fbpx

Zero Spreco, a San Zeno 70mila tonnellate di rifiuti organici diventeranno compost e biogas

Si chiama “Verde 70” perché il nuovo reparto sarà in grado di trattare 70 mila tonnellate di verde all’anno, tra organico e potature.

Il nuovo reparto è in grado di coprire il fabbisogno di tutti i Comuni garantendo l’autosufficienza della Provincia di Arezzo per la raccolta dell’organico da differenziata, il cosiddetto “umido”. Un anno di lavori rendono l’impianto di San Zeno una realtà sempre più all’avanguardia a livello europeo.

In alcuni mesi dell’anno la percentuale di organico arriva al 40% del totale e rappresenta la parte più pesante dei rifiuti. Adesso tutto il materiale raccolto verrà trattato nello stesso impianto: da Stia a Figline Valdarno, da Foiano della Chiana a Cortona, tutti i Comuni della provincia hanno la possibilità di incrementare la raccolta differenziata senza aumentare i costi di trasporto e smaltimento e recupero che sarebbero necessari nel caso in cui non fosse presente nel territorio Verde 70. In più, l’organico verrà lavorato nella sua interezza: anche la componente più sporca, non raffinata, potrà essere processata nella linea di recupero energetico del medesimo impianto senza ulteriori costo di trasporto. Una innovazione necessaria: dal primo gennaio 2022 infatti sarà obbligatorio per i comuni la raccolta dell’organico e impianti lontani dai centri in cui viene convogliato il materiale raccolto non fanno che aumentare i costi per i cittadini.

L’inaugurazione delle nuove strutture è stata l’occasione per la presentazione della “Carta dei Valori Verde 70” ovvero i principi che hanno ispirato e che ispirano la progettazione, la realizzazione e l’accensione della nuova linea. Sono cinque i punti: protezione dell’ambiente, della salute umana e del territorio; trattamento dei rifiuti a chilometro zero e abbattimento dei trasporti; sostenibilità economica e ambientale; tecnologia all’avanguardia per la riduzione degli sprechi; educazione ambientale e condivisione delle scelte.

Marco Sacchetti – Assessore all’ambiente – Comune di Arezzo “Quella di oggi è un’inaugurazione attesa da molto tempo perché l’iter autorizzativo di questo impianto è durato alcuni anni. Non sarà l’ultima inaugurazione perché questo è uno step di implementazione che prevede l’adeguamento di più linee di trattamento dei rifiuti che inizia con i rifiuti organici, proseguirà con un’implementazione del termovalorizzatore per trattare sia i rifiuti indifferenziati che gli scarti prodotti dalle altre linee di trattamento e si concluderà con la fabbrica di materia. Quando tutte le implementazioni saranno terminate avremo un impianto all’avanguardia che si inserirà in maniera integrale nel nostro concetto di economia circolare e sarà in grado di mantenere autonoma e autosufficiente almeno la provincia di Arezzo”.

Chiara Legnaiuoli – membro CDA di Aissa Impianti “Questa iniziativa serve a mettere un primo punto al Piano Industriale nell’ottica di una visione più green, sia dell’azienda che della città di Arezzo. Nel contempo Aisa Impianti è anche più circolare perché il rifiuto non va visto come uno scarto ma come un’opportunità e infine in futuro sarà anche più digitale ai fini della riduzione delle materie prime nuove di nuovo consumo”.

Enrico Galli – membro CDA di Aissa Impianti “Con questa apertura iniziamo a trattare altre 40 mila tonnellate di materiale organico da raccolta differenziata, questo ci permette di dare una risposta concreta a tutte le necessità della Provincia e permette di recuperare le raccolte differenziate dei Comuni che in questi anni si sono attivati e si stanno attivando”.

Marzio Lasagni – Direttore Generale Aisa Impianti “Il nome Verde 70 racchiude due significati: si chiama “verde” perché qui deve arrivare tutta la raccolta differenziata dell’umido (che è verde perché si tratta dell’organico e degli sfalci delle potature di tutta la provincia di Arezzo) e si chiama 70 perché tratterà 70 mila tonnellate l’anno che è esattamente la cifra di umido che i Comuni andranno a raccogliere una volta che saranno raggiunte le percentuali di differenziata richieste dall’Unione Europea”.

Giacomo Cherici – Presidente Aisa Impianti “Oggi vorrei ripercorrere la filosofia Zero Spreco, che è la terza via alla gestione dei rifiuti. Abbiamo sviluppato un percorso di implementazioni che ci ha permesso di trasformare un termovalorizzatore in una centrale di recupero totale. E’ questa la terza via ovvero la capacità di progettare la riduzione totale del trasporto, quindi dei costi e dell’impatto ambientale.

Se oggi siamo qui è grazie ad un percorso fatto da un gruppo di persone che ha portato l’azienda a raddoppiare i rifiuti trattati e che sta passando da 40 a 70 lavoratori. Grazie ad Alessandro Ghinelli, Sindaco di Arezzo, all’assessore Marco Sacchetti, a tutti i Comuni Soci e ai consiglieri Chiara Legnaiuoli ed Enrico Galli”.

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
STAGIONE AL MARIO SPINA

FUORI I NOMI DELLA PROSSIMA STAGIONE TEATRALE, SI INIZIA CON BENNATO

🎭 Dal 26 Ottobre al 28 Aprile, otto titoli in Cartellone. Si comincia con Edoardo Bennato 👇

www.sr71.it/2022/10/03/al-via-la-stagione-al-teatro-mario-spina-di-castiglion-fiorentino-ecco-tut...

Comune di Castiglion Fiorentino
Mario Agnelli Sindaco
Massimiliano Lachi
Kilowatt Festival
Teatro Comunale Mario Spina
... See MoreSee Less

185 PERSONE E 74 VEICOLI CONTROLLATI: DROGA, ALCOL E ARMI

 🔴Nel corso dello scorso fine settimana, la Compagnia Carabinieri di Arezzo ha svolto un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato al contrasto alla microcriminalità in genere e alla prevenzione dei reati connessi alla guida in stato di ebrezza oltre che all’uso di sostanze stupefacenti.
Nel corso del servizio sono state denunciate 8 persone per vari reati ed elevate tre sanzioni amministrative per guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche essendo il valore alcolemico riscontrato inferiore ai 0,80 g/litro.
Quattro sono state le persone controllate e deferite per guida in stato di ebbrezza alcolica, oltre ad una quinta persona deferita per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti (da metadone). Si tratta di persone eterogene, tutte di nazionalità italiana, tra i 18 e i 50 anni di età.
Nel corso del servizio due donne, entrambe conosciute alle forze dell’ordine perché annoverano precedenti di polizia, sono state deferite all’Autorità Giudiziaria per furto aggravato in concorso, in quanto sarebbero responsabili della sottrazione di alcuni utensili da un supermercato dopo averne rimosso i dispositivi antitaccheggio. La refurtiva è stata recuperata e restituita al direttore dell’esercizio commerciale.
Nel corso dei controlli un 58enne è stato deferito per porto di armi od oggetti atti ad offendere, in quanto trovato in possesso, in questo Parco Pionta di un coltello a serramanico di genere proibito che naturalmente è stato sottoposto a sequestro.
Qualche soggetto, trovato in possesso di piccole dosi di sostanza stupefacente, è stato segnalato alla Prefettura.
Durante il servizio sono stati eseguiti accertamenti complessivi su 74 veicoli e 185 persone, molte delle quali controllate a piedi.

185 PERSONE E 74 VEICOLI CONTROLLATI: DROGA, ALCOL E ARMI

🔴Nel corso dello scorso fine settimana, la Compagnia Carabinieri di Arezzo ha svolto un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato al contrasto alla microcriminalità in genere e alla prevenzione dei reati connessi alla guida in stato di ebrezza oltre che all’uso di sostanze stupefacenti.
Nel corso del servizio sono state denunciate 8 persone per vari reati ed elevate tre sanzioni amministrative per guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche essendo il valore alcolemico riscontrato inferiore ai 0,80 g/litro.
Quattro sono state le persone controllate e deferite per guida in stato di ebbrezza alcolica, oltre ad una quinta persona deferita per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti (da metadone). Si tratta di persone eterogene, tutte di nazionalità italiana, tra i 18 e i 50 anni di età.
Nel corso del servizio due donne, entrambe conosciute alle forze dell’ordine perché annoverano precedenti di polizia, sono state deferite all’Autorità Giudiziaria per furto aggravato in concorso, in quanto sarebbero responsabili della sottrazione di alcuni utensili da un supermercato dopo averne rimosso i dispositivi antitaccheggio. La refurtiva è stata recuperata e restituita al direttore dell’esercizio commerciale.
Nel corso dei controlli un 58enne è stato deferito per porto di armi od oggetti atti ad offendere, in quanto trovato in possesso, in questo Parco Pionta di un coltello a serramanico di genere proibito che naturalmente è stato sottoposto a sequestro.
Qualche soggetto, trovato in possesso di piccole dosi di sostanza stupefacente, è stato segnalato alla Prefettura.
Durante il servizio sono stati eseguiti accertamenti complessivi su 74 veicoli e 185 persone, molte delle quali controllate a piedi.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Bravi ma tutti i giorni e le notti ci dovrebbero essere controlli a tappeto ,solo così si contrasta la delinquenza .

IL COMUNE DONA 8 DEFIBRILLATORI PORTATILI AI CACCIATORI

🐗Cortona, cacciatori cardioprotetti: il Comune dona otto defibrillatori. Venerdì 7 ottobre la consegna 👇

https://www.sr71.it/2022/10/03/cortona-cacciatori-cardioprotetti-il-comune-dona-otto-defibrillatori-venerdi-7-ottobre-la-consegna/

IL COMUNE DONA 8 DEFIBRILLATORI PORTATILI AI CACCIATORI

🐗Cortona, cacciatori cardioprotetti: il Comune dona otto defibrillatori. Venerdì 7 ottobre la consegna 👇

www.sr71.it/2022/10/03/cortona-cacciatori-cardioprotetti-il-comune-dona-otto-defibrillatori-vener...
... See MoreSee Less

ASSEMBRAMENTI PERICOLOSI ALLA FERMATA DEL BUS, ECCO LA SITUAZIONE

ASSEMBRAMENTI PERICOLOSI ALLA FERMATA DEL BUS, ECCO LA SITUAZIONE

🚍 fermate del Bus pericolose lungo la Sr71, all'incrocio con via adua. Chiesta la soppressione

🎤 le interviste a Marcellino Lunghini, comandante della polizia municipale di Castiglion Fiorentino, e a Chiara Cappelletti, assessore alla mobilità del Comune di Castiglion Fiorentino che dichiara “L’incolumità dei ragazzi prima di tutto, ciò significa anche che, come è stato chiesto e come si pretende da una buona gestione del servizio, sugli autobus debbano essere garantiti i posti per gli abbonati, non è accettabile che gli utenti debbano “inseguire” il mezzo”.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Una soluzione molto più semplice dì sopprimere la fermata è dare più corse.....dato che autolinee Toscane sono a conoscenza degli abbonamenti fatti.....E se là matematica non è un opinione,il risultato è presto fatto Totale ragazzi diviso i posti utili dì un bus = bus necessari. I ragazzi si accalcano a quella fermata per evitare di non tornare a casa i un orario decente..... costringendo noi genitori ad andare a prenderli a scuola.

Mette più autobus!!! I ragazzi si precipitano in quel punto per avere un posto!!! Sono stracolmi!!! Mancano i mezzi!!! Le scuole sono riaperte dal 15 settembre!!! Non ve ne siete ricordati!!! Mezzi insufficienti!!

Mancano i mezzi per riportarli a casa, si assembrano lì, per assicurarsi il posto, invece di prendere il pullman in piazza Garibaldi, dove, spesso, sono costretti a posti in piedi o addirittura a non poter salire, rimanendo a terra. Ma questo non viene riportato. Non si fa richiesta di qualche pullman in più, che potrebbe dar sicurezza, ai giovani, di trovare posto per il quale si paga un abbonamento...no... si toglie la fermata...si sposta.... Gli adulti risolvono così.

Ma perché non aumentare i bus? Sarebbe stato semplice. Adesso i ragazzi come fanno ad andare a scuola?

Il Progetto c era da tempo..... E voi che aspettate a risolvere questo grave problema????? Natale????? È una vita che è così la situazione 😡 buongiorno..... I trasporti sono sempre stati uno schifo. Risolvere il problema per il bene di tutti. Chiuso. Non è con la chiusura della fermata che si risolve. PIÙ CORSE. Geniale......

Indecente, I nostri amministratori devono Intervenire subito!

Pura pazzia!!!Strada pericolosissima, incroci,curva,cunetta senza visibilità,tutti i giorni c è da aspettarsi il morto!!!Poi c è il Covid.Per dei gruppi di ragazzi che non pensano ad altro che scappare da scuola , perché evidentemente la odiano come il veleno,si può scatenare una reazione a catena di contagi pericolosi per la popolazione.E'necessari che qualcuno faccia un ordine ferreo!!!

Aumentate i bussss.... Quella strada è pure molto pericolosa....

Bravi

Non potete far entrare i bus nella piazzetta davanti al negozio di elettrodomestici, così da togliere i ragazzi da lungo la statale ed aspettare la corriera nella piazzetta ?

È si giusto , invece di aumentare le corriere , si tolgono le fermate .....che geni che siete ! Bravi complimenti!!

Ma autolinee toscane è in grado di gestire questo servizio? Mi sa che si stava meglio prima

View more comments

🔴AGGREDITO CON UNA BOTTIGLIA, FINISCE AL PRONTO SOCCORSO  

Ecco cosa è successo:

https://www.sr71.it/2022/10/02/castiglion-fiorentino-aggredito-piena-notte-bottiglia-giovane-24enne-finisce-pronto-soccorso/

🔴AGGREDITO CON UNA BOTTIGLIA, FINISCE AL PRONTO SOCCORSO

Ecco cosa è successo:

www.sr71.it/2022/10/02/castiglion-fiorentino-aggredito-piena-notte-bottiglia-giovane-24enne-finis...
... See MoreSee Less

AREZZO: MINORE IN COMA ETILICO SOCCORSO NELLA NOTTE
È successo nei pressi di piazza San Domenico 👇🏻

https://www.sr71.it/2022/10/02/arezzo-minore-in-coma-etilico-soccorso-nella-notte-lallarme-dagli-amici/

AREZZO: MINORE IN COMA ETILICO SOCCORSO NELLA NOTTE
È successo nei pressi di piazza San Domenico 👇🏻

www.sr71.it/2022/10/02/arezzo-minore-in-coma-etilico-soccorso-nella-notte-lallarme-dagli-amici/
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Ma i genitori dove sono finiti? Possibile che questi ragazzi siano lasciati così liberi ? ......non si può lasciare specialmente un minorenne libero così senza controllo . Un genitore deve controllare quello che fa suo figlio o figlia è un suo dovere , non si può dare tutta questa libertà ,ci vogliono regole da rispettare da ambedue due le parti .

Io spero che si riprenda velocemente e non ci ricaschi. Roberto Pastonchi lei ha figli o nipoti? Se li ha le auguro che non gli succeda. Buonagiornata

Che schifo di mondo

Chi glielo ha venduto? locale da chiudere

😓🥺

View more comments

Load more