fbpx

Giro di coca e marijuana in Valdarno, in manette un altro della banda, blitz in Germania

Quel che si dice, l’ultima tessera del puzzle. In questo caso, con riferimento a quello messo insieme dai Carabinieri della Compagnia di San Giovanni Valdarno con l’indagine RICAVO, che il 7 ottobre scorso aveva portato alla disarticolazione di un sodalizio di soggetti gravemente indiziati, a vario titolo, per i reati di concorso continuato e aggravato in detenzione ai fini di spaccio di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti del tipo “cocaina” e “marijuana”. Avvalendosi, per l’approvvigionamento di canali perlopiù di nazionalità albanese, radicati in varie località della Toscana. L’operazione denominata “RICAVO” (il riferimento è sia agli ingenti proventi dell’attività di spaccio, sia all’omonima località della frazione Levane di Montevarchi, ove era ubicato il quartier generale della consorteria investigata) arrivava all’esito di due anni di indagini, nel corso dei quali i Carabinieri della Compagnia di San Giovanni Valdarno avevano compiuto 11 arresti in flagranza di reato (di cui 5 per spaccio di sostanze stupefacenti, e 6 per furto aggravato). Infine, i 9 provvedimenti cautelari emessi dalla Sezione G.I.P. del tribunale di Arezzo, eseguiti nella notte tra il 6 e il 7 ottobre.
All’appello mancava solo un catturando, un pregiudicato cinquantenne, originario della provincia di Napoli, che, qualche giorno prima dell’operazione, aveva lasciato il territorio italiano. Già le prime acquisizioni investigative avevano consentito agli investigatori del Nucleo Operativo di acquisire informazioni sulla possibile presenza del catturando in Germania, e di chiedere all’Autorità Giudiziaria l’emissione di un Mandato d’Arresto Europeo.

Inizialmente, si pensava si fosse spostato in una cittadina nei pressi di Francoforte, dove avrebbe provato ad impiantare delle attività economiche. Le successive investigazioni, immediatamente avviate dal NORM della Compagnia Carabinieri di San Giovanni Valdarno all’indomani dell’esecuzione dell’operazione RICAVO, portavano ad ulteriori approfondimenti, svolti in cooperazione col collaterale organo di polizia tedesco, grazie al coordinamento del Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia.

Nulla è stato lasciato al caso, tutte le piste sono state battute dai Carabinieri, in costante collegamento con i colleghi dell’Interpol: pedinamenti dei familiari, localizzazione dei telefoni, analisi approfondita dei social network. Giorno dopo giorno, i continui aggiornamenti condivisi tra i Carabinieri e i colleghi tedeschi hanno portato a stringere sempre più il cerchio intorno al catturando. Fino a ieri, quando lo stesso è stato localizzato e tratto in arresto a Monaco di Baviera, presso la locale stazione centrale. Era da solo, a piedi, e stava aspettando un treno al binario 14-15 della stazione. Sono in corso ulteriori approfondimenti d’indagine per capire se possa essere stato aiutato da qualcuno a sottrarsi alle ricerche degli inquirenti, e se vi fosse qualcuno ad aspettarlo in qualche località, allo stato ignota. Non è noto dove fosse diretto, ma, dopo l’intervento della polizia tedesca, la sua prossima fermata sarà in Italia. Sono già state avviate infatti le procedure per la prevista estradizione.

Nuovi casi quotidiani

Nuovi casi settimanali

Ricoverati Covid San Donato

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
2 hours ago

IL CUORE DEGLI ALTRI

Leggi l'inchiesta sul randagismo in Valdichiana, quattro pagine su Il Mensile, oppure in questo post

di Luca
foto di Giulia Barneschi

🐕 www.sr71.it/2021/04/11/inchiesta-randagismo-valdichiana/
... See MoreSee Less

17 hours ago

COVID19, OGGI QLTRI 117 CASI IN PROVINCIA: 36 AD AREZZO E 25 IN VALDICHIANA

www.sr71.it/2021/04/10/covid19-report-117/
... See MoreSee Less

COVID19, OGGI QLTRI 117 CASI IN PROVINCIA: 36 AD AREZZO E 25 IN VALDICHIANA

https://www.sr71.it/2021/04/10/covid19-report-117/
17 hours ago

CORTONA, PROSEGUE ‘FRAZIONI SICURE’. COMPLETATI I LAVORI A PIETRAIA

Servizio di Chiara Sciarri

Questa mattina è stato inaugurato il nuovo impianto semaforico di #Pietraia. Un’opera voluta dall’amministrazione comunale che rientra nel piano per la messa in #sicurezza delle #strade #cortonesi.
Erano presenti il #sindaco Luciano Meoni, l’assessore alla #Polizia municipale Comune di Cortona Alessandro Storchi, insieme ai rappresentanti della comunità locale fra cui la presidente della Proloco di Pietraia Daniela Banelli che ha partecipato al taglio del nastro.
La nuova opera è nata grazie ad un confronto fra l’amministrazione comunale e la popolazione locale ed è divenuta realtà grazie ad un investimento complessivo di 51 mila euro

🚦 www.sr71.it/2021/04/10/cortona-frazioni-sicure-pietraia/
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Un semaforo? Utile per rilanciare il turismo a Cortona!

GRAZIE

20 hours ago

CORTONA, INCIDENTE DURANTE MOVIMENTAZIONE TERRA: DONNA FERITA

www.sr71.it/2021/04/10/cortona-incidente-durante-lavori-terra-donna-ferita/
... See MoreSee Less

CORTONA, INCIDENTE DURANTE MOVIMENTAZIONE TERRA: DONNA FERITA

https://www.sr71.it/2021/04/10/cortona-incidente-durante-lavori-terra-donna-ferita/
20 hours ago

CARTOLIBRERIA NOCENTINI SPEGNE 60 CANDELINE
Il sindaco del Comune Mario Agnelli ha consegnato una targa www.sr71.it/2021/04/10/cartoleria-60-anni-castiglion-fiorentino/
... See MoreSee Less

CARTOLIBRERIA NOCENTINI SPEGNE 60 CANDELINE
Il sindaco del Comune di Castiglion Fiorentino Mario Agnelli ha consegnato una targa https://www.sr71.it/2021/04/10/cartoleria-60-anni-castiglion-fiorentino/

Comment on Facebook

Un meraviglioso traguardo! Grazie Graziella, eri ( e continui ad essere) la dispensatrice di gioia e sogni!

Buon anniversario

Rallegramenti!!!!!!! 🌹

Load more