fbpx

Arezzo, arrestato con l’auto imbottita di droga. Sorpreso in Autosole con lo stupefacente dei kamikaze

Erano le 20:30 di ieri quanto una pattuglia della Polstrada di Arezzo, durante la consueta vigilanza dell’autosole, notava il transito di un’autovettura Audi con alla guida un cittadino cinese.
Malgrado l’apparente normalità, i poliziotti della Sottosezione di Battifolle, mossi da esperienza e istinto, decidevano di indagare e una volta fermata la macchina procedevano al suo controllo, appurando come il conducente fosse un pluripregiudicato per spaccio di stupefacenti, senza fissa dimora in Italia.
Questo, unito all’atteggiamento elusivo e nervoso tenuto dal cittadino cinese, ha alimentato i dubbi degli stradalini, che hanno così deciso di perquisire lui e l’auto rinvenendo, così, sotto la moquette del sedile posteriore, due buste di cellophane contenenti oltre 700 gr. di “shaboo”, una sostanza stupefacente della famiglia delle metanfetamine, molto potente e diffusa soprattutto nelle comunità asiatiche.
Tale sostanza, creata a fine ottocento nei laboratori giapponesi, è conosciuta come “stupefacente dei kamikaze” perché, si dice, fosse somministrata prima delle azioni suicide durante la seconda guerra mondiale e oltre ad avere un elevato valore di mercato produce effetti dieci volte superiori alla cocaina.
Il 45enne cinese veniva quindi arrestato e l’auto di sua proprietà sequestrata per la successiva confisca.