fbpx

Sventato maxi furto di rame alla centrale Terna, nel mirino dei ladri le grandi bobine

Nella notte gli uomini dell’UPG della Questura di Arezzo sono intervenuti in una frazione di Arezzo, dove ha sede lo stabilimento della TERNA, operatore che gestisce le reti per la trasmissione dell’energia elettrica. Il sito, che rappresenta un obiettivo sensibile per l’importanza strategica del servizio gestito, classificato come infrastruttura critica a livello nazionale, è stato preso di mira da una banda organizzata di specialisti in furti di rame, composta da almeno cinque uomini che, poco dopo la mezzanotte, si erano intrufolati nel complesso della centrale per asportare il prezioso metallo. L’allarme è giunto alla Sala Operativa della Questura intorno all’una della passata notte, mentre i ladri erano già all’opera da diversi minuti. Giunta sul posto, la pattuglia ha immediatamente rinvenuto tracce di pneumatici lasciate dal mezzo con cui i ladri si erano recati sul posto, evidentemente scortati da un complice con il ruolo di autista, allontanatosi nel frattempo per ritornare, presumibilmente, a recuperare gli altri secondo un appuntamento concordato. Una volta entrati nel perimetro della centrale, i poliziotti, equipaggiati con torce e giubbotto antiproiettile, hanno iniziato la perlustrazione del sito, resa difficoltosa dalla totale oscurità e dalla vastità dell’area. Muovendosi all’interno delle strutture, gli uomini dell’UPG della Questura sono riusciti a rintracciare i segni del passaggio dei malviventi, che avevano caricato su un furgone lì presente già 9 bobine da 500 kg e altro quantitativo di rame sfuso. Resisi conto dell’arrivo della Polizia, i ladri si davano alla fuga all’aperto, incalzati dagli operatori che, nel contesto, rinvenivano arnesi da scasso utilizzati per forzare porte e recinzioni. L’inseguimento si è protratto per centinaia di metri e diversi minuti, tra centraline e casotti in muratura, fino a quando i ladri sono stati messi definitivamente in fuga verso i campi limitrofi. Il bottino lasciato sul posto, e recuperato dai poliziotti, ammontava a oltre 200.000 €, in considerazione del notevole valore raggiunto oggi dal cd. “oro rosso”. Con le prime luci dell’alba è stato possibile accertare i danni causati dai malviventi alle recinzioni e alla vicina centralina dell’Enel, provocati nell’atto di fare ingresso e successivamente fuggire dall’area della Centrale TERNA. Il personale della Polizia Scientifica di Arezzo, intervenuto prontamente sul luogo, ha avviato i primi rilievi che potrebbero condurre ad identificare presto i colpevoli del tentato maxi-furto

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
UNA NUOVA FILIALE

UNA NUOVA FILIALE

💸🏦 Banca Popolare di Cortona inaugura la sua nuova filiale a Città di Castello 👇

www.sr71.it/2022/11/26/banca-popolare-di-cortona-inaugura-la-sua-nuova-filiale-a-citta-di-castello/
... See MoreSee Less

UNALTRA SCOSSA

La terra trema di nuovo a Talla (Ar), il messaggio della sindaca Eleonora Ducci 👇

Circa i recenti eventi sismici a Talla segnalo nuovamente che non ci sono stati danni a cose o persone.
Lo sciame sismico dopo la scossa di 3.5 tra giovedì e venerdì era stato di bassa intensità, risalendo questa notte a 2.7, sempre valori relativamente bassi, seppur chiaramente  percepiti.
Purtroppo gli eventi sismici sono imprevedibili, in modi, tempi e intensità ma assicuro che le strutture sono attente e monitorano la situazione: comune, Unione dei Comuni, provincia e regione. 
Nella giornata di giovedì fremo un incontro della Protezione Civile Intercomunale a Talla per fare il punto della situazione con tutti i comuni del territorio, gli enti preposti e l’INGV.

UN'ALTRA SCOSSA

La terra trema di nuovo a Talla (Ar), il messaggio della sindaca Eleonora Ducci 👇

"Circa i recenti eventi sismici a Talla segnalo nuovamente che non ci sono stati danni a cose o persone.
Lo sciame sismico dopo la scossa di 3.5 tra giovedì e venerdì era stato di bassa intensità, risalendo questa notte a 2.7, sempre valori relativamente bassi, seppur chiaramente percepiti.
Purtroppo gli eventi sismici sono imprevedibili, in modi, tempi e intensità ma assicuro che le strutture sono attente e monitorano la situazione: comune, Unione dei Comuni, provincia e regione.
Nella giornata di giovedì fremo un incontro della Protezione Civile Intercomunale a Talla per fare il punto della situazione con tutti i comuni del territorio, gli enti preposti e l’INGV."
... See MoreSee Less

PEDONE INVESTITO NELLA NOTTE, IN CODICE ROSSO

Ieri sera i mezzi dellemergenza urgenza Asl Tse sono intervenuti per un pedone investito in Località San Leo ad Arezzo. Sul posto Croce Bianca Arezzo, Infermierizzata Arezzo, Polizia Municipale Arezzo, Pegaso 3. Il paziente, un uomo di 80 anni è stato  trasportato da Pegaso  in codice rosso presso lospedale di Careggi.

PEDONE INVESTITO NELLA NOTTE, IN CODICE ROSSO

Ieri sera i mezzi dell'emergenza urgenza Asl Tse sono intervenuti per un pedone investito in Località San Leo ad Arezzo. Sul posto Croce Bianca Arezzo, Infermierizzata Arezzo, Polizia Municipale Arezzo, Pegaso 3. Il paziente, un uomo di 80 anni è stato trasportato da Pegaso in codice rosso presso l'ospedale di Careggi.
... See MoreSee Less

TRASFERTA ROMANA DA SGARBI

Cortona, incontro con il sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi 

Si è tenuto questo pomeriggio a Roma l’incontro fra il sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi, il sindaco Luciano Meoni e l’assessore alla Cultura Francesco Attesti. L’incontro è stato richiesto dall’Amministrazione comunale nei giorni immediatamente successivi alla formazione del nuovo esecutivo nazionale. Al centro della discussione con Sgarbi c’è stato il programma di iniziative per le celebrazioni dedicate a Luca Signorelli che caratterizzeranno il 2023 cortonese. L’obiettivo è quello di ottenere il supporto da parte del Ministero della Cultura e di rafforzare il programma che vede Cortona in una posizione cruciale nel Cinquecentenario dalla morte del grande artista, insieme ai Comuni firmatari del protocollo d’intesa di Città della Pieve.
«Ringraziamo il professor Sgarbi - hanno dichiarato il sindaco Meoni e l’assessore Attesti - per aver dato seguito velocemente alla nostra richiesta di incontro. Stiamo seguendo la formazione del comitato nazionale delle celebrazioni di Signorelli e l’obiettivo è quello di dare seguito a quanto è stato fatto con il percorso portato avanti fino alla conclusione della passata legislatura. Pensiamo che le iniziative che contraddistingueranno Cortona nel 2023 meritino la massima attenzione da parte del Ministero della Cultura e siamo certi che il professor Sgarbi vorrà dare il giusto sostegno ad un programma così importante».
Il calendario delle celebrazioni di Luca Signorelli a Cortona prenderà il via nelle prossime settimane con i primi appuntamenti per culminare con l’apertura della mostra il prossimo 23 giugno.

TRASFERTA ROMANA DA SGARBI

Cortona, incontro con il sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi

Si è tenuto questo pomeriggio a Roma l’incontro fra il sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi, il sindaco Luciano Meoni e l’assessore alla Cultura Francesco Attesti. L’incontro è stato richiesto dall’Amministrazione comunale nei giorni immediatamente successivi alla formazione del nuovo esecutivo nazionale. Al centro della discussione con Sgarbi c’è stato il programma di iniziative per le celebrazioni dedicate a Luca Signorelli che caratterizzeranno il 2023 cortonese. L’obiettivo è quello di ottenere il supporto da parte del Ministero della Cultura e di rafforzare il programma che vede Cortona in una posizione cruciale nel Cinquecentenario dalla morte del grande artista, insieme ai Comuni firmatari del protocollo d’intesa di Città della Pieve.
«Ringraziamo il professor Sgarbi - hanno dichiarato il sindaco Meoni e l’assessore Attesti - per aver dato seguito velocemente alla nostra richiesta di incontro. Stiamo seguendo la formazione del comitato nazionale delle celebrazioni di Signorelli e l’obiettivo è quello di dare seguito a quanto è stato fatto con il percorso portato avanti fino alla conclusione della passata legislatura. Pensiamo che le iniziative che contraddistingueranno Cortona nel 2023 meritino la massima attenzione da parte del Ministero della Cultura e siamo certi che il professor Sgarbi vorrà dare il giusto sostegno ad un programma così importante».
Il calendario delle celebrazioni di Luca Signorelli a Cortona prenderà il via nelle prossime settimane con i primi appuntamenti per culminare con l’apertura della mostra il prossimo 23 giugno.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Chi è quel signore con la riga in mezzo

Poi si fanno anche la foto😄

😳😳😳

I bancomat della Valdichiana gli garbano...😂😂😂

📚❤️LIBRIAMOCI

“Libriamoci2022” giornate di lettura nelle scuole.

“La voce dei libri è risuonata anche quest’anno nelle Scuole italiane di ogni ordine e grado con Libriamoci, Giornate di Lettura nelle Scuole, campagna nazionale rivolta alle Scuole di ogni ordine e grado, in Italia e all’estero, che invita a ideare e a organizzare iniziative di lettura a voce alta, sia in presenza che online. L’obiettivo del progetto promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, attraverso il Centro per il libro e la lettura e dal Ministero dell’Istruzione – Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento Scolastico, è da sempre quello di diffondere e accrescere l’amore per i libri e l’abitudine alla lettura proponendo occasioni originali e coinvolgenti di ascolto e partecipazione attiva”.

 

Anche l’I. C “Città di Castiglion Fiorentino” ha aderito, come ogni anno, all’iniziativa con alcuni incontri che quest’anno si sono svolti presso la Biblioteca Comunale. “Anche quest’anno l’Amministrazione Comunale è accanto e a supporto degli insegnanti nel progetto Libriamoci. Questa iniziativa vuole essere un momento divertente e coinvolgente che aiuti a riflettere sull’importanza della lettura fin da piccoli. Un libro è, oggi più che mai, un dono prezioso per la crescita di ognuno di noi, bambini ed adulti; e ‘soffermarsi’ a leggere è una pratica che aiuta a cogliere ciò che è essenziale in un mondo che va così veloce, a volte troppo. Un ringraziamento a tutte le insegnanti che si sono adoperate per la buona riuscita dell’iniziativa!” conclude l’assessore all’Istruzione, Stefania Franceschini.

📚❤️LIBRIAMOCI

“Libriamoci2022” giornate di lettura nelle scuole.

“La voce dei libri è risuonata anche quest’anno nelle Scuole italiane di ogni ordine e grado con Libriamoci, Giornate di Lettura nelle Scuole, campagna nazionale rivolta alle Scuole di ogni ordine e grado, in Italia e all’estero, che invita a ideare e a organizzare iniziative di lettura a voce alta, sia in presenza che online. L’obiettivo del progetto promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, attraverso il Centro per il libro e la lettura e dal Ministero dell’Istruzione – Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento Scolastico, è da sempre quello di diffondere e accrescere l’amore per i libri e l’abitudine alla lettura proponendo occasioni originali e coinvolgenti di ascolto e partecipazione attiva”.



Anche l’I. C “Città di Castiglion Fiorentino” ha aderito, come ogni anno, all’iniziativa con alcuni incontri che quest’anno si sono svolti presso la Biblioteca Comunale. “Anche quest’anno l’Amministrazione Comunale è accanto e a supporto degli insegnanti nel progetto Libriamoci. Questa iniziativa vuole essere un momento divertente e coinvolgente che aiuti a riflettere sull’importanza della lettura fin da piccoli. Un libro è, oggi più che mai, un dono prezioso per la crescita di ognuno di noi, bambini ed adulti; e ‘soffermarsi’ a leggere è una pratica che aiuta a cogliere ciò che è essenziale in un mondo che va così veloce, a volte troppo. Un ringraziamento a tutte le insegnanti che si sono adoperate per la buona riuscita dell’iniziativa!” conclude l’assessore all’Istruzione, Stefania Franceschini.
... See MoreSee Less

INNEGGIAVA AL DUCE CON DELLE SCRITTE SUL FURGONE: DENUNCIATO

Si tratta di un uomo di 40 anni, residente in Casentino. Sul suo furgone aveva delle scritte inneggianti il Duce, cosi come nei pressi della sua abitazione erano presenti delle pietre con scolpita sia la parola Dux sia la Ss. Per luomo è scattata la denuncia per apologia al fascismo.

INNEGGIAVA AL DUCE CON DELLE SCRITTE SUL FURGONE: DENUNCIATO

Si tratta di un uomo di 40 anni, residente in Casentino. Sul suo furgone aveva delle scritte inneggianti il Duce, cosi come nei pressi della sua abitazione erano presenti delle pietre con scolpita sia la parola "Dux" sia la "Ss". Per l'uomo è scattata la denuncia per apologia al fascismo.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Dura lex sed lex. Non mi pronuncio sulla norma del codice penale, peraltro da voi erroneamente riportata, in quanto essendo legge dello stato non spetta a me criticarla. Tuttavia mi sorgono alcune perplessità; in primis, ma davvero non ci sono altre notizie da riportare? In secondo luogo, ma davvero le nostre forze dell'ordine non hanno problemi più urgenti da affrontare che non andare in prossimità dell'abitazione di un denunciato per cercare delle pietre con delle incisioni equivoche?

Io voglio anche ľapologia al comunismo!

Ma mi domando ognuno di noi non è libero di dire e pensare.

Che. Notiziona mamma mia.... E soprattutto che bella democrazia che è l'Italia

È reato.

WLF non piace più a nessuno che tristezza

Così per dire, essere antifascista non vuol dire essere comunista..... "Sapevatelo"

Dividi et impera.

Che notiziona 😅

Ci sono "consiglieri comunali" con tatuaggi che riguardano Benito Mussolini, ci si scandalizza per cosa? De che se parla? Quello no ma quell'altro si..siamo il bel paese..

SIAMO ARIVATI NDU L PAN SE COCE🙃🙃🙃

Jovanotti canta viva la libertà peccato che sia dolo una splendida canzone

Ok facciano pure la denuncia ma poi vadano a prendere a casa anche Giuseppe Conte che sono giorno che invoca la piazza ed il disordine per il RDC. Ipocrita schifoso.

Manuel Sfameni 🤣🤣🤣

Marco Dragoni

Mentre chi inneggia oggi al comunismo e soprattutto alle cooperative rosse sponsorizzate da pantalone quello sì va più che bene ehhh

Il disagio sociale è forte

ma i manifestanti che inneggiavano la morte della Meloni,sono tutti liberi, come mai?

Buon giorno gentili carabinieri mi fate la gentilezza di fare RESTITUIRE IL CELLULARE CHE A SEQUESTRATO INGIUSTAMENTE IL MARESCIALLO MADAU FABIO CHE IL TRIBUNALE DI CAGLIARI IL GIUDICE ELENA FERRARESE E IL PM PUBLICO MINISTERO ALESSANDRO PILI CHIEDE LA RESTITUZIONE DEL CELLULARE MIO PAGATO DA ME O L'HO DENUNCIO PER ASSOCIAZIONE A DELINQUERE VISTO CHE NEL GIORNALE UNIONE SARDA A FATTO FARE ARTICOLO CHE RESTITUIVA IL CELLULARE AL LADRO IMBIANCHINO ALCOLIZZATO

View more comments

Load more