fbpx

Il Maec aderisce a #museichiusimuseiaperti Ecco tutti i progetti attivi

In questo periodo di emergenza sanitaria, che limita al minimo ogni forma di contatto sociale, cambiano anche le stesse modalità di comunicazione che da reali diventano virtuali. Anche il Museo del comune e dell’Accademia Etrusca di Cortona ha avviato una serie di attività di comunicazione on-line.
In particolare, la struttura museale cortonese ha aderito alla campagna social #MuseichiusiMuseiaperti, nella consapevolezza che, anche in un momento di emergenza socio-sanitaria, e di difficoltà di natura logistica come quello attuale, uno dei principali obiettivi del museo rimanga quello di divulgare la conoscenza del patrimonio culturale della città di Cortona
Il Maec ha dunque avviato la realizzazione di una serie di iniziative, in forma digitale, con approfondimenti, contenuti video, rubriche e altre attività, le quali sono in corso di pubblicazione nei canali social e nel sito internet dello stesso museo, fino al 3 aprile e nei giorni seguenti.
La messa a punto dei nuovi strumenti divulgativi è il frutto di un accurato lavoro di ricerca, sia nei contenuti, sia negli aspetti editoriali, come le immagini filmate, i testi e l’audio. I mezzi a disposizione, pur essendo limitati, non hanno impedito di mantenere elevato il livello qualitativo del prodotto.
Questi sono i primi progetti avviati dal museo:
#allascopertadelMAEC
Professionisti della cultura raccontano un reperto, una storia, un’opera conservata al Maec o un monumento esistente nel parco archeologico (alcuni video sono già on line, altri lo saranno entro breve tempo).
#tileggoCortona
Si tratta di un reading di cui sono protagonisti attori, autori, professori universitari ed altri amici del Maec, i quali si cimentano nella lettura di un breve passo di un romanzo, o di un racconto, nel quale il patrimonio culturale cortonese diviene protagonista (i primi video saranno messi on line nei prossimi giorni).
Allo stesso tempo il museo lancia un invito per facilitare la partecipazione dei lettori alla narrazione, invitandoli a postare un testo o un’immagine delle quali sono loro stessi autori. In questo caso i testi o le immagini dovranno essere caricati su Facebook o su Istagram utilizzando l’hastag #ilmioMAEC.
#giochiamoalMAEC
In un momento nel quale le famiglie sono costrette a trascorrere le loro giornate all’interno delle mura domestiche il Maec riserva loro una serie di attività facili da realizzare. Nel sito del museo sarà, infatti, possibile trovare alcuni tutorial, costituti da immagini e istruzioni, che permetteranno di giocare con il Maec.

I canali social del Maec sono:
www.cortonamaec.org
www.facebook.com/Maec.Cortona
www.youtube.com/user/Maec2005
Instagram: @maec_cortona

Il progetto è curato da un gruppo di lavoro costituito da: Simone Allegria, comitato tecnico scientifico Maec; Tiziana Domini e Simona Lunghi, segreteria Maec e Giorgio Giorgini, social media manager Maec.