fbpx

Il Giorno della Memoria dell’Orchestra Multietnica di Arezzo tra Italia, Finlandia e Russia

Inizierà dal Teatro Verdi di Monte San Savino, martedì 25 gennaio, il lungo viaggio che porterà l’Orchestra Multietnica di Arezzo, insieme ad Officine della Cultura, alla celebrazione del Giorno della Memoria 2022. A 77 anni dall’abbattimento dei cancelli del campo di concentramento di Auschwitz, l’OMA torna dunque con i suoi Solisti, diretti da Enrico Fink, a raccontare in musica, attraverso affetti e legami, uno tra gli eventi più tragici della storia contemporanea: l’Olocausto, lo sterminio pianificato dal nazifascismo degli individui ritenuti “indesiderabili” per motivi politici, etnici, religiosi, fisici, psichici, sociali.

«Quasi ogni giorno, pur senza saperlo, pur senza “rendercene conto” – dichiara Luca Roccia Baldini, Presidente dell’OMA -, leggiamo, parliamo o addirittura pensiamo a qualcuno di “indesiderabile”. Lo facciamo senza cattiveria, spero, eppure lo facciamo e sappiamo bene chi è l’indesiderabile oggi. Ce lo ricorda il dizionario: “persona, specialmente straniera, la cui presenza in un certo stato non è gradita, per motivi politici o giudiziari o di altro genere”. Ricordare che circa 17 milioni di “indesiderabili” – tra ebrei, minoranze etniche come rom e sinti, gruppi religiosi e politici, omosessuali e portatori di handicap – sono stati sterminati per mezzo di una lucida pianificazione crediamo sia dunque un ottimo esercizio non solo per la memoria, ma anche per il pensiero e per il futuro di cui vogliamo far parte».

L’appuntamento principale per tutti, con visione gratuita, sarà il concerto di martedì 25 gennaio alle ore 18:00, organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Helsinki e dalla Chiesa tedesca di Helsinki per ricordare la Shoah, dal titolo “Kechì Kinnòr: musica e poesia degli ebrei d’Italia”. Nell’impossibilità di un evento in presenza, come originariamente organizzato, l’evento sarà trasmesso live streaming dal Teatro Verdi di Monte San Savino, grazie alla collaborazione con il Comune di Monte San Savino e l’A.S. Multiservizi, sul canale YouTube dell’IIC di Helsinki. È possibile prenotarsi per la visione del concerto, anche in Italia, dalla pagina dell’IIC di Helsinki, sezione eventi: https://iichelsinki.esteri.it.

Il concerto debutterà nel corso della mattina, sempre dal palcoscenico del Teatro Verdi ma in presenza, per gli studenti della Scuola Secondaria Inferiore di Marciano della Chiana dell’Istituto Comprensivo Lucignano “Rita Levi-Montalcini”. “Kechì Kinnòr” (prendi il violino) propone in una veste trascinante e coinvolgente i canti italiani per le feste ebraiche, canti che raccontano una lunga storia di interazione e scambio con le tradizioni popolari e colte italiane ma che mantengono un’identità e un carattere tutto loro. Il concerto passa dalle musiche per il rito alle danze di festeggiamento, dai processionali per l’arrivo del corteo nuziale ad antichi poemi rinascimentali entrati nel ricco repertorio della tradizione ebraica italiana. Protagonisti dell’evento saranno Enrico Fink (voce, flauto), Luca Baldini (basso), Massimiliano Dragoni (salterio e percussioni), Massimo Ferri (chitarra, bouzouki), Renata Lazko (viola), Gianni Micheli (clarinetto basso) e Mariel Tahiraj (violino).

Giovedì 27 gennaio, alle ore 18:00, I Solisti dell’Orchestra Multietnica di Arezzo, insieme all’Alexian Santino Spinelli Group, saranno invece i protagonisti del concerto “Romanò Simchà – Festa ebraica rom” presso il Cinema Teatro di Casoli, Chieti. Il concerto chiuderà una lunga giornata dedicata al Giorno della Memoria che inizierà con l’inaugurazione del Memoriale Piazza della Memoria presso quello che fu il campo di concentramento fi Casoli. Con “Romanò Simchà”, oltre a Shoah e Olocausto, si parlerà anche di Samudaripen, il genocidio di oltre 500 mila persone rom, sinti e manouches francesi, drammaticamente ignorato dalla storia contemporanea.

Giovedì 27 gennaio il progetto musicale “Romanò Simchà – Festa ebraica rom” sarà anche tra i protagonisti del Giorno della Memoria dedicato agli studenti toscani organizzato dalla Regione Toscana per il secondo anno in versione streaming. L’evento, con la proiezione dei videoclip “Romanò Dives” e “Lecha Dodi”, segnerà la conclusione del percorso dal titolo “Discriminare, imprigionare, annientare. L’Italia fascista nell’Europa del Terzo Reich” aperto ai docenti delle scuole secondarie di secondo grado.

Il lungo viaggio dell’Orchestra Multietnica di Arezzo insieme ad Officine della Cultura dedicato al Giorno della Memoria si concluderà nel primo fine settimana di febbraio a Mosca, in presenza (almeno per il momento) all’interno del prestigioso Jewish Museum and Tolerance Center, ritenuto il più grande museo ebraico al mondo, per un evento pubblico organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura. Altri eventi in programma sono stati rimandati a causa dell’emergenza sanitaria in corso seguendo il principio che dei temi legati al Giorno della Memoria si possa e di debba parlare anche ben al di là della ricorrenza annuale.

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
UN SUCCESSO PER CORTONA ON THE MOVE

UN SUCCESSO PER CORTONA ON THE MOVE

📸Grande affluenza post Covid per Cortona On The Move, quando mancano pochi giorni alla conclusione del festival internazionale di fotografia sono oltre 21 mila gli ingressi registrati alla biglietteria, mille in più rispetto al dato conclusivo del 2021

🎤 le interviste a Veronica Nicolardi, direttrice del festival e Luciano Meoni, sindaco di Cortona

Comune di Cortona
... See MoreSee Less

MACCHINA A FUOCO

Macchina a fuoco nella zona industriale di San Zeno. Nessuna persona coinvolta secondo quanto si apprende. La dinamica è ancora da ricostruire. Sul posto i vigili del fuoco. È successo verso le 18:45. 

in aggiornamento

MACCHINA A FUOCO

Macchina a fuoco nella zona industriale di San Zeno. Nessuna persona coinvolta secondo quanto si apprende. La dinamica è ancora da ricostruire. Sul posto i vigili del fuoco. È successo verso le 18:45.

in aggiornamento
... See MoreSee Less

🔴AUTO SI RIBALTA, UNA PERSONA SBALZATA FUORI

Incidente lungo la A1. Auto si ribalta e una persona viene sbalzata fuori. In tre al pronto soccorso in codice rosso 

Alle  ore 16.23 nellautostrada A1 direzione nord al km 282, tra uscite Valdichiana e Monte San Savino si è verificato un incidente con unauto che si è ribaltata. Coinvolte tre persone di cui una sbalzato fuori dallauto. 
Sul posto ambulanza della Croce Verde di  Chianciano Terme, ambulanza della Pubblica Assistenza di Foiano della Chiana  e della Misericordia di Lucignano. 
Tutti e 3 i pazienti (un uomo di 63 anni e due donne, una di 84 e una di 63)  sono stati trasportati presso ospedale Le Scotte di Siena in codice rosso

Immagine di repertorio

🔴AUTO SI RIBALTA, UNA PERSONA SBALZATA FUORI

Incidente lungo la A1. Auto si ribalta e una persona viene sbalzata fuori. In tre al pronto soccorso in codice rosso

Alle ore 16.23 nell'autostrada A1 direzione nord al km 282, tra uscite Valdichiana e Monte San Savino si è verificato un incidente con un'auto che si è ribaltata. Coinvolte tre persone di cui una sbalzato fuori dall'auto.
Sul posto ambulanza della Croce Verde di Chianciano Terme, ambulanza della Pubblica Assistenza di Foiano della Chiana e della Misericordia di Lucignano.
Tutti e 3 i pazienti (un uomo di 63 anni e due donne, una di 84 e una di 63) sono stati trasportati presso ospedale Le Scotte di Siena in codice rosso

Immagine di repertorio
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Sono 2 in una settimana fra chiusi ed Arezzo

Dio aiuta

Velocità distanza di sicurezza e cellulare. La gente deve lavorare su se stessa.

Sempre quel tratto

La Polizia un c'è mai .....

View more comments

CASA A FUOCO, AL PRONTO SOCCORSO 81ENNE

Alle  ore 17 in una abitazione a Sansepolcro in via Agio Torto si è verificato un incendio, per cause in via di accertamento, che ha coinvolto una persona, una donna di 81 anni.
La paziente è stata trasportata in codice giallo allospedale della Valtiberina. 
Sul posto Auto infermierizzata di Sansepolcro, ambulanza della misericordia di  Sansepolcro, Vigili del Fuoco e carabinieri.

Immagine di repertorio

CASA A FUOCO, AL PRONTO SOCCORSO 81ENNE

Alle ore 17 in una abitazione a Sansepolcro in via Agio Torto si è verificato un incendio, per cause in via di accertamento, che ha coinvolto una persona, una donna di 81 anni.
La paziente è stata trasportata in codice giallo all'ospedale della Valtiberina.
Sul posto Auto infermierizzata di Sansepolcro, ambulanza della misericordia di Sansepolcro, Vigili del Fuoco e carabinieri.

Immagine di repertorio
... See MoreSee Less

TRAGEDIA SUL GRAN SASSO, PERDE LA VITA UN ARETINO 

Fine settimana terminato in tragedia sul Gran Sasso, due alpinisti perdono la vita. Uno di loro, Marco Paccosi, 42 anni, di Sansepolcro. 

https://www.sr71.it/2022/09/25/tragedia-sul-gran-sasso-perde-la-vita-un-aretino/

TRAGEDIA SUL GRAN SASSO, PERDE LA VITA UN ARETINO

Fine settimana terminato in tragedia sul Gran Sasso, due alpinisti perdono la vita. Uno di loro, Marco Paccosi, 42 anni, di Sansepolcro.

www.sr71.it/2022/09/25/tragedia-sul-gran-sasso-perde-la-vita-un-aretino/
... See MoreSee Less

IL GIORNO DOPO L’ACQUAZZONE

IL GIORNO DOPO L’ACQUAZZONE

💦La situazione al ponte di Cesa, a Marciano, dove si è alzato decisamente il livello dell'acqua a seguito delle forti precipitazioni.

Video realizzato da Graziano Ciofi con il suo drone
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Con quanto spendiamo per pulire i fiumi siamo a questo punto? Con 4 gocce d acqua ,rimanderei a scuola questi ingegneri

Il fiume ESSE a camucia è piena di canne ed erbacce se capita qualcosa voglio sentire cosa dicono .

Finalmente un po' di acqua era mesi che era a secco

Niente di che

Tutta quell'acqua proviene dall'esse , alle chianacce la chiana è come sempre , mentre l'esse è bello pieno !

Bene tenere monitorato , ma dalle immagini non mi sembra preoccupante

Forti le riprese col drone !Avanti!!!

Ci sono alberi ancora in piedi in mezzo al fiume

Grazie hai lavori fatti bene che durano anni e anni ancora.

Di solito quando piove i fiumi si ingrossano

Che belle le nostre campagne.

View more comments

Load more