fbpx

Arrestati, ma continuano a delinquere: due pregiudicati finiscono in carcere. Rapinatore a piede libero

La Compagnia di Arezzo negli ultimi giorni ha posto in essere un rafforzato servizio di controllo del territorio finalizzato principalmente al contrasto dei reati contro il patrimonio e quelli inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti, che ha portato a fermare nel solo centro cittadino, con particolare riferimento alle zone di maggiore aggregazione, 127 persone e 54 veicoli.
Nel corso dell’attività preventiva, un 27enne di nazionalità rumena, già sottoposto alla misura alternativa alla detenzione in carcere, noncurante delle disposizioni da rispettare nell’ambito dell’affidamento in prova disposto a luglio di quest’anno, è stato destinatario di una misura di aggravamento. L’uomo, che continuava la propria attività illegale di spaccio di sostanze stupefacenti, a seguito delle segnalazioni dei militari operanti, è stato tradotto presso il carcere di Firenze Sollicciano.
Nel corso della scorsa notte, inoltre, i militari della Sezione radiomobile della Compagnia hanno denunciato un cittadino di nazionalità tunisina di anni 37, in quanto identificato quale autore di una rapina avvenuta in zona Saione ai danni di altro straniero 33enne di nazionalità nigeriana, a cui ha sottratto la somma in contanti di alcune centinaia di euro, dopo aver avuto con lo stesso una colluttazione, che ha comportato la rottura della tibia ed una prognosi di giorni 30 da parte del malcapitato.

Nella notte appena trascorsa i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di San Giovanni Valdarno – supportati dai colleghi della Stazione di Terranuova Bracciolini – hanno tratto in arresto un cinquantenne pregiudicato di origini palermitane, ma da tempo stanziato nel Valdarno. L’uomo – che in teoria doveva trovarsi ristretto in regime di arresti domiciliari a Castelfranco Piandiscò – è stato sorpreso mentre, si aggirava nel quartiere di Ponte alle Forche di San Giovanni Valdarno.
L’intervento dei militari dell’Arma è giunto nel corso di uno dei consueti servizi di controllo del territorio, volti a vigilare sulla sicurezza dei cittadini, con particolare riguardo alle aree più impegnative dell’area valdarnese. I militari sono stati allertati dalla Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di San Giovanni Valdarno, ove, nel cuore della notte, era giunta la segnalazione di una persona sospetta che si aggirava in località Ponte alle Forche di San Giovanni Valdarno. Una volta giunti sul posto, dopo alcuni giri di ispezione negli angoli più nascosti della zona, le pattuglie si imbattevano, appunto nell’odierno arrestato. Subito riconosciuto dagli operanti, e interrogato circa la propria presenza in loco, l’uomo (che teoricamente avrebbe dovuto trovarsi nella propria abitazione di Castelfranco Piandiscò, in regime di arresti domiciliari) non ha potuto rappresentare nessuna motivazione lecita.
Proprio a Ponte alle Forche, del resto, il pregiudicato (con alle spalle trascorsi penali per spaccio di sostanze stupefacenti ed altri delitti) era stato arrestato nell’ottobre scorso. Il provvedimento era stato preso all’esito di una violenta lite in famiglia, nel corso della quale l’uomo aveva percosso e minacciato la convivente dell’epoca. La successiva perquisizione domiciliare aveva consentito ai Carabinieri operanti di rinvenire, celato all’interno della lavastoviglie, un vero e proprio piccolo arsenale, costituito da un fucile da caccia a canne mozze e 9 proiettili del medesimo calibro. Gli ulteriori approfondimenti, svolti dai Carabinieri quella stessa notte, avevano consentivano di accertare che l’arma era provento di furto, atteso che la stessa era stata trafugata anni prima a Bucine.
Nella circostanza, quindi, il pregiudicato era stato tratto in arresto per detenzione illegale di arma comune da sparo, alterazione di armi (al fucile erano stati segati il calciolo e la canna, evidentemente al fine di renderlo più facilmente occultabile e maneggiabile), ricettazione e maltrattamenti contro familiari e conviventi. Tradotto in carcere ad Arezzo, vi aveva trascorso alcuni mesi, prima di vedersi concedere gli arresti domiciliari, scontati presso un’abitazione di Castelfranco Piandiscò. Fino all’episodio di ieri notte, quando l’uomo è stato tratto in arresto per evasione. Nei prossimi giorni è previsto il giudizio con rito direttissimo.

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
🔴 INVESTITO, 26ENNE IN CODICE ROSSO

Alle ore 17:14 a Montevarchi via G. Marconi unauto ha investito una donna di 26 annI. 

Sul posto sono intervenuti auto medica, ambulanza della Misericordia  di Pian di Scò, attivato elisoccorso Pegaso 2 che ha trasportato la donna in codice rosso allospedale Le Scotte di Siena.
Per i rilievi presenti i Carabinieri.

🔴 INVESTITO, 26ENNE IN CODICE ROSSO

Alle ore 17:14 a Montevarchi via G. Marconi un'auto ha investito una donna di 26 annI.

Sul posto sono intervenuti auto medica, ambulanza della Misericordia di Pian di Scò, attivato elisoccorso Pegaso 2 che ha trasportato la donna in codice rosso all'ospedale Le Scotte di Siena.
Per i rilievi presenti i Carabinieri.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

È una mattanza

DUE GIORNI PER PARLARE DI SCIENZA

DUE GIORNI PER PARLARE DI SCIENZA

👩‍🔬🔭A Cortona due giorni per parlare di scienza con il Festival Cauthamente: libri, arte, droni e realtà aumentata il 7 e 8 ottobre 👇

Il servizio di Francesca Scartoni

Comune di Cortona

www.sr71.it/2022/10/04/a-cortona-due-giorni-per-parlare-di-scienza-con-il-festival-cauthamente-li...
... See MoreSee Less

🔴 INCIDENTE MORTALE 

I mezzi del soccorso 118 sono intervenuti stamani alle ore 10:41 a Sansepolcro, in via del campo sportivo, per un incidente stradale.
Una donna di 65 anni ha perso il  controllo della propria auto scontrandosi con varie autovetture parcheggiate. 

Sul posto sono intervenuti ambulanza Infermierizzata della Misericordia di Sansepolcro. Per i rilievi la Polizia municipale, allarrivo dei sanitari la donna è stata trovata in arresto cardiaco. 
Nonostante le manovre di rianimazione attivate dai sanitari la donna è deceduta sul posto.

🔴 INCIDENTE MORTALE

I mezzi del soccorso 118 sono intervenuti stamani alle ore 10:41 a Sansepolcro, in via del campo sportivo, per un incidente stradale.
Una donna di 65 anni ha perso il controllo della propria auto scontrandosi con varie autovetture parcheggiate.

Sul posto sono intervenuti ambulanza Infermierizzata della Misericordia di Sansepolcro. Per i rilievi la Polizia municipale, all'arrivo dei sanitari la donna è stata trovata in arresto cardiaco.
Nonostante le manovre di rianimazione attivate dai sanitari la donna è deceduta sul posto.
... See MoreSee Less

AGGRESSIONE DI SABATO NOTTE, LA PRESA DI POSIZIONE DELLA GIUNTA 

L’assessore Cappelletti, a nome di tutta la Giunta Comunale, condanna in maniera ferma ogni forma di violenza fisica e verbale 👇

https://www.sr71.it/2022/10/05/aggressione-di-sabato-notte-la-presa-di-posizione-della-giunta-di-castiglion-fiorentino/

Comune di Castiglion Fiorentino

AGGRESSIONE DI SABATO NOTTE, LA PRESA DI POSIZIONE DELLA GIUNTA

L’assessore Cappelletti, a nome di tutta la Giunta Comunale, condanna in maniera ferma ogni forma di violenza fisica e verbale 👇

www.sr71.it/2022/10/05/aggressione-di-sabato-notte-la-presa-di-posizione-della-giunta-di-castigli...

Comune di Castiglion Fiorentino
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Queste cose non dovrebbero siccedere

Ho visto sui giornali e suppongo che si riferisca al quel ragazzo gay giusto essere gay e una sua scelta di vita e va rispettato la sua scelta gay o etero siamo sempre esseri umani i gay non sono animali da pestare. Chiediamo tutti noi castiglionesi umilmente scusa a quel ragazzo e che non si ripetta mai più una cosa così vergognosa. Tantissimi auguri di pronta guarigione amico chiunque tu sia un bacione di cuore e si fiero di essere così come sei un amico.

Vorrei solo commentare con una mia riflessione, Gesù diceva, ama il prossimo tuo come te stesso. Ora, siccome le chiese di castiglion fiorentino la domenica sono piene di persone che si professano cattolici, vorrei chiedere loro il perché tutto questo odio verso chi è diverso? Se esiste un paradiso è più facile che vi acceda un ateo che ama le persone di ogni genere o uno che si professa cattolico poi odia gay, neri, stranieri, famiglie lgbt e li vorrebbe bruciare?

UN NUOVO POTABILIZZATORE

UN NUOVO POTABILIZZATORE

💦Creato un nuovo potabilizzatore che migliorerà la qualità dell’acque

💶Nuove Acque ha investito circa 100mila euro per la realizzazione degli interventi

www.sr71.it/2022/10/04/nuove-acque-inaugurato-il-nuovo-potabilizzatore-di-savorgnano-a-subbiano/
... See MoreSee Less

COMPLIMENTI MARTINA!

Complimenti alla nostra Martina Concordi che stamattina si è laureata all’università degli studi di Perugia in Giurisprudenza, con una tesi in procedura penale intitolata “la prova scientifica nel caso di Yara Gambirasio”.

A Martina, i complimenti di tutto lo staff di Sr71!

@_laconc_  @unipg1308

COMPLIMENTI MARTINA!

Complimenti alla nostra Martina Concordi che stamattina si è laureata all’università degli studi di Perugia in Giurisprudenza, con una tesi in procedura penale intitolata “la prova scientifica nel caso di Yara Gambirasio”.

A Martina, i complimenti di tutto lo staff di Sr71!

@_laconc_ @unipg1308
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Congratulazioni Martina ❤️👏🏻👏🏻👏🏻

Congratulazioni Dottoressa Martina . 💐👏👏👏🍾🥂💥È sempre un piacere ricevere notizie di giovani che guardano al futuro con idee chiare, è Ia tranquillità per noi nonni e le generazioni a venire. 🎶🎉👏👏👏👏👍👍❤️🙋‍♀️

Tema scelto di grande attualità ancora Complimenti 👏👏👏👏❤️🙋‍♀️

Congratulazioni!!!

Congratulazioni 💝

Complimenti

Brava complimenti

Complimenti...

Complimenti

Complimenti Martina 1👏👏👏

Complimenti!!!!

Complimenti

Bravissima! Congratulazioni.

Congratulazioni

Complimenti brava

Complimenti

Congratulazioni !!🎓

View more comments

Load more