fbpx

Vaccini: «vengo anch’io, no tu no»

Ecco perché non abbiamo protetto chi ne aveva davvero bisogno

«È  cruciale vaccinare prima i nostri concittadini anziani. Ma purtroppo persistono differenze regionali che sono difficili da accettare: alcune regioni trascurano i più fragili a favore di gruppi che vantano priorità in base alla loro forza contrattuale», risuonano queste parole a palazzo Madama, nell’informativa al Senato del presidente Draghi. Il capo di accusa è netto ma il premier non elenca gli imputati. Ed ecco che la strigliata del presidente fa eco ben oltre la Capitale e arriva fino le sponde dell’Arno, amplificata anche dalla recente pubblicazione della fondazione Gimbe sullo stato della vaccinazione degli over 80 che riserva alla Toscana il penultimo posto tra le regioni. 

Ma come siamo arrivati a questo punto? 

Riavvolgiamo il nastro e torniamo all’8 Febbraio scorso quando una nota del Ministero della Salute permetteva di istituire un binario parallelo di vaccinazione per gli appartenenti ai cosiddetti «servizi essenziali», categoria interpretata dagli addetti ai lavori talvolta in maniera alquanto peculiare. Tuttavia il provvedimento aveva la sua ratio in virtù del fatto che il vaccino Astrazeneca era allora riservato esclusivamente agli under 55 per cui non si poneva il problema della, diciamo così, «concorrenza sleale». Il dualismo legittimato dagli iniziali limiti anagrafici, sarebbe dovuto decadere l’8 marzo quando, un’altra circolare, avrebbe permesso la somministrazione del vaccino anglo svedese anche per over 65. Un’altra spiegazione complementare è quella rivelata da Vittorio Boscherini, segretario della Federazione italiana medici di famiglia per la provincia di Firenze: «in Toscana l’applicazione acritica delle disposizioni ha fatto sì che a essere vaccinati con Pfizer non siano stati solo medici, infermieri e operatori delle Rsa ma tutti coloro che rientravano nella categoria di operatori sanitari o volontari che operano nel trasporto dei pazienti, dunque anche coloro che si occupano delle pulizie, delle mense, dell’amministrazione all’interno delle strutture ospedaliere. Tutte persone che non hanno un contatto diretto con i pazienti. E in questa categorie rientrano anche coloro che lavorano in smart working». 

Non è questa la strada da seguire per uscire dalla pandemia 

Come abbiamo fermamente dichiarato nel nostro editoriale on line del 14 Marzo in risposta agli appelli a favore di un «saltafila» per i giornalisti, noi di Sr71, non chiediamo alcuna priorità. Fermo restando l’importanza della vaccinazione per uscire dalla pandemia, siamo altrettanto convinti sul «come» uscirne: mettendo al sicuro prima, coloro i quali, sono più a rischio. Il presidente Giani ha recentemente dichiarato che tutti gli over 80 saranno vaccinati entro il 25 aprile: una proiezione, oggigiorno, ben lungi dalla realtà dei fatti. Con l’auspicio di essere smentiti dall’evolversi dei fatti, nel momento in cui stiamo scrivendo non possiamo però che evidenziare amareggiati le tristi statistiche, cifra di misera solidarietà sociale e intergenerazionale. 

Luca Amodio

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
UN PROGETTO DI INTEGRAZIONE SOCIALE

UN PROGETTO DI INTEGRAZIONE SOCIALE

🍷Sabato 24 settembre si è tenuta la cena della vendemmia presso le cantine dell’azienda vinicola Icario.

👬L’evento è stato un’occasione per raccontare l’importante progetto di integrazione sociale realizzato dall’associazione L’Arca di Monte San Savino, un progetto che ha permesso ai ragazzi disabili del centro comunale L’Arca di lavorare alla vendemmia nelle vigne di Icario, fianco a fianco agli agricoltori.

🎤Le interviste nel servizio di Emma Migliacci a Cristina Del Novanta, responsabile coordinatrice del centro comunale L’’Arca, Helmut Rothenberger, proprietario Icario Winery e Luigi Pagoni, general manager di Icario
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Brava, complimenti

COPPA ITALIA DI ENDURO

UN FINE SETTIMANA CON LA COPPA ITALIA DI ENDURO

🏍47 chilometri di percorso e 3 prove speciali. Sono questi i numeri degli Assoluti D’Italia e della Coppa Italia di Enduro in programma a Castiglion Fiorentino l’1 e il 2 ottobre

📹Novità assoluta per la competizione sarà la diretta streaming con telecamere installate su tutto il percorso comprese le prove speciali. A fare da apripista il sabato, Gioele Meoni, impegnato, tra l’altro nel progetto sportivo-umanitario denominato “Dakar 4 Dakar

🎤 le interviste a Gioele Meoni e Massimo Segantini, presidente motoclub Fabrizio Meoni di Castiglion Fiorentino
... See MoreSee Less

UN SUCCESSO PER CORTONA ON THE MOVE

UN SUCCESSO PER CORTONA ON THE MOVE

📸Grande affluenza post Covid per Cortona On The Move, quando mancano pochi giorni alla conclusione del festival internazionale di fotografia sono oltre 21 mila gli ingressi registrati alla biglietteria, mille in più rispetto al dato conclusivo del 2021

🎤 le interviste a Veronica Nicolardi, direttrice del festival e Luciano Meoni, sindaco di Cortona

Comune di Cortona
... See MoreSee Less

MACCHINA A FUOCO

Macchina a fuoco nella zona industriale di San Zeno. Nessuna persona coinvolta secondo quanto si apprende. La dinamica è ancora da ricostruire. Sul posto i vigili del fuoco. È successo verso le 18:45. 

in aggiornamento

MACCHINA A FUOCO

Macchina a fuoco nella zona industriale di San Zeno. Nessuna persona coinvolta secondo quanto si apprende. La dinamica è ancora da ricostruire. Sul posto i vigili del fuoco. È successo verso le 18:45.

in aggiornamento
... See MoreSee Less

🔴AUTO SI RIBALTA, UNA PERSONA SBALZATA FUORI

Incidente lungo la A1. Auto si ribalta e una persona viene sbalzata fuori. In tre al pronto soccorso in codice rosso 

Alle  ore 16.23 nellautostrada A1 direzione nord al km 282, tra uscite Valdichiana e Monte San Savino si è verificato un incidente con unauto che si è ribaltata. Coinvolte tre persone di cui una sbalzato fuori dallauto. 
Sul posto ambulanza della Croce Verde di  Chianciano Terme, ambulanza della Pubblica Assistenza di Foiano della Chiana  e della Misericordia di Lucignano. 
Tutti e 3 i pazienti (un uomo di 63 anni e due donne, una di 84 e una di 63)  sono stati trasportati presso ospedale Le Scotte di Siena in codice rosso

Immagine di repertorio

🔴AUTO SI RIBALTA, UNA PERSONA SBALZATA FUORI

Incidente lungo la A1. Auto si ribalta e una persona viene sbalzata fuori. In tre al pronto soccorso in codice rosso

Alle ore 16.23 nell'autostrada A1 direzione nord al km 282, tra uscite Valdichiana e Monte San Savino si è verificato un incidente con un'auto che si è ribaltata. Coinvolte tre persone di cui una sbalzato fuori dall'auto.
Sul posto ambulanza della Croce Verde di Chianciano Terme, ambulanza della Pubblica Assistenza di Foiano della Chiana e della Misericordia di Lucignano.
Tutti e 3 i pazienti (un uomo di 63 anni e due donne, una di 84 e una di 63) sono stati trasportati presso ospedale Le Scotte di Siena in codice rosso

Immagine di repertorio
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Sono 2 in una settimana fra chiusi ed Arezzo

Dio aiuta

Velocità distanza di sicurezza e cellulare. La gente deve lavorare su se stessa.

Sempre quel tratto

La Polizia un c'è mai .....

View more comments

CASA A FUOCO, AL PRONTO SOCCORSO 81ENNE

Alle  ore 17 in una abitazione a Sansepolcro in via Agio Torto si è verificato un incendio, per cause in via di accertamento, che ha coinvolto una persona, una donna di 81 anni.
La paziente è stata trasportata in codice giallo allospedale della Valtiberina. 
Sul posto Auto infermierizzata di Sansepolcro, ambulanza della misericordia di  Sansepolcro, Vigili del Fuoco e carabinieri.

Immagine di repertorio

CASA A FUOCO, AL PRONTO SOCCORSO 81ENNE

Alle ore 17 in una abitazione a Sansepolcro in via Agio Torto si è verificato un incendio, per cause in via di accertamento, che ha coinvolto una persona, una donna di 81 anni.
La paziente è stata trasportata in codice giallo all'ospedale della Valtiberina.
Sul posto Auto infermierizzata di Sansepolcro, ambulanza della misericordia di Sansepolcro, Vigili del Fuoco e carabinieri.

Immagine di repertorio
... See MoreSee Less

Load more