fbpx

Castiglion Fiorentino, arrestato 30enne che coltivava e produceva marijuana

Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri della Compagnia di Arezzo, nell’ambito di un servizio finalizzato alla prevenzione ed il contrasto dei reati relativi agli stupefacenti, hanno tratto in arresto un italiano di 30 anni perché colto nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio nella propria abitazione di Castiglion Fiorentino.

I militari sono arrivati allo spacciatore grazie ad una celere ed incisiva attività investigativa che li ha portati, nella giornata di ieri, ad eseguire una perquisizione presso l’abitazione dell’uomo, una villetta isolata in campagna, divenuta un centro di produzione e spaccio di droga.

Nel corso delle attività i militari hanno rinvenuto tutte le attrezzature per l’attività di coltivazione di cannabis, una vera e propria serra, costituita da un essiccatoio composto da vari ventilatori, un igrometro per la rilevazione della temperatura e dell’umidità dell’aria, oltre al materiale per il peso ed il confezionamento.

Approfondendo la ricerca dello stupefacente, sono stati rinvenuti poi in vari punti della casa numerosi barattoli contenenti marijuana pronta per lo spaccio, per un complessivo totale di circa 4 chilogrammi. Sono stati trovati anche alcuni grammi di hashish e la documentazione relativa alla contabilità dell’attività illecita.

Tutto lo stupefacente ed il materiale usato per la coltivazione è stato quindi sottoposto a sequestro, mentre l’uomo, con già alle spalle altri analoghi precedenti, è stato arrestato e condotto presso le camere di sicurezza del Comando Provinciale dei Carabinieri di Arezzo, in attesa dello svolgimento del rito direttissimo previsto per la mattinata odierna.