann...altroché abolire le fermate..i ragazzi sono tutti ammassati uno sopra l altro...dov è la sicurezza? E il covid?

Sempre peggio

Tanto ce ne sono parecchie questo anno ... 🤔🤦

Ma che richiesta è e gli studenti che devono andare a scuola? Io non ho parole

Gli sopprimono un sacco di corse costringendoli a fare a gara ad entrare negli autobus in stile Fantozziano, poi si lamentano che sono in troppi alla fermata...🤦‍♂️😂

Ciao, scusa per questo modo di contattarmi, ho appena visto il tuo profilo e ho pensato che tu fossi la persona di cui avevo bisogno. In breve, mi chiamo Marie Stella, sono di origine olandese e vivo in Francia. Soffro di una grave malattia che mi sta condannando a morte certa, è un cancro alla gola e ho una somma di 500.000 euro che vorrei donare a una persona affidabile e onesta per farne buon uso. Possiedo un'attività di importazione di petrolio rosso in Francia e ho perso mio marito 6 anni fa, il che mi ha colpito duramente e non ho potuto risposare fino ad oggi, non avevo figli. Vorrei fare una donazione di questo importo prima di morire in modo che i miei giorni siano contati perché non ho una cura per questa malattia, ma un tranquillante in Francia non vuole sapere se puoi beneficiare di questa donazione. Ecco il mio numero WhatsApp: +40 752 627 234 Dio ti benedica 🙏🙏🙏🙏

Da quando c'è autolinee toscane mi sembra diventata tutta una barzelletta

🤦‍♀️

Ma basta avete rotto il cazzo...ma scrivete cose serie...Giornale da 4 Soldi

View more comments

Load more