fbpx

San Giovanni Valdarno, sorpreso alla guida di un’auto rubata. Reagisce ai carabinieri, arrestato

Continuano senza sosta i servizi mirati alla prevenzione ed alla repressione dei reati predatori da parte dei Carabinieri della Compagnia di San Giovanni Valdarno, che già nelle ultime settimane avevano portato ad alcuni colpi importanti alla cosiddetta “microcriminalità”, con svariate denunce di alcuni soggetti per furto e tentato furto, in danno sia di esercizi commerciali che di privati.
Stavolta ad entrare in azione sono stati i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di San Giovanni Valdarno, che nel corso della nottata hanno tratto in arresto per resistenza e deferito per ricettazione un giovane di 25 anni sorpreso, a Montevarchi, alla guida di un’auto rubata.
L’intervento dei militari dell’Arma è giunto nel corso di uno dei consueti servizi di controllo del territorio, volti a vigilare sulla sicurezza dei cittadini, anche e soprattutto nelle ore notturne, con particolare riguardo alle aree più impegnative dell’area valdarnese, tra cui, appunto, il popoloso centro urbano di Montevarchi.
Nel corso del servizio, i Carabinieri, mentre stavano svolgendo un posto di controllo, a notte ormai inoltrata, lungo una delle arterie principali del paese, hanno notato transitare un soggetto, che procedeva a bordo di un’autovettura di colore scuro, a bassa velocità, a fari spenti. L’auto proveniva dall’abitato di Montevarchi, e si trovava quasi all’altezza della rotatoria del Centro Commerciale COOP. Attesa l’anomala andatura, i militari hanno pertanto deciso di procedere a un controllo.
Il sospetto dei militari trovava conferma allorquando il soggetto da controllare, approssimandosi alla gazzella dell’Arma, nonostante l’inequivocabile ordine di accostare, invece di rallentare, scalava la marcia ed accelerava, dandosi a precipitosa fuga. I Carabinieri, risaliti prontamente in auto, si mettevano immediatamente all’inseguimento, che terminava dopo poche centinaia di metri, con l’autovettura del fuggitivo che esauriva la propria corsa fuori strada. L’uomo, a quel punto, tentava di svignarsela a piedi, ma veniva immediatamente raggiunto e bloccato dai Carabinieri, a loro volta appiedatisi per arrestarne tempestivamente il tentativo di fuga.
Dopo gli accertamenti del caso, i Carabinieri riuscivano a ricostruire come l’autovettura in uso al 25enne fosse in realtà di proprietà di un imprenditore di Montevarchi. l’auto, infatti, era stata rubata poco prima dall’interno dell’azienda vivaistica della parte offesa, ubicata in una delle vie principali del centro valdarnese. L’imprenditore veniva quindi immediatamente rintracciato, e l’autovettura riconsegnata.
Il 25enne veniva quindi condotto in caserma per gli accertamenti di rito. Qui, di fronte all’evidente quadro indiziario, il soggetto – già noto alle Forze dell’Ordine per analoghi trascorsi penali – veniva tratto in arresto per resistenza a Pubblico Ufficiale e deferito alla Procura della Repubblica di Arezzo per ricettazione dell’auto rubata. Al termine degli accertamenti, è stato tradotto in carcere.